Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L’anticiclone delle Azzorre ancora non convince

La figura stabilizzante di matrice atlantica farà di tutto per imporsi sulla nostra Penisola, arrivando a proteggere l’Europa occidentale e parte di quella centrale. Sull’Italia, invece, la formazione di un’ansa depressionaria determinerà un aumento dell’attività temporalesca soprattutto tra le giornate di mercoledì 9 e venerdì 11 luglio.

La sfera di cristallo - 7 Luglio 2003, ore 16.07

L’alta pressione delle Azzorre, dopo lo slancio lodevole verso levante avvenuto in questi ultimi giorni, potrebbe tornare sui suoi passi. La sua roccaforte, al momento, è presente tra il vicino Atlantico e l’Europa occidentale, con tutte le perturbazioni che scorrono a latitudini settentrionali, interessando più direttamente la Scandinavia. Sembrerebbe una situazione estiva a tutti gli effetti, una sorta di estate stile “vecchi tempi” quando era l’anticiclone atlantico a dettare legge in tutto il trimestre estivo, salvo qualche eccezione. Tuttavia il nostro anticiclone non appare ancora in piena forma e molto probabilmente nel corso della settimana si farà sorprendere da alcune infiltrazioni di aria instabile provenienti dall’Europa settentrionale. Un po’ intimorito tenderà a ripiegare prima verso la Francia e in seguito addirittura verso la Penisola Iberica, sotto l’incalzare di una depressione con centro sulla Scozia che si farà avanti all’inizio della settimana prossima. Tutto ciò si tradurrà per la nostra Penisola in un aumento dell’attività temporalesca che sarà più manifesta lungo i rilievi e nelle ore pomeridiane, ma possibile un po’ ovunque e anche in ore poco consone allo sviluppo di temporali. Ecco, allora, la possibile linea di tendenza del tempo fino alla giornata di lunedì 14 luglio. Martedì 8 luglio: tempo buono ovunque. Nubi lungo i rilievi, associate a locali temporali in attenuazione in serata. Temperature stazionarie. Mercoledì 9 luglio: nubi in aumento al nord con qualche temporale più probabile al nord-est nelle ore pomeridiane e serali. Isolati temporali saranno possibili anche su tutta la dorsale appenninica, sempre nel pomeriggio. Per il resto pochi cambiamenti. Giovedì 10 luglio: tempo moderatamente instabile al nord-est e sull’Appennino, con fenomeni localmente sconfinanti lungo i litorali dell’Adriatico. Altrove cielo parzialmente nuvoloso, con temporali meno probabili, ma egualmente possibili. Temperature in lieve calo. Venerdì 11 e sabato 12 luglio: ancora qualche temporale al nord-est e lungo la dorsale appenninica. I fenomeni risulteranno meno frequenti rispetto alla giornata di giovedì. Temperature in lieve aumento. Domenica 13 luglio: tempo buono o discreto quasi ovunque, con qualche nube solo sui rilievi. Nel pomeriggio peggiora tra la Val d’Aosta e l’alto Piemonte con qualche temporale. Temperature in ulteriore aumento. Lunedì 14 luglio: al nord tempo a tratti instabile, specie sulle zone alpine, con possibilità di temporali. Maggiori schiarite sulle zone di pianura a sud del Po. Altrove tempo nel complesso buono, ma con nubi sui rilievi nel pomeriggio con qualche sporadico e breve rovescio. Temperature in lieve calo al nord, stazionarie altrove.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.07: SS131 Carlo Felice

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Incrocio Cagliari - SS130 Iglesi..…

h 07.07: Cagliari Viale Monastir

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso sulla Viale Monastir in entrata…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum