Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'alta pressione? Sarà più fortunata da mercoledì 22, prima nuova fase fredda e instabile

Due perturbazioni agiranno in sinergia sull'Italia tra domenica 19 e mercoledì 22 con qualche strascico al sud anche nella prima parte di giovedì 23, poi spallata dell'alta pressione atlantica che introdurrà una fase più mite e stabile.

La sfera di cristallo - 17 Febbraio 2012, ore 15.40

 Archiviata la Siberia ci ha provato l'Artico ma i grandi progetti iniziali sono stati ridimensionati dall'anticiclone atlantico, alias delle Azzorre, di sentinella all'altezza delle colonne d'Ercole. Ciononostante sul Mediterraneo e sull'Italia si assisterà nel fine settimana ad un significativo cedimento della pressione per il passaggio di un'onda perturbata che introdurrà, a partire da domenica, una fase di tempo nuovamente più fredda e instabile.

Sull'Italia torneranno le nubi, i rovesci e anche le nevicate, con limite in via di abbassamento, dapprima su alcuni settori del nord, poi anche su parte del centro. Su questi ultimi settori però difficilmente i fiocchi torneranno a farsi vedere in pianura, cosa che invece potrà verificarsi lunedì a tratti in val Padana (stavolta anche il Triveneto in lizza), ma soprattutto sul basso Piemonte, senza naturalmente escludere l'Emilia Romagna. Il sud si troverà infine sotto l'abbraccio di aria complessivamente più mite, con neve solo in montagna.

Martedì 21 i fenomeni andranno a concentrarsi sul centro-sud e sulla Sardegna, a causa dell'intervento in sovrapposizione di un minimo di origine afro-mediterranea con tanto di flusso umido a miscelarsi con l'aria più fredda in arrivo dal nord. Lo scontro tra le due circolazioni potrà sfogarsi con rovesci sparsi ma piuttosto frequenti che potranno anche sfociare in fenomeni localmente a sfondo temporalesco. La neve, come detto, non a quote elevate al centro, ma comunque in montagna, più in alto al sud. 

Da mercoledì 22 il pozzo depressionario ormai insediatosi sui nostri mari meridionali verrà colmato gradualmente da un deciso rialzo della pressione dovuto ad una spallata dell'azzorriano, tanto che i fenomeni residui potranno ancora interessare l'estremo sud italiano fino alla prima parte di giovedì (quota neve in ulteriore rialzo su Calabria e Sicilia), salvo poi lasciar spazio definitivo al miglioramento, già ben evidente e consolidato sulle altre regioni d'Italia, a partire a quelle settentrionali.

Tutto passerà quindi nelle mani dell'alta pressione delle Azzorre, che sembra per quel periodo decisa a riprendere possesso del Mediterraneo, ben alimentata da una consistente accelerazione della Corrente a Getto in uscita dal continente nord-americano. Sarà occasione anche per veder ripianate le anomalie termiche sullo scacchiere europeo, anzi si potrà anche assistere ad un ribaltone, con aria mite che subentrerà da ovest a introdurre un vero e proprio ricambio d'aria.

Una parentesi mite, una tipica fase di fine inverno. Un inverno però che per fine mese non pare intenzionato ad eclissarsi anonimamente ma a riproporre qualche altro interessante episodio del suo forbito repertorio.

SINTESI PREVISIONALE FINO A VENERDI 24 FEBBRAIO 2011 

SABATO 18 FEBBRAIO: nubi basse su Liguria, basso Piemonte, bassa Lombardia, basso Veneto, Emilia, regioni tirreniche e Sardegna ma senza piogge. Sul resto del centro-nord da soleggiato a velato, con ulteriori banchi nuvolosi in transito sul Triveneto in mattinata. In prevalenza bello al sud, ad eccezione di nubi basse su Calabria tirrenica e nord Sicilia. Temperature notturne in aumento al centro-nord.

DOMENICA 19 FEBBRAIO: nubi in aumento su tutte le regioni con tendenza a precipitazioni sparse al nord e lungo le regioni tirreniche. Quota neve posta intorno a 600-800 metri al nord, in calo dalla sera a partire dalle Alpi, intorno a 900-1000 metri sulle regioni tirreniche. Asciutto e con possibilità di schiarite sugli altri settori del sud. Venti deboli meridionali, temperature massime in diminuzione.

LUNEDI 20 FEBBRAIO: nubi ovunque. Nevicate a tratti fino in pianura al nord, specie sulla bassa Padana, meno probabili sulle Alpi, intorno a 600-700 metri su Toscana, Umbria e Marche, oltre i 1000-1200 metri sulle altre regioni. In serata possibilità di temporali sulla Calabria, mentre al nord si avrà una attenuazione dei fenomnei e lo sviluppo di ampi rasserenamenti. Temperature in lieve rialzo al sud, freddo al nord e in parte anche al centro, segnatamente sulle regioni adriatiche.

MARTEDI 21 FEBBRAIO: bello al nord e sulla Toscana. Instabile altrove con rovesci frequenti e nevicate in montagna. Temperature massime in rialzo al nord.

MERCOLEDI 22 FEBBRAIO: nubi su Lazio, Abruzzo e al sud, con rovesci al meridione, nevosi in montagna. Bello al nord, Toscana, Umbria e Marche. Temperature in linea con le medie stagionali.

GIOVEDI 23 FEBBRAIO: residua instabilità al mattino su Calabria e Sicilia, con ultimi rovesci sull'Isola. Sulle altre regioni bel tempo, con nubi in aumento al nord in giornata ma senza conseguenze. Generale rialzo termico.

VENERDI 24 FEBBRAIO: al mattino qualche nevicata in quota lungo al cresta delle Alpi, altrove in prevalenza soleggiato ma con temporanei disturbi di passaggio nel corso della giornata lungo al dorsale appenninica. Temperature non fredde per il periodo.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.08: A14 Ancona-Pescara

rain

Straripamenti causa pioggia nel tratto compreso tra Grottammare (Km. 301,7) e San Benedetto Del Tro..…

h 17.07: A1 Roma-Napoli

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento Diramazione Roma S..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum