Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L’anticiclone delle Azzorre sbaglia mossa

Esaurita la veloce sfuriata temporalesca, tra venerdì e sabato il tempo tornerà nel complesso buono su quasi tutta la nostra Penisola. Domenica e lunedì nuova accentuazione dell’instabilità sul nord-est e su parte dell’Appennino settentrionale. Martedì e mercoledì generale aumento della tendenza temporalesca al nord e su parte del centro, ancora buono il tempo al sud.

La sfera di cristallo - 9 Luglio 2003, ore 16.08

…C’era quasi riuscito ad impadronirsi del Mediterraneo, ma un amore quasi “spassionato” per le alte latitudini lo distrarrà da questo progetto. Stiamo parlando dell’anticiclone delle Azzorre, fautore per eccellenza dell’estate mediterranea. Da un po’ di anni sembra non gradire più le calde acque del mare nostrum, preferendo le ben più fredde insenature dei fiordi norvegesi. Che cosa combinerà questa volta? Semplice! Il suo baricentro, che nel corso di questi ultimi giorni era posizionato in prossimità della Francia, con chiare intenzioni di invadere il Mediterraneo, se ne andrà ancora verso nord, troppo a nord per consentire al Mediterraneo una “copertura” efficace. La discesa di una saccatura atlantica da nord ovest in prossimità dell’Europa occidentale, nel corso del prossimo fine settimana, “strozzerà” sempre di più il collegamento tra l’anticiclone delle Azzorre e una zona di alta pressione autonoma in formazione sulla Scandinavia. Ne deriverà una situazione che vedrà l’Italia immersa in una grande “palude barica” di 1016 ettopascal. Nei primi giorni della settimana prossima, l’alta pressione delle Azzorre tenterà di fondersi nuovamente con l’anticiclone scandinavo. Si formerà, di conseguenza, una sorta di ponte anticiclonico molto debole alle alte latitudini, che imporrà ai sistemi nuvolosi atlantici di muoversi dalla Francia in direzione dell’Europa centrale, interessando anche in parte il nord Italia. Anche guardando oltre, l’alta pressione delle Azzorre non sembra intenzionata ad entrare sul Mediterraneo in maniera franca, limitandosi solamente a fugaci comparse. Vediamo, quindi, la possibile linea di tendenza del tempo fino alla giornata di mercoledì 16 luglio. Giovedì 10 luglio: tempo moderatamente instabile sul centro-sud Appennino e localmente lungo il versante adriatico. Migliore il tempo altrove. Venerdì 11 e sabato 12 luglio: tempo buono su gran parte delle regioni, a parte un po’ di nubi nel pomeriggio lungo i rilievi con qualche temporale possibile. Temperature in aumento. Domenica 13 e lunedì 14 luglio: instabilità in aumento al nord-est e su parte dell’Appennino centro settentrionale. Altrove nessun cambiamento. Temperature stazionarie. Martedì 15 e mercoledì 16 luglio: al nord tempo in peggioramento con temporali specie sui rilievi alpini. Qualche temporale anche nelle zone interne del centro e tempo buono al sud. Temperature in calo al nord, stazionarie al centro, in aumento al sud.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum