Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'artico alla conquista dell'Europa per San Silvestro

Quella che leggerete è solo una previsione a lungo termine. Se siete facilmente meteo-impressionabili o troppo razionali, non "cliccate" sul titolo dell'articolo, se invece emozioni meteorologiche forti ma di incerta realizzazione futura non vi spaventano, entrate nella... "sfera di cristallo"

La sfera di cristallo - 23 Dicembre 2000, ore 14.23

Oggi cercheremo di parlare in modo estremamente elementare per far comprendere anche al grande pubblico quale sarà la sorte meteorologica dell'Italia per la fine dell'anno. Abbiamo già detto nei giorni scorsi che la formazione di un robusto anriciclone sulla Groenlandia e sull'Islanda, avrebbe chiuso per un pezzo i contatti dell'Europa con l'Atlantico. Perché è tanto importante la porta dell'Atlantico? Semplice: grazie a lui l'aria mite connessa alla Corrente del Golfo percorre migliaia di Km e raggiunge l'Islanda, il Regno Unito e la Penisola scandinava, assicurando una navigazione libera da ghiacci sul mar di Norvegia e mitigando quindi notevolmente la temperatura di quelle zone. Ma se sbarriamo la porta a quell'aria c'è il rischio di trasformare mezza Europa in una ghiacciaia, nonostante la presenza del Mediterraneo. Sapete dove vogliamo arrivare no? Avete capito cosa stiamo per dirvi: allora concentratevi bene per leggere queste poche righe che riassumono la situazione. La posizione nella quale le carte pongono l'Anticiclone che dovrebbe mandarci nel congelatore è diversa da quella che si prefigurava nei giorni scorsi; infatti sembra nascere un idillio con l'alta pressione delle Azzorre, un patto certamente singolare e che pare sia deputato a durare nel tempo, per MOLTo tempo: quasi 10 giorni. E qui..apriti cielo, sul suo bordo orientale sta già scendendo aria artica, RIPETIAMO aria che arriva dallo Spitzbergen. Provate un po' a cercarlo sulla carta se siete bravi! Ebbene, quest'aria gelida, con valori attorno a -30°C, -35°C a 1500 m, dovrebbe invadere prodigiosamente la Scandinavia ma, invece di puntare come sembrava ieri verso l'Ucraina, sembra prendere direttamente la strada della Germania, della Polonia e dell'Austria, per tentare di raggiungere un minimo depressionario che nel frattempo si sarà attardato sulle regioni del basso Adriatico, risultato della vecchia circolazione che vivremo per Natale. La cosa sembra addirittura anticipata al 29, ma quello che non convince, a parte l'imponenza della massa fredda, evidenziata dal colore viola che vedete sulla carta, è il fatto che tutto questo gigantesco iceberg vada spegnendosi proprio a contatto con il Mediterraneo. Certamente molte regioni italiane vivrebbero giornate molto fredde e la neve, dopo una apparizione al centro-sud, specie sull'Adriatico, potrebbe farsi viva anche al nord Italia, ma il grande freddo, quello crudo, sembra arenarsi aldilà delle Alpi. Con la promessa che ormai sono molti i segnali che ci inducono a pensare che ad attenderci sarà un periodo "storico", ma con la consapevolezza che saranno ancora molti gli aggiustamentei e i cambi di rotta, vi auguriamo un Buon Natale e vi aspettiamo nella "sfera" il 27 dicembre.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum