Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Lunedì tornano le piogge al nord, a seguire fase di instabilità al centro-sud

L'anticiclone avrebbe tanta voglia di prendere possesso della Penisola ma non ce la farà. L'Italia rimarrà nel mirino dell'aria fredda per tutta la prima decade di aprile.

La sfera di cristallo - 27 Marzo 2008, ore 15.09

La fase primaverile che vivremo nel prossimo fine settimana non vi illuda. Lunedì è atteso già un nuovo passaggio perturbato a partire dal nord, una manna soprattutto per il Piemonte, dove dall'inizio dell'anno è piovuto pochissimo. La circolazione zonale, che per mesi aveva tenuto banco in inverno, in virtù di un vortice polare più in forma che mai, ora sta per collassare. Una riprova ne sarà proprio il passaggio perturbato di lunedì, in cui la corrente a getto tenderà ad ondulare paurosamente facendo letteralmente "cadere" un cavo d'onda depressionario sullo Stivale. Ne conseguirà la formazione del classico cut-off, cioè si isolerà dal contesto delle correnti un vortice depressionario nell'area mediterranea che, almeno sino a mercoledì 2, renderà il tempo instabile un po' su tutto il Paese a partire proprio dal nord. L'alta pressione, sempre in gran forma (e chi l'ammazza) non riuscirà poi a ricucire lo strappo e sarà costretta a migrare verso nord lasciando il Mediterraneo centrale ancora una volta in balia di una massa d'aria fredda in discesa dal nord Europa. Dal contrasto termico è probabile che ne scaturiscano nuove situazioni perturbate, tutte ancora da "leggere" con attenzione nella tempistica e nella modalità ma comunque molto probabili, almeno nell'impianto generale. Insomma tutto il grande freddo accumulato durante l'inverno nel grande nord ora è stufo di girare come una trottola nelle zone polari e vuol fare conoscenza con la mittle Europa. Dopo i record nevosi in Canada, che hanno stroncato per due mesi il mercato immobiliare (leggi articolo su MeteoLive), ora il Generale Inverno vuole farsi notare sul Vecchio Continente rubando spazio al volto tranquillo, soleggiato e mite della primavera. SINTESI PREVISIONALE SINO A GIOVEDI 3 APRILE 2008 Venerdì 28 marzo: miglioramento al nord, sulla Sardegna e sull'alto e medio Tirreno, tempo ancora incerto sul resto d'Italia con rovesci soprattutto sul medio Adriatico e al sud ma con tendenza a graduale miglioramento con il passare delle ore. Temperature in aumento al nord. Sabato 29 marzo: bel tempo ovunque salvo modesti annuvolamenti sulle creste alpine di confine e residui addensamenti sulle estreme regioni meridionali ma senza conseguenze. Temperature in aumento e clima finalmente primaverile. Domenica 30 marzo: iniziali condizioni di tempo buono ovunque ma con tendenza ad aumento della nuvolosità sulle Alpi occidentali, la valle D'Aosta e la Liguria con locali precipitazioni dalla serata, nevosi sui settori alpini oltre i 1500m. Su tutte le altre regioni il cielo diverrà velato a partire da ovest, al sud e lungo l'Adriatico il cielo rimarrà sereno sino a sera. Temperature in lieve calo su ovest Alpi, stazionarie o in lieve ulteriore aumento altrove. Lunedì 31 marzo: peggioramento al nord-ovest con rovesci diffusi, anche a sfondo temporalesco, nevosi sulle Alpi oltre i 1200m. Tempo in peggioramento anche su Toscana, Umbria, Emilia, Trentino Alto Adige e Veneto occidentale nel corso della giornata con qualche precipitazione, altrove irregolarmente nuvoloso con qualche occhiata di sole. Temperature in forte calo al nord-ovest, più lieve altrove. Martedì 1° aprile: tempo perturbato al nord e al centro ma con fenomeni più sporadici sulle Venezie e l'arco alpino occidentale, più forti tra Liguria, Toscana e Lazio, anche a carattere di rovescio o temporale. Neve su nord e centro Appennino oltre i 1000-1200m. Al sud peggioramento sulla Campania con rovesci, altrove nuvolosità variabile in intensificazione sulla Calabria con locali piogge. Temperature in calo al centro, stazionarie altrove. Mercoledì 2 aprile: instabile al sud e sul medio Adriatico con rovesci anche temporaleschi e nevicate a quote medie in Appennino, tempo in miglioramento al nord, sulla Sardegna e sulle centrali tirreniche. Temperature in calo al sud. Giovedì 3 aprile: al nord aumento della nuvolosità nel corso della giornata ma ancora senza precipitazioni, bel tempo sulle regioni centrali, residua instabilità al sud e sulla Sicilia con qualche sporadico rovescio. Temperature in aumento al meridione.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 15.40: A14 Bologna-Ancona

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Faenza (Km. 64,5) e Imola (Km. 50,1)..…

h 15.39: A14 Pescara-Bari

problema rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato causa ripristino urgente fondo stradale nel tratto compreso tra Val Di Sangro (..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum