Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'estate prova a forzare i tempi, ma deve guardarsi le spalle

L'analisi tra più indici non basterà a sciogliere il nodo previsionale per i primi di luglio: se il break fresco e temporalesco abbozzato per i primi di luglio fallisse, l'estate difficilmente verrebbe poi facilmente scalfita. Intanto, nonostante qualche temporale qua e là, giugno finirà con prevalenza di sole e con caldo moderato.

La sfera di cristallo - 24 Giugno 2010, ore 15.10

Mentre l'estate cerca di trovare un'identità, gli esperti cercano di capire se, ed in che modo, sarà in grado di dominare la scena mediterranea.

Innanzitutto si è notato come la linea di convergenza intertropicale si sia portata sopra la media trentennale, dopo aver trascorso un lungo periodo a batter fiacca. Questo potrebbe far pensare ad un innalzamento del flusso zonale atlantico e di conseguenza ad una affermazione franca dell'anticiclone anche sul nostro Paese, con le ondulazioni del getto limitate al nord Europa.

Si tratterebbe di una soluzione troppo semplice ed anche innaturale, perchè presupporrebbe che fosse l'unico elemento in grado di dirigere le operazioni in atmosfera. Per fortuna, oppure (per gli amanti del caldo costante) per sfortuna, non è così.

C'è infatti anche il vortice polare che vuol dire la sua e il suo dinamismo sarà sufficiente per mantenere ben calibrato il flusso zonale, c'è l'oscillazione nord atlantica che sta per attraversare una fase negativa e questo potrebbe indurre a pensare alla presenza di aree anticicloniche nel nord del Continente, c'è un'anomalia negativa delle acque superficiali atlantiche nient'affatto da trascurare. 

C'è inoltre il modello che, raccogliendo i cocci di quanto esposto, prova ad abbozzare l'affondo di una saccatura  in discesa verso il Mediterraneo, in concomitanza con una frenatina del getto, intorno ai primi di luglio (3-4 luglio). Questo si tradurrebbe in una rinfrescata temporalesca al centro-nord. Se poi la frenata dovesse risultare più importante, la parola break verrebbe trasformata in guasto, con tutte le conseguenze del caso e le ricadute turistiche negative.

Qual è allora l'ipotesi più probabile per MeteoLive?
Non certo quella dell'anticiclone "uber alles", che non sarebbe poi nemmeno tanto cattivo, perchè di radice azzorriana, ma nemmeno quella del guastone da incubo, più facile la situazione intermedia, quella da break temporalesco, breve ma efficace, senza gravare troppo sull'economia del Paese. Del resto, sommando tutti gli indici, al momento sarebbe questa la previsione più percorriibile.

Per completezza d'informazione (di carne oggi ne ho messa troppa al fuoco) ecco anche una quarta via, quella presentata in figura, con l'affondo saccaturale che c'è ma resta ad ovest e con l'Italia visitata da un'onda africana. Allora forse è meglio l'azzorriano...

Intanto non preoccupatevi, sino ai primi di luglio non accadrà nulla di vistoso, se si eccettua una temporanea accentuazione dell'attività temporalesca nell'imminente fine settimana, che riguarderà comunque soprattutto i monti.

SINTESI PREVISIONALE sino a giovedì 1 luglio 2010:
venerdì 25 giugno: qualche colpo di tuono sui monti nel pomeriggio sia sulle Alpi che sul centro-nord Appennino, per il resto abbastanza soleggiato, salvo temporanei addensamenti.

sabato 26 giugno: accentuazione dell'attività temporalesca sui rilievi alpini ed appenninici con temporali sparsi pomeridiani e pre-serali. Un impulso temporalesco più organizzato potrebbe coinvolgere anche la Valpadana nella notte su domenica, accompagnato al suolo da venti da est. Caldo ovunque moderato.

domenica 27 giugno: tempo in miglioramento sul nord-est, ancora tempo instabile sul resto del Paese con piovaschi al nord-ovest in attenuazione e temporali pomeridiani lungo tutta la dorsale appenninica centro-meridionale, lieve calo termico.

lunedì 28 giugno: bel tempo ovunque e clima più caldo.

martedì 29 giugno: ancora bel tempo e clima estivo, pochi fenomeni temporaleschi pomeridiani su Alpi ed Appennino.

mercoledì 30 giugno e giovedì 1 luglio: accentuazione dell'attività temporalesca sulle Alpi e da giovedì anche sul nord-ovest, caldo altrove con qualche punta attorno a 32°C.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.38: A51 Via Raffaele Rubattino incrocio Tangenziale Est Di Milano

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Lambrate: Melzo - Dogan..…

h 18.38: A56 Tangenziale Di Napoli

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Doganella (Km. 19,8) e Corso Malta (Km. 19,4)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum