Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'aria fredda risponde all'alta pressione e nel lungo termine le previsioni si complicano

Inopinata risposta dell'aria fredda al tentativo di strapotere anticiclonico nell'area mediterranea. Così per la prima decade di ottobre si passa da una previsione di stabilità convincente ad una di moderata variabilità, con possibili cali termici.

La sfera di cristallo - 1 Ottobre 2009, ore 15.38

La parola d'ordine in redazione è la seguente: "basta bruciarsi con il freddo". Può apparire un non-sense, un ossimoro, eppure è proprio l'espressione più adatta in questi casi. Nel senso che spesso i modelli hanno tracciato scenari anche molto credibili e convincenti di autunno imminente, primi freddi e tempo perturbato, una sorta di canto delle sirene, e noi, a differenza di Ulisse, non ci siamo fatti legare all'albero della neve, ma ci siamo lasciati sedurre da quel canto armonioso, soave che sottendeva dinamismo meteorologico, variabilità, vento, sbalzi termici. In realtà non avevamo fatti i conti con l'alta pressione, perdendo anche di vista la possibilità che il rallentamento temporaneo del vortice polare e la discesa dell'indice Nao, potessero tradursi in un'offensiva delle saccature in discesa dal nord Europa NON nel cuore del Mediterraneo centrale, bensì per l'ennesima volta diretta verso le Canarie, il Portogallo, come poi sarà. Quel freddo nordico verrà risucchiato dalla presenza dell'ennesima depressioncina vagante. Ora che abbiamo corretto la rotta certamente non abboccheremo nuovamente ad un altro scherzetto dei modelli. Infatti nelle ultime ore sta emergendo la possibilità che i vortici freddi reagiscano alle "libagioni" anticicloniche sullo Stivale, progettando nuove sortite, con ferma volontà di arrivare all'obiettivo entro la fine della prima decade di ottobre. In effetti la persistenza di una massa d'aria così mite nell'area mediterranea da così tanto tempo, senza che non intervenga dal nord Europa qualche manovra di riequilibrio termico va quasi contro ogni legge di fisica dell'atmosfera che conosciamo. Passi la legge della persistenza, ma tutto ha un limite e l'atmosfera lo sa bene. Nonostante questo però tutto potrebbe avvenire in modo molto soft, cioè leggero. Si tratterebbe, a quanto sembre di capire, di un'azione erosiva lenta, votata prima alla presa di possesso dell'Europa centrale, altro obiettivo ambito dall'aria fredda, e poi, di qualche timida sortita anche oltralpe. Venendo però al dunque, cioè a quello che interessa di più e concretamente gli italiani, cioè: "allora sole o pioggia?", possiamo dire che nel week-end 3-4 ottobre il tempo guarirà quasi ovunque salvo qualche residuo fenomeno al sud e farà appena un po' più fresco al mattino. Lunedì ci sarà un primo disturbino al nord, che si troverà sull'estremo lembo meridionale della corrente legata al grande vortice scandivavo, con passaggio di un debolissimo fronte. Poi pausa anticiclonica con annesse altre ottobrate milanesi, romane leccesi etc. Infine ecco da giovedì un altro tentativo: altra aria fredda proverà a muovere verso il centro Europa preceduta da una perturbazione, che difficilmente però riuscirà a sfondare oltralpe. Seguite comunque tutti gli aggiornamenti... SINTESI PREVISIONALE sino a giovedì 8 ottobre: venerdì 2 ottobre: temporalesco al centro-sud, con fenomeni localmente intensi lungo il versante tirrenico, migliora su Toscana e Sardegna, qualche rovescio al mattino anche sull'estremo nord-est (coste venete, giuliane, romagnole), in attenuazione dal pomeriggio. Bello al nord-ovest. Temperature in calo al centro-sud. sabato 3 ottobre: ancora instabile sull'estremo sud, con qualche rovescio o temporale tra Salento, Calabria Jonica, Sicilia orientale, tendenza a miglioramento, tempo bello altrove, salvo un po' di nubi sul Piemonte al mattino. Fresco al mattino, mite al pomeriggio. domenica 4 ottobre: bel tempo ovunque al mattino, nel pomeriggio nubi stratiformi in aumento al nord e un po' di nubi basse in arrivo dalla sera sul Levante ligure e l'alta Toscana, per il resto bel tempo e giornata dal clima mite. lunedì 5 ottobre: al nord nuvoloso con qualche debole pioggia, più probabile su Liguria ed arco alpino, quota neve molto alta. Al centro nubi sulla Toscana con locali piovaschi sul nord della regione, altrove poco nuvoloso. Temperature in lieve calo al nord per mancanza di soleggiamento. martedì 6 ottobre: al primo mattino qualche isolato temporale tra Spezzino, Carrarese e Viareggino, ma con tendenza a miglioramento, nubi sparse sul resto del nord ma in attenuazione e passaggio a cielo poco nuvoloso. Modesti passaggi nuvolosi anche al centro ma in un contesto almeno in parte soleggiato, sereno o quasi al sud e sulle isole. mercoledì 7 ottobre: giornata soleggiata e mite. giovedì 8 ottobre: nuovo aumento della nuvolosità al nord e sul medio ed alto Tirreno per un richiamo di correnti da sud-ovest. (evoluzione tutta da decifrare).

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.40: A4 Milano-Brescia

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Di Pero e Svincolo Di Cormano (Km. 131..…

h 09.39: A50 Via Sandro Pertini incrocio Tangenziale Ovest Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti per 5,2 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Na..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum