Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Lunga scia di tempo instabile e perturbato sino ad inizio novembre

Nelle prossime ore un vero e proprio tracollo del geopotenziale determinerà un peggioramento delle condizioni meteorologiche su diverse aree del Paese. Nella notte tra sabato e domenica un profondo minimo di bassa pressione troverà perno sul mar Ligure condizionando il tempo di tutta Italia. I giorni successivi ancora instabile con temperature fresche, possibile nuova fase piovosa giovedì 1 novembre.

La sfera di cristallo - 25 Ottobre 2012, ore 16.00

L'attacco alla stabilità mediterranea organizzato dal felice connubio tra una "ex" depressione atlantica e l'aggancio della stessa operato da una depressione molto fredda in quota centrata sulla penisola Scandinava, farà ben presto parlare di sè. Quello che sta per accadere nella circolazione media europea e mediterranea è legato all'attività di un Vortice Polare che quest'anno a differenza dello scorso, sulle elevate latitudini settentrionali fa fatica a compattarsi.

La discesa di una vasta massa d'aria fredda dalla sede scandinava sin verso l'Europa centro-occidentale è da attribuirsi al sopraggiungere sull'Europa di un lobo stesso del Vortice Polare che condiziona (e condizionerà) il tempo sul nostro continente per diversi giorni.

Tale situazione è agevolata dalla presenza di una QBO negativa che favorisce intensi scambi meridiani polo-equatore mettendo a tacere la zonalità. La situazione è resa ancor più complicata dalla presenza di vaste zona ad anomalia oceanica positiva sulle coste di Terranova, canadesi e nord americane. Queste anomalie invogliano l'anticiclone atlantico ad abbandonare la roccaforte iberica per spingersi in aperto oceano Atlantico di fronte le coste del vecchio continente.

Gli effetti di questa complessa manovra si concretizzeranno già a partire da domani, venerdì 26 ottobre con la formazione e successivo approfondimento di una depressione sul golfo del Leone. Questa depressione tra la sera di domani e le prime ore di sabato 27 andrà a posizionarsi sul mar Ligure approfondendosi sino ad un valore sotto i 990mb.

Domenica 28 il nocciolo di aria fredda a 500hpa contenente al suo interno l'isoterma -30 scivolerà dal golfo del Leone sino alla Corsica ed alla Sardegna abbandonando il Paese solo dal pomeriggio di lunedì 29.

Una pausa che potrebbe durare solo poche ore, con l'arrivo di martedì 30 e mercoledì 31 un nuovo minimo da 995 mb potrebbe investire direttamente le regioni centrali portando un nuovo carico di piogge al centro ed al sud.

La fase conclusiva di questa intensa fase perturbata potrebbe essere giovedì primo novembre con la formazione di una intensa depressione sul Regno Unito. Sull'Italia sopraggiungerebbe così un sistema frontale di tipo caldo che renderebbe il primo giovedì del nuovo mese grigio e piovoso specialmente sulle regioni del nord.

Sintesi previsionale da venerdì 26 ottobre a giovedì primo novembre:

-venerdì 26: peggioramento veloce del tempo sin dalle prime ore della giornata con precipitazioni al nord e al centro, fenomeni più intensi su Liguria, Toscana, Lazio. Sui rilievi alpini quota neve attorno ai 2000m.

- sabato 27:
maltempo su gran parte del Paese con fenomeni soprattutto sulle regioni tirreniche e su quelle settentrionali, con piogge, rovesci, temporali e neve oltre i 1500m sulle Alpi, in calo a 1000m nel corso della serata, specie sul Trentino Alto Adige ed il Cadore. Temperature in diminuzione, specie al nord. Forte circolazione ciclonica dei venti.

- domenica 28: ancora tempo molto instabile, freddo al nord con neve sino a quote collinari, specie su basso Piemonte, Emilia occidentale, Oltrepo Pavese, Appennino ligure. Neve anche su Appennino toscano-marchigiano oltre i 1000m, sul resto dell'Appennino a quote più alte. Temporali sul basso Tirreno. Temperature in ulteriore calo, specie al nord.

- lunedì 29: ancora un fronte in azione sull'Italia. Piogge sparse su basso Tirreno e Sardegna. precipitazioni da stau su Emilia Romagna, Marche e Umbria.

- martedì 30: approfondimento e successiva evoluzione ad est di un nuovo minimo di bassa pressione sul Tirreno centrale. Precipitazioni sparse al centro ed al sud in esaurimento nella notte tra il 30 ed il 31.

- mercoledì 31: breve tregua del maltempo sul Paese. Occasione per ampie schiarite ma in serata aumentano nuovamente le nubi sull'angolo nord-occidentale.

- giovedì primo novembre: la nuova depressione con perno sul Regno Unito determina un nuovo passaggio con molta pioggia attesa soprattutto al nord. Previsione da confermare.
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum