Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L’anticiclone scandinavo continuerà a dettar legge

Nei prossimi giorni verremo investiti da alcune perturbazioni deboli o moderate che porteranno brevi fasi con piogge e temporali al centro-sud, mentre il nord sarà più protetto dalla cupola anticiclonica sull'Europa centro-orientale almeno fino a lunedì

La sfera di cristallo - 11 Dicembre 2002, ore 16.39

Ormai l’afflusso di aria fredda siberiana ha esaurito il suo compito, e come spesso accade in tali occasioni sta per lasciare il posto a correnti più miti ed umide dal Mediterraneo occidentale. Ma questo cambio della guardia sarà definitivo? A quanto pare le perturbazioni provenienti da ovest dovranno “sudarsi” la conquista del nostro Paese, visto che sull’Europa orientale continuerà ad essere presente un anticiclone formato da due parti ben amalgamate fra loro: una prettamente dinamica (ossia ben strutturata a tutte le quote) sul Mare del Nord e la Scandinavia, ed un’altra puramente termica (generata dal peso di una massa di aria fredda nei bassi strati) fra Romania, Bulgaria e Paesi Slavi in genere. Al contrario la depressione d’Islanda non sta vivendo un gran momento di forma, e quindi parte già penalizzata nella lotta con l’antagonista ben più organizzato; la conseguenza più immediata sarà la sicurezza di non avere sulla nostra testa intense perturbazioni atlantiche per almeno 4-6 giorni. Cosa accadrà allora nel prossimo futuro? Continuerà questa lotta fra i due nemici o alla fine ci sarà un vincitore? Sembra che l’anticiclone, appena disturbato da questi attacchi, nella giornata di venerdì non farà altro che cambiare pigramente la sua posizione, come se gli avessero fatto il “solletico sotto al naso” durante il sonno; in pratica porterà il suo cuore dinamico più decisamente sulla Scandinavia, staccandosi dal braccio prettamente termico e spingendo con la sua rotazione oraria una nuova perturbazione dalla Siberia verso l’Europa centrale nella giornata di sabato. La nuova colata di aria fredda arriverà però a malapena sull’Austria fra domenica e lunedì, ostacolata dalle correnti in quota, che la spingeranno nuovamente verso nord-ovest, senza probabilmente toccare l’Italia. Quest’ultima fase però non è ancora ben delineata; inoltre se cambiasse qualcosa nella evoluzione ci potrebbero essere stravolgimenti notevoli a lungo termine, pertanto nei prossimi giorni torneremo a parlarne. Intanto diamo una previsione di massima fino a giovedì prossimo sulla base degli ultimi dati disponibili: Venerdì 13: ancora piogge e qualche temporale al sud; brevi nevicate sulle Alpi friulane oltre i 1000 metri, nubi alternate al sole altrove. Temperatura stazionaria. Sabato: inizialmente banchi nuvolosi si alterneranno al sole ovunque, ma il tempo andrà gradualmente peggiorando su Sardegna, Liguria e Toscana con qualche acquazzone, mentre altre nubi invaderanno i crinali alpini di confine, dove ci saranno alcune brevi nevicate. Temperatura in leggero calo al nord Domenica: un corpo nuvoloso mediterraneo accompagnato da aria piuttosto mite attraverserà le regioni centrali tirreniche ed il meridione, con rovesci frequenti e qualche temporale, ma in serata ci sarà già un graduale miglioramento. Ancora nubi sulle Alpi e le regioni adriatiche, ma le eventuali precipitazioni andranno presto esaurendosi; più sole in Pianura Padana e sulla Liguria Lunedì: banchi nuvolosi sparsi al sud e sul medio versante adriatico, con bassa probabilità di pioggia; tempo discreto altrove, con temperatura in leggero calo Martedì: velature sulle regioni del nord-ovest e sulla Sardegna; nubi ancora presenti al sud, tempo migliore altrove Mercoledì e giovedì: una perturbazione atlantica forse riuscirà a sfondare in parte il muro dell’alta pressione portando rovesci sparsi al nord e su buona parte del centro, con nevicate sulle Alpi oltre i 1000-1200 metri; ancora sole con qualche nube sul resto della Penisola

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.47: R06 Raccordo Bettolle-Perugia

problema rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato, fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra 4 m dopo Svincolo Perugia Ov..…

h 10.45: A1 Milano-Bologna

coda

Code causa mostra a Parma (Km. 110,4) in uscita in entrambe le direzioni dalle 08:21 del 23 mag 2..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum