Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Italia sempre sulla cresta dell'onda (depressionaria) e in Adriatico arriverà anche un po' di freddo

Le linee guida della circolazione atmosferica manterranno attive anche per buona parte della prossima settimana le attuali condizioni di tempo irrequieto. Saliscendi delle temperature ma senza eccessi.

La sfera di cristallo - 6 Febbraio 2009, ore 15.30

L'Italia rimane sulla la cresta dell'onda, o meglio delle onde, nella fattispecie quelle depressionarie foriere di maltempo. Dopo la sfuriata che agli inizi di febbraio ha portato una fulminea sciabolata di gelo tra l'Europa centro-settentrionale e le isole Britanniche, l'intera atmosfera non ha ancora smaltito appieno i malumori del vortice polare squassato dai recenti accadimenti stratosferici. Ne risulterà una serie di onde perturbate alimentate sia dalla spinta meridiana impressa proprio dal vortice polare che dal letto delle correnti occidentali, le quali avranno modo di dimostrare gran vivacità. Con questo tipo di stimoli il pozzo depressionario mediterraneo riuscirà a funzionare egregiamente e si farà carico di attirare a sè ogni refolo di aria fredda che si parerà dinnanzi al nostro Continente. Il ritmo di queste onde scandirà quindi le nostre giornate anche nel corso della prossima settimana. Due gli eventi da tenere in considerazione: 1) La presenza di una ampia circolazione depressionaria intrappolata sulla nostra Penisola tra sabato 7 e la prima parte di domenica 8. 2) L'affondo di un secondo nucleo perturbato in entrata dall'Atlantico con effetti a partire da martedì 10. Alta la probabilità di centro per quanto riguarda il primo evento (60-70%). Nel secondo caso, la possibile traiettoria parabolica a largo raggio del vortice potrebbe incanalare i flussi oltralpe facendoli poi ridiscendere dalla porta della Bora, non prima di avere attinto a un po' di freddo dalle regioni scandinave. Ne conseguirebbe un abbassamento delle temperature sul lato adriatico e al sud con un calo della quota neve in Appennino, neve che però se ne starà sempre ben attenta a non sconfinare troppo verso il basso e a rimanere sempre sulle sue amate montagne (situazione probabile al 45-50%). In linea più generale entrambe le situazioni si accompagneranno a tempo complessivamente perturbato ma mai troppo freddo. L'altalena delle temperature difatti seguirà pari pari gli umori delle masse d'aria che ci coivolgeranno, talora miti di tipo afro-mediterraneo, tal altra fredde di tipo polare marittimo. La neve, come detto, riuscirà a riguadagnare un po' di terreno sull'Appennino ma saranno sempre le Alpi ad occupare la prima fila nei pensieri della "dama bianca". Riassunto previsionale fino a VENERDI 13 FEBBRAIO SABATO, 7 FEBBRAIO 2009 Perturbato su gran parte d'Italia con precipitazioni diffuse e nevicate in montagna tra 900 e 1200m. Pause asciutte e qualche schiarita lungo il versante adriatico e sulla Sardegna orientale. Temperature in lieve calo dal pomeriggio-sera al centro e al nord. DOMENICA, 8 FEBBRAIO 2009 Ultime nubi poi possibilità di schiarite al nord con lieve tendenza favonica a sud delle Alpi. Instabile lungo i versanti tirrenici con precipitazioni sparse in graduale attenuazione, condizioni di tempo più asciutto su quelli adriatici e jonici. Inserimento del Maestrale e temperature in lieve calo. LUNEDI, 10 FEBBRAIO 2008 Generale miglioramento anche se saranno comunque possibili alcuni temporanei annuvolamenti. Non si esclude qualche pioggia sulle coste tirreniche di Sicilia e Calabria e sulla Puglia. Temperature in lieve calo al sud, in temporaneo rialzo nei valori massimi altrove. Un po' freddo in montagna. Tendenza per i giorni successivi: Martedì, 10 febbraio 2009 NORD-OVEST Molte nubi, con possibili precipitazioni nevose sui rilievi. Freddo. NORD-EST Instabile con piogge e nevicate sui rilievi. Freddo. CENTRO Tempo perturbato, con piogge e rovesci sparsi. Freddo. SUD Piogge sparse e locali rovesci. Asciutto su Sicilia e Puglia. Fresco. Mercoledì, 11 febbraio 2009 NORD-OVEST Molte nubi con qualche rovescio possibile sulle Alpi. Freddo. NORD-EST Molto nuvoloso, con precipitazioni nevose sulle Alpi in graduale attenuazione. Freddo. CENTRO Instabile con piogge e rovesci sulla Sardegna. Più asciutto sulla Penisola, salvo precipitazioni in Abruzzo. Un po' freddo. SUD Instabile su tutto il territorio con piogge e rovesci sparsi. Neve in Appennino. Un po' freddo sull'Adriatico. Giovedì, 12 febbraio 2009 NORD-OVEST Qualche nevicata sulle Alpi. Per il resto nubi sparse senza fenomeni. Freddo. NORD-EST Molto nuvoloso con nevicate su Alpi e Friuli. Asciutto ed in parte soleggiato altrove. Freddo. CENTRO Piogge su Marche e Abruzzo, nevicate sul restostante Appennino. Per il resto nubi sparse con ampie schiarite. Un po' freddo e ventoso. SUD Piogge sparse e rovesci. Qualche spruzzata di neve in Appennino. Schiarite sulla Campania. Fresco e ventoso. Venerdì, 13 febbraio 2009 NORD-OVEST Qualche nevicata in Val d'Aosta. Per il resto nubi sparse senza fenomeni. Freddo. NORD-EST Qualche nevicata sulle Alpi. Per il resto nubi sparse senza fenomeni. Freddo al mattino con gelate. CENTRO Nubi sparse, con qualche nevicata a bassa quota tra Marche e Abruzzo. Freddo. SUD Instabile con piogge e rovesci sparsi. Quota neve in ribasso sull'Appennino. Timide schiarite. Freddo.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum