Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'anticiclone farà qualche concessione subito dopo il San Silvestro

Tra Capodanno e il 3 passaggio perturbato su fascia alpina settentrionale e su molte zone del centro-sud con neve a quote piuttosto basse grazie all'inserimento di correnti da nord. In seguito nuovo inserimento dell'alta pressione e ripristino della stabilità.

La sfera di cristallo - 27 Dicembre 2006, ore 15.47

Qualche volta mi sorprendo che ci si stupisca per le condizioni meteorologiche che stiamo vivendo. Chi vi scrive ha ormai molti anni sulle spalle di esperienze meteorologiche vissute e di anticicloni ne ha visti tanti, anche peggio di questo, con inverni quasi negati e poche occasioni per vedere la neve a bassa quota. Certo, negli ultimi anni ci eravamo lasciati viziare da qualche nevicata finalmente più abbondante, da una maggiore vivacità stagionale, ma di fronte ai dati, alla statistica, bisogna togliersi il cappello: e quella parla da sola, 21 inverni su 25 sono stati secchi sulle Alpi dal 1980 ad oggi, certo l'Appennino ha conosciuto annate migliori ed è forse qui, dopo l'autunno spaventosamente mite, che dovremmo stupirci di più. Si, proprio sul centro-sud Appennino, dove in inverno si registra un picco di precipitazioni e invece fino ad ora si è visto ben poco in questo mese di dicembre. C'è comunque tutto il tempo di rimediare, anche se gli inglesi, forti del successo fino a qui conseguito, hanno sentenziato che la stagione sarà mite sino a febbraio sul Mediterraneo centrale, per poi assistere ad una primavera fredda. Possibile, anche se gli stravolgimenti a gennaio possono essere improvvisi e non solo per il famigerato effetto "stratwarming" di cui ormai si fa un gran parlare (forse eccessivo) ma per semplici fluttuazioni di intensità del vortice polare. Infatti ecco che tra l'1 e il 3 gennaio sta prendendo sempre più corpo l'ipotesi che una saccatura affondi nel Mediterraneo, portando ad un significativo ricambio della qualità dell'aria al nord, a qualche nevicata sui settori alpini più settentrionali e soprattutto alla neve sul versante adriatico dell'Appennino. Pur senza rappresentare un grande evento, l'afflusso di aria fredda che seguirà il fronte manterrà per altre 48 ore condizioni tipicamente invernali sull'insieme del Paese e favorirà ulteriori nevicate sui crinali esteri delle Alpi, sul medio Adriatico e sull'Appennino meridionale in genere, con fiocchi a partire dai 600-700m. Poi riecco affacciarsi l'alta pressione ma probabilmente non quel piglio autoritario necessario a scongiurare nuovi attacchi o affondi perturbati in prospettiva. Dunque non disperate amanti dell'inverno e della neve. DA NOTARE in questi giorni gli accumuli anche superiori ai 100mm di pioggia sulla Sicilia orientale con neve abbondante sull'Etna, che così avrà neve assicurata per gli sciatori siculi durante il prosieguo di queste festività. SINTESI PREVISIONALE sino a MERCOLEDI 3 GENNAIO 2007 Sabato, 30 dicembre 2006 NORD Nubi basse al piano e sulle coste con possibili pioviggini, parzialmente nuvoloso per nubi medio-alte sul settore alpino. CENTRO Nubi sparse sulle regioni tirreniche, ma con scarsa probabilità di piogge, per il resto soleggiato con nebbie mattutine nelle valli interne. Freddo moderato. SUD In prevalenza soleggiato con nubi alte sottili in transito sulla Puglia. Freddo moderato. Domenica, 31 dicembre 2006 NORD-OVEST Nuvoloso con qualche piovasco sulla Liguria; generalmente asciutto altrove. Temperature minime in aumento; in calo le massime. NORD-EST Nuvoloso per nubi basse su pianura e fascia costiera ma con basso rischio di pioggia, incerto con ampie schiarite sui monti. Temperature minime in aumento; in calo le massime. CENTRO Nubi compatte sulla Toscana con deboli piogge sui settori settentrionali della regione. Addensamebnti sul settore appenninico e sulle Marche ma con tempo generlamente asciutto. Fresco. SUD Nubi sulla Puglia ma senza fenomeni; soleggiato altrove.Relativamente mite. Lunedì, 1 gennaio 2007 NORD-OVEST Nuvoloso con qualche pioggia su Lombardia e Liguria; generalmente asciutto altrove. Fresco. NORD-EST Nubi ovunque con spruzzate di neve sulle Alpi orientali e qualche pioggia sulla pianura friulana. Fresco. CENTRO Deboli piogge sull'alta Toscana. Nubi su Umbria e Marche; generalmente soleggiato altrove. Fresco. In serata nubi in aumento ovunque. SUD Bel tempo e temperature nella norma del periodo. Nubi in aumento sulle regioni tirreniche ma ancora senza piogge. Martedì, 2 gennaio 2007 NORD-OVEST Deboli piogge sulla Liguria, Lombardia e qualche nevicata sulle Alpi sopra i 1200m, in calo sino a 600m sull'alta Valle d'Aosta e sui crinali di confine. Nubi compatte altrove, ma con tempo generalmente asciutto, tendenza a miglioramento a partire dal Piemonte. Fresco. NORD-EST Piogge anche abbondanti sulle estreme regioni orientali; deboli fenomeni altrove. Nevicate sulle Alpi sopra i 1200m con quota neve in calo sino a 700m, sopra i 1400 in Appennino. Nubi compatte altrove, ma con tempo generalmente asciutto. Fresco. CENTRO Sulla Sardegna nuvolosità irregolare ma generalmente asciutto. Sulle altre regioni molto nuvoloso con piogge sparse concentrate dapprima sul Tirreno, poi soprattutto sull'Adriatico con neve sin verso i 600-700m in Appennino e temperature in calo. SUD Nubi in aumento ovunque con qualche piovasco sulle regioni tirreniche, poi rovesci in Adriatico con neve in Appennino in serata oltre i 900-1000m. Temperature in calo. Mercoledì, 3 gennaio 2007 NORD-OVEST Bel tempo ma ventoso e sui crinali di confine qualche nevicata portata da nord. Temperature in calo sulle Alpi, in aumento al piano causa il classico Favonio. NORD-EST Nuvoloso sulla Romagna ma in miglioramento, sereno altrove ma con quache nevicata portata da nord sui crinali alpini di confine, ventoso e freddo in montagna. CENTRO Neve su Marche, Abruzzo, Molise ed Umbria orientale oltre i 500-600m, altrove soleggiato con Tramontana forte e fredda. SUD Perturbato con piogge, temporali e vento, in montagna neve sino a quote basse, specie su Molise e Basilicata (700m).

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum