Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

LA SFERA DEL SABATO

Situazione molto complessa per la prossima settimana. Cerchiamo di tracciare una linea di tendenza da lunedì 29 dicembre a domenica 4 gennaio.

La sfera di cristallo - 27 Dicembre 2003, ore 11.01

Dopo il transito della perturbazione, che tra domenica 28 e lunedì 29 dicembre rallenterà la sua corsa a causa di un minimo tra il Mar Ligure e il Tirreno, altri impulsi di aria instabile potrebbero venire a farci visita, determinando tempo a tratti perturbato sul nostro Paese. L’alta pressione delle Azzorre continuerà a “troneggiare” tra la Penisola Iberica e il vicino Atlantico. Sul suo bordo orientale scorreranno correnti fredde da NW che si getteranno nel Mediterraneo attraverso la Valle del Rodano. Inutile dire che il contrasto tra le suddette correnti e le acque calde del Mare Nostrum darà un ulteriore contributo di energia ai fenomeni sul nostro Paese, che tra venerdì 2 e sabato 3 gennaio potrebbero divenire diffusi. Una settimana dal tempo instabile quindi, durante la quale gli amanti del tempo “movimentato” non si annoieranno di certo. SINTESI PREVISIONALE FINO A DOMENICA 4 GENNAIO. Lunedì 29 dicembre: tempo instabile su tutto il Paese, con piogge e nevicate al nord a quote superiori a 800 metri, ma localmente a quote più basse nei fondovalle alpini. I fenomeni tenderanno temporaneamente ad attenuarsi in giornata sul nord-ovest, in parte anche sul medio-alto Tirreno e sulla Sardegna. Temperature in calo al nord, stazionarie altrove. Martedì 30 dicembre: tempo ancora instabile ovunque, con possibilità di precipitazioni anche a carattere di rovescio. Possibili nevicate a quote attorno a 700-800 metri al nord. Temperature in generale calo. Mercoledì 31 dicembre: migliora al nord, tranne addensamenti sull’Emilia Romagna e sul basso Veneto. Tempo incerto al centro e al sud con piogge e nevicate sull’Appennino centrale al di sopra dei 900 metri. Temperature pressoché stazionarie. Giovedì 1 gennaio 2004: ultimi addensamenti al sud e sul medio Adriatico, con residue precipitazioni e tendenza a miglioramento. Su tutte le altre regioni giornata discreta, ma con nubi in aumento in serata al nord. Venerdì 2 e sabato 3 gennaio: tempo perturbato su tutta la Penisola. Nevicate al nord a quote molto basse, se non in pianura. Possibili temporali sulle regioni tirreniche e al sud. Venti forti ovunque. Domenica 4 gennaio: migliora al nord, ancora tempo perturbato al centro e al sud con precipitazioni.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum