Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'anticiclone può attendere...e sulle Alpi la NEVE cadrà a tratti ABBONDANTE

Proseguirà ad oltranza l'attuale fase di instabilità e si prevede anche una bella rinfrescata, specie al sud, lambito in queste ore da temperature estive. Proprio al meridione però per almeno una settimana non si prevedono precipitazioni di rilievo. Sulle Alpi sono invece attese abbondanti nevicate

La sfera di cristallo - 10 Aprile 2008, ore 16.10

La vasta circolazione depressionaria che abbraccia l'Europa centro-occidentale va gradualmente riducendosi ma sta anche per diventare più insidiosa. L'ultimo fronte perturbato è infatti carico di rovesci anche intensi che colpiranno principalmente il nord. Dietro ad esso comunque la circolazione rimarrà instabile, perchè il vorrice freddo in spostamento dal Regno Unito al Mare del Nord non intende affatto abdicare. Sarà lui a sospingere verso di noi un ulteriore impulso freddo nella giornata di lunedì 14, quando rovesci e temporali investiranno ancora una volta nord e gran parte del centro Italia. Poi, ma qui è meglio usare il condizionale, avverrà qualcosa di ancora più clamoroso: al posto del vortice freddo infatti prenderà corpo un anticiclone. Nel frattempo si riapriranno le porte dell'Atlantico e, trovando sbarrata la porta del nord Europa, i piccoli cicloni extra-tropicali in movimento dal Canada verso il vecchio Continente tenderanno a dirigersi verso il Mediterraneo centrale, provocando un sensibile peggioramento del tempo a cavallo tra il 18 ed il 19, mentre dal 20 del mese un progressivo rialzo della pressione atmosferica dovrebbe finalmente portare ad un tipo di tempo stabile e soleggiato su gran parte del territorio, per quanto la stabilità prolungata non sia propriamente consona a questo periodo dell'anno. Se tutto andasse nella direzione indicata oggi dalla "sfera di cristallo" potremmo essere quasi tutti soddisfatti sotto il profilo precipitativo. Starebbero meglio i nostri fiumi, i nostri ghiacciai, la vegetazione, gli invasi, un po' meno bene andrebbe al nostro portafogli, visto che temperature relativamente basse mantengono accese stufe, stufette e, soprattutto al nord, rinviano lo spegnimento delle caldaie per il riscaldamento. SINTESI PREVISIONALE SINO A GIOVEDI 17 APRILE 2008: Venerdì 11 aprile: perturbato al nord con piogge e rovesci, più diffusi ed intensi su Lombardia, Liguria e Triveneto, isolati temporali, neve oltre i 1900-2200m sulle Alpi. Al centro maltempo sull'alta Toscana con rovesci anche intensi, tempo incerto altrove con qualche pioggia sparsa possibile alternata a fasi asciutte e ad un po' di sole. Peggioramento in serata sulla Sardegna con rovesci anche temporaleschi, al nord sempre in serata attenuazione dei fenomeni. Al sud giornata caratterizzata da nuvolosità stratiforme, senza piogge e calda con punte localmente di 29-30°C, specie nel Palermitano. Sabato 12 aprile: marcata instabilità al nord e al centro in trasferimento da sud-ovest verso nord-est con rovesci anche temporaleschi, nel pomeriggio il tempo migliorerà sensibilmente su nord-ovest, Sardegna e regioni centrali-tirreniche, mentre i rovesci si concentreranno sull'estremo nord-est. Temperature in lieve calo al centro, in aumento sul nord-ovest. Al sud ancora cielo velato o parzialmente nuvoloso con temperature stazionarie e ultimo giorno caldo. Domenica 13 aprile: mattinata di sole ovunque, nel pomeriggio moderata instabilità su nord-ovest e Appennino centro-settentrionale con isolati rovesci temporaleschi. Altrove ancora pomeriggio di sole, temperature in sensibile calo al sud, stazionarie altrove. In serata ulteriore aumento della nuvolosità sul nord-ovest. Lunedì 14 aprile: al nord passaggio temporalesco anche intenso con rovesci e colpi di vento in trasferimento da ovest verso est, schiarite in giornata su Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta. I rovesci assumeranno carattere nevoso oltre i 1000m; su Toscana, Umbria e Marche instabile con focolai temporaleschi sparsi che nel pomeriggio coinvolgeranno anche Lazio e zone interne abruzzesi. Sul resto del Paese secco con temperature un po' fresche per il periodo. Martedì 15 aprile: temporaneo miglioramento ovunque, aria fresca, fredda nelle ALpi. Mercoledì 16 aprile: al nord passaggio di un impulso freddo al mattino con qualche rovescio tra Lombardia, Triveneto ed Emilia-Romagna, nevoso sino alle quote collinari, successivo miglioramento a partire da ovest ma giornata fredda per la stagione. Al centro mattinata abbastanza soleggiata, nel pomeriggio cumuli in Appennino, specie sul settore marchigiano ed umbro-marchigiano con possibili temporali locali, altrove soleggiato e piuttosto fresco. Al sud soleggiato e mite. Giovedì 17 aprile: al mattino bello ovunque ma freddo al nord per la stagione, dal pomeriggio rapido aumento della nuvolosità stratiforme su Sardegna, nord-ovest e regioni centrali tirreniche, in serata comparsa di nubi basse per venti da ESE sulla Valpadana occidentale, temperature massime in lieve ulteriore calo al nord, stazionarie altrove.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum