Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La giocata del campione

Più che un anticiclone si può proprio parlare di vera e propria fortezza. Per espugnarla il maltempo tenterà di giocare la carta della quota con una "goccia fredda" che nella giornata di martedì 8 gennaio proverà ad abbracciare le Alpi. Il tentativo sembra però destinato al fallimento e l'anticiclone dominerà ancora, seppur indebolito, sino a sabato 12 gennaio.

La sfera di cristallo - 3 Gennaio 2002, ore 15.34

Nel calcio vi sono partite in cui c'è un tale equilibrio che solo la giocata di un campione saprebbe cambiarle il volto. Nella situazione meteo di questi giorni l'equilibrio non c'è, c'è un solo dominatore: l'anticiclone europeo. Dall'altra parte c'è una depressione d'Islanda quasi inesistente, un Atlantico sfinito, privo di idee e di fantasia. D'altro canto non si possono nemmeno sempre aspettare i miracoli da est per veder piovere o nevicare. L'anticiclone raggiungerà il massimo della sua forza sabato, piazzando circa 1040 mb tra il nord Italia e l'Austria, ammassando il freddo sulle pianure e facendo gradualmente risalire le temperature in quota e lungo i litorali. Perchè questo tepore? Perchè siamo di fronte ad un anticiclone a cuore caldo, cioè dimamico che vive sul meccanismo della subsidenza, dell'inversione termica, dell'inibizione dei moti verticali. Certo il freddo in arrivo contribuirà a gonfiare ancor più questo mastodontico colosso, ma non è il freddo il suo alimento nutrizionale, così come invece lo è per gli anticicloni termici. Per smantellare questo bestione ci vorrebbe davvero la giocata del campione, di un grande campione. Non sarà certo Maradona la "goccia fredda" che si scaverà in quota sulla Germania tra lunedì 7 e martedì 8 gennaio, ma ha grinta da vendere e con un misero -3° a 1500 m cercherà di filtrare tra le maglie avversarie. L'obiettivo più probabile sembra quello francese attraverso un cammino piuttosto irregolare, tipico di questi strappi ciclonici in quota. Si tratterebbe di un minimo chiuso, inizialmente non alimentato che sarebbe in grado di proporre correnti da SW sulle Alpi. Ammesso e concesso che riesca entro martedì sera ad appoggiarsi all'arco alpino, giacchè le probabilità restano basse, sarebbe in grado di produrre qualche nevicata a quote collinari sul nord Italia e deboli piogge sulla Toscana, con l'intenzione di richiamare aria fredda dall'est europeo. Ma la giocata del campione potrebbe risultare inutile se l'anticiclone si ostinasse a resistere in quota come ci mostrano le interpolazioni previste per i giorni successivi. Risultato? Colmamento e assorbimento del minimo e condizioni anticicloniche su tutta la Penisola sino a sabato 12 con pressione sufficientemente livellata e occasione utile per la formazione di foschie e nebbie. Le temperature si stempereranno ulteriormente in quota e lungo i litorali, mentre si manterranno relativamente basse in Pianura Padana e nelle valli interne del centro. Insomma "La Sfera" non vede nemmeno oggi una vera azione di sfondamento contro la fortezza anticiclonica.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.23: A19 Palermo-Catania

incidente

Incidente a 1,43 km prima di Allacciamento A20 Messina-Palermo (Km. 38) in direzione Svincolo Pal..…

h 17.19: A10 Genova-Ventimiglia

coda

Code per 1 km nel tratto compreso tra Bordighera (Km. 145,8) e Confine Di Stato (Km. 158,1) in di..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum