Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'ostacolo delle Alpi

I fronti freddi non sono dei grandi "scalatori" e spesso siflano oltralpe senza entrare nel bacino del Mediterraneo. La prossima settimana la sfida si rinnoverà.

La sfera di cristallo - 1 Giugno 2001, ore 14.37

Chi impedisce all'aria fredda di trovare percorsi alternativi per scavalcare le Alpi? Ma l'alta pressione naturalmente che la costringe a seguire una corsia oblligatoria che finisce per penalizzare il nord-est e lasciare sotto il tiepido Favonio il nord-ovest. La deviazione non è da poco, perchè taglia fuori dai temporali anche il resto della Penisola, se si eccettua qualche fenomeno locale. Il fronte subisce dunque una grossa deformazione superando la catena alpina nord-occidentale: il gruppo del Rosa e del Bianco sono ostacoli insormontabili se lo spessore dell'aria fredda è modesto; e anche se la superficie di discontinuità tenderà a riformarsi un centinaio di km più a sud, non potrà mai essere tanto attiva se il bocchettone del serbatoio d'aria fredda che lo alimenta posteriormente è parzialmente ostruito da qualche "tappo". Il "tappo" è l'alta pressione che dopo aver deviato il primo afflusso freddo nella giornata di ieri, tenterà la stessa impresa anche nel week-end, ma a nostro giudizio, il tentativo questa volta riuscirà solo parzialmente. L'aria fredda legata al secondo impulso si presenta infatti non come una "pozzanghera" ma come un vero e proprio "lago" che troverà sicuramente la forza di incanalarsi nella Valle del Rodano, sfruttando anche l'effetto Venturi, per dar manforte all'ondata temporalesca. L'episodio, comunque si concluda, (leggete le nostre previsioni per capire come la pensiamo noi), porterà una gran bella rinfrescata. Da lunedì l'alta pressione però riprenderà forza con i suoi 1024 mb e chiuderà tutti i boccaporti alle incursioni da nord, assicurandoci sole pieno e temperature in nuovo moderato aumento. Sarà però un breve intervallo, perchè mercoledì 6 sembra prefigurarsi un bel colpo di scena: l'alta perde colpi anche sulla Francia e sui Pirenei si andrà ad adagiare un cavo d'onda che farà orientare le correnti in quota al settore sud-ovest. Di conseguenza mercoledì sera un nuovo passaggio temporalesco investirà tutto il nord Italia senza che le Alpi possano aprire bocca, e giovedì 7 sembra che tutto possa traslare anche verso il centro-sud. Da venerdì riprenderà vigore un flusso nord-occidentale ma c'è ancora molto da interpretare tra queste isobare ed isoipse così ingarbugliate, vi aspettiamo pertanto lunedì.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.07: A30 Caserta-Salerno

blocco vento-forte

Tratto chiuso causa vento forte nel tratto compreso tra Palma Campania e Nocera Pagani (Km. 40) i..…

h 19.07: A1 Firenze-Roma

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento A24 Roma-Teramo (Km. 561,7) e Allacciamento Dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum