Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La "Sfera" vede il GENERALE INVERNO

E'ancora accampato sul grande nord ma lancerà presto la prima offensiva

La sfera di cristallo - 11 Dicembre 2000, ore 15.23

Sembra il momento giusto, l'alta pressione offrirà presto il fianco alla prima vera incursione fredda stagionale da nord-ovest. Era ora diranno i nostri fedeli lettori!!! Beh è da qualche giorno che si prospettava questa soluzione, ora non si parla però più di "fantameteo" ma di concrete possibilità che un minimo depressionario, generato proprio dal fronte freddo che venerdì sera valicherà le Alpi, possa richiamare sulla Penisola aria artica continentale che dovrebbe portare il termometro vicino ai meno 8°C intorno ai 1500 m sulle Alpi, dapprima sul nord-ovest e poi sul NE. Questo significa che fintanto che persisteranno forti venti nella libera atmosfera, alla quota di 3000 m potrebbero esserci anche valori dell'ordine dei -18°C. Staremo a vedere. Una robusta irruzione di aria fredda di quel genere, favorita anche da una temporanea rimonta anticiclonica sull'Europa occidentale fino alle Isole Britanniche, non può che modificare radicalmente lo scenario europeo ma soprattutto regalerà al sud piogge molto preziose ed attese. La neve cadrà certamente sugli Appennini e sui versanti esteri delle Alpi, mentre in tali condizioni il versante sud-alpino risentirà di un vento di caduta molto sostenuto, da leggersi foehn ma senza pensare ad un riscaldamento. Si tratterà di un favonio freddo, turbolento sulle Alpi che sul versante sopravvento darà luogo alle prime nevicate stagionali fino in pianura. Da noi le regioni deputate a ricevere neve fino a quote basse (500-600 m) saranno in un primo tempo le Marche, l'Umbria, l'Abruzzo, ma una bella coltre di neve potrebbe cadere anche sui rilievi laziali, nell'aquilano, sui Simbruini, sui Cimini e sui Volsini. Rapido passaggio anche sull'Appennino tosco-emiliano, mentre i fenomeni nevosi dovrebbero sfondare anche sull'Appennino meridionale entro lunedì 18. Al nord al passaggio del fronte fiocchi banchi possibili lungo la valle dell'Adige fino a 600-700 m e rovesci sparsi sul Triveneto e sulla Romagna, difficile pensare a neve fino in pianura perché l'aria fredda arriverà dopo, richiamata dalla depressione. Al nord-ovest tempo asciutto. Insomma, riassuntino: fino a venerdì potete riposarvi, poi avanti con la fanteria: un fronte freddo bussa alle Alpi e nella notte su sabato fa il suo poderoso ingresso sulla Penisola, foehn al nord-ovest, dapprima calduccio, poi sempre più gelido. Temporali e rovesci anche nevosi, a quote realtivamente basse si estenderanno entro domenica 17 alle zone già citate e lunedì la formazione di un minimo sul meridione li accentuerà maggiormente, con la neve che dovrebbe guadagnare anche i rilievi campani e forse martedì 19 anche Pollino e Sila, ma andare oltre il 18 sembra quasi un sacrilegio, perchè già così con la previsione si rischia molto. Comunque finalmente possiamo sperare che l'inverno si conceda un pò alle nostre latitudini e chissà che per Natale sotto l'albero non arrivi qualche altra gradita sorpresa. Vi ricordiamo che a causa delle numerose richieste, "la Sfera di Cristallo" sarà on-line per tutto il mese di dicembre anche il sabato e durante le feste natalizie, escluso ovviamente il giorno di Natale.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum