Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'inverno ha fretta intanto la depressione mediterranea continuerà ad influenzare il tempo sull'Italia

Previste ancora delle piogge, questa volta anche sull'alto medio-Tirreno e al nord. Poi, attenzione all'artico...

La sfera di cristallo - 22 Ottobre 2007, ore 14.40

Lo spettro di un inverno GELIDO spaventa un po' tutti in Italia: dalle istituzioni, ai serristi. La loro campagna, che punta a far credere che la Terra avrebbe un febbrone da cavallo, risulterebbe in parte vanificata da una stagione invernale d'altri tempi e metterebbe in crisi l'effetto Gore. Se avete un briciolo di tempo controllate cosa è accaduto al nostro sondaggio dopo il nobel attribuito all'Ex Vice Presidente Americano. "Se gli danno un Nobel" commenta l'uomo della strada "vuol dire che ha ragione", anche se in realtà magari si sbaglia e di grosso. Ma in Italia su questo punto ormai non si può più parlare. Viene quasi voglia di dire: fatevi pure fregare. L'inganno corre sul web anche per le scie chimiche, le chemtrails. Pur di portare acqua al proprio mulino e di convincere la gente, del tutto ignorante in materia, che le scie chimiche siano una nuova potentissima arma in mano agli americani per modificare il clima e per provocare gravi problemi di salute alla popolazione, hanno lanciato via web una campagna assurda in cui NORMALISSIME NUBI vengono in realtà dipinte come risultato di ignobili esperimenti criminali. E così le mammae di un temporale vengono viste come la malformazione di un embrione nel grembo della madre, per non parlare dei cirri Kelvin-Helmotz, oppure le nubi lenticolari che sembrano degli ufo e che invece altro non segnalano che il passaggio di una forte corrente a ridosso di un sistema montuoso, senza parlare dei cirri sparati dalla corrente a getto, dipinti come aghi del demonio, o l'ombra pluviometrica indotta dal foehn appenninico scambiata per un esperimento riuscito, l'incudine di una supercella temporalesca come la trasformazione più grave della chemtrails, ma vi rendete conto come sia possibile diffondere queste informazioni facendole credere supportate da chissà quali studi scientifici??!!! Tutto questo mi fa paura, paura che la gente non capisca e ci caschi, paura che ormai gli altri ragionino per voi. Torniamo all'inverno. Si diceva che questa terza irruzione fredda dall'inizio dell'estate ha colpito duramente il Paese e che ancora la depressione che si è originata venderà cara la pelle danzando nel Mediterraneo per più giorni con l'idea di far piovere (spirito democratico) laddove fino ad ora di acqua se n'è vista poca: cioè su alto-medio Tirreno e settentrione. Questa dunque l'evoluzione per il resto della settimana. E poi? Incernierata da una grossa cellula di alta pressione la nostra depressione cercherà rinforzi e probabilmente li troverà in una nuova colata di aria artica che proverà in 2 tempi ad infilarsi nel Mediterraneo rompendo il famoso ponte di Woejkoff, il punto centrale e più sottile che collega due anticicloni. Il tutto tra la fine del mese di ottobre e i primi giorni di novembre, confermando quanto si dice da alcuni giorni: l'inverno ha fretta, ha paura della Nina e vuole sfruttare tutti gli indici favorevoli possibili per dire la sua fino alle basse latitudini. Per questo le proiezioni americane stoppano il Generale da gennaio in poi, lasciando invece intendere che fino a dicembre potremmo davvero ricevere delle belle scoppole fredde, sempre che il Vortice Polare non sprigioni troppa energia, che la QBO seguiti a mantenersi negativa, che la Nao faccia altrettanto, che il sole non si svegli, che l'AMO non faccia lievitare troppo presto l'alta pressione, insomma potremmo star qui per ore a raccontarvi di quanti elementi devono andare ad incastro perchè l'inverno possa dire la sua da subito in Europa. Un Generale che quest'anno è temuto da tutti, perchè se arrivassimo al black-out invernale, c'è il rischio concreto che si torni a parlare di nucleare o perlomeno di rigassificatori in grande stile. SINTESI PREVISIONALE SINO A LUNEDI 29 OTTOBRE 2007 Da martedì 23 a giovedì 25 ottobre: generale variabilità, ancora qualche fenomeno sparso a spasso per l'Italia centro-meridionale ed il nord-est, in estensione anche al resto del settentrione. Temperature in graduale aumento, specie al centro-sud con limite delle nevicate sui 1400m al settentrione e nuovamente relegate alle cime appenniniche altrove. Venerdì 26 e sabato 27 ottobre: fase di maltempo al settentrione e sul centro Italia, specie regioni tirreniche e Sardegna con retrogressione della goccia fredda e formazione di un nuovo minimo questa volta appunto a ridosso del Tirreno centrale, temperature in leggero calo al settentrione e neve fin verso i 1200m, al centro-sud invece mite per venti meridionali in intensificazione. Domenica 28 ottobre: generale miglioramento a partire dal centro-sud, ancora tempo incerto al nord con residue precipitazioni sull'arco alpino. Lunedì 29 ottobre: non c'è tregua, l'instabilità tende a ripresentarsi un po' ovunque. Da seguire da qui in poi il comportamento del Vortice Polare.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.32: A1 Firenze-Roma

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Firenze Certosa (Km. 295,5) e Firenze Sud (Km. 300,9) in direzi..…

h 19.29: SP5(MI) Milano-Monza

tstorm vento-forte

Pericolo generico a Incrocio SP527-Monza AVVISO DI CONDIZIONI METEOROLOGICHE AVVERSE: DALLA SERA D..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum