Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'inverno entra nel vivo: dal week-end tornano pioggia, neve, vento e un generale calo delle temperature

Sabato ultime ore di attesa, poi da domenica parte la staffetta perturbata che ci porterà almeno fino a mercoledì 16. Giovedì 17, dopo una breve tregua, ecco una nuova perturbazione far breccia dalla Sardegna in direzione del nostro meridione, dove insisterà con nuovi fenomeni almeno fino a tutto venerdì 18. Intanto una nuova perturbazione si farà strada dalla Francia verso il nostro settentrione...

La sfera di cristallo - 11 Gennaio 2013, ore 15.35

 L'inverno torna a bussare alla porta dell'Italia. Non lo fa con la crudezza del gelo, fenomeno estremo naturalmente atipico del clima nostrano, ma con la più consona e sobria severità di fenomeni piovosi, nevosi, vento forte, anche associati ad un generale, seppur moderato calo delle temperature. Freddo sarà dunque, così come vi avevamo promesso, un freddo normale per la stagione e che si farà sentire un po' ovunque, ma soprattutto al nord e in parte anche al centro.

Il sud risentirà inizialmente di una miscela d'aria un po' più temperata, stante la posizione dei nuclei depressionari in questione, tutti sbilanciati sui nostri mari centro-settentrionali. Attenzione però, anche il meridione in settimana avrà la sua parte di freddo invernale. Dopo la prima trance di tempo perturbato, quella attesa tra domenica 13 e mercoledì 16, sopraggiungerà di gran carriera la seconda, che prenderà il via a partire dalla sera di giovedì 17 e insisterà probabilmente fino a tutto venerdì 18, dapprima sulla Sardegna poi, come detto, segnatamente al meridione.

In questo frangente su queste regioni è atteso, come detto, un generale calo delle temperature e un conseguente abbassamento delle quote neve sull'Appennino meridionale.

Frattanto ecco farsi avanti dalla Francia una terza "rata" di maltempo, quella che nel pomeriggio  di venerdì 18 gennaio si appoggerà alle Alpi con tutta l'intenzione di oltrepassare la barriera e far breccia sulla nostra Penisola nella giornata successiva. Si attueranno così i buoni propositi di una stagione che, uscita dal letargo, sarà in grado ora di arginare l'esuberanza dell'alta pressione,.puntando verso un periodo di forma ottimale.

SINTESI PREVISIONALE FINO A VENERDI 18 GENNAIO 2013

SABATO 12 nuvolosità sparsa ma senza fenomeni degni di nota e anche intervallata da schiarite, più ampie e frequenti al sud e sulle Isole Maggiori. Ventoso al sud e sulle Isole. 

DOMENICA 13 peggiora al nord, al centro e sulla Sardegna, con precipitazioni frequenti, nevose a tratti fino al piano su basso Piemonte, bassa Lombardia ed ovest Emilia, a quote collinari sul resto del nord. Rovesci su Spezzino, Toscana, Umbria e Lazio, con quota neve mediamente posta intorno a 800 metri. Qualche scroscio anche in Campania, con neve sopra i 1300 metri. Variabilità sul resto d'Italia. Ventilazione sostenuta da sud-ovest ad eccezione della val Padana. Temperature in diminuzione al nord e al centro.

LUNEDI 14 giornata per gran parte piovosa, con nevicate ancora possibili a quote molto basse al nord, intorno a 600-800 metri al centro, tra 1000 e 1500 metri al sud. Variabilità, con prevalenza di tempo asciutto sul medio Adriatico, sud e Isole Maggiori. Lieve rialzo termico al sud, freddo altrove.

MARTEDI 15 una nuova perturbazione si inserisce nella circolazione depressionaria riattivandola. Al mattino variabilità, cui seguirà un nuovo peggioramento con precipitazioni diffuse. Neve ancora a tratti fino in pianura al nord, a quote basse al centro, verso i 1500 metri al sud, dove seguiterà a scorrere aria temperata. Più freddo al centro-nord.

MERCOLEDI 16  persistono condizioni di tempo compromesso su quasi tutta l'Italia, ad eccezione del nord-ovest, dove in giornata si farà strada un certo miglioramento. Più freddo anche al sud.

GIOVEDI 17 qualche incertezza al sud, ma con tempo in miglioramento. Bello altrove ma con rapido peggioramento dal pomeriggio in Sardegna per una nuova perturbazione in arrivo dalla Francia. Lieve rialzo termico diurno sui settori peninsulari.

VENERDI 18 migliora in Sardegna, instabile al sud con rovesci e neve anche a quote medio-basse in montagna. Bello altrove ma con nubi in aumento al nord e nuove nevicate prima di sera lungo la cresta alpina. Temperature stazionarie su valori pari o leggermente inferiori alla norma.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.35: A6 Torino-Savona

tstorm

Temporale nel tratto compreso tra Carmagnola (Km. 13,1) e Ceva (Km. 81) in entrambe le direzioni..…

h 19.34: A4 Milano-Brescia

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Di Pero e Svincolo Sesto San Giovanni-..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum