Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

INVERNO e PRIMAVERA a confronto

Appare ormai assodata l'ondata di freddo che colpirà la nostra Penisola già dalle prossime ore. Il problema riguarda il "dopo": cosa accadrà? Ecco un viaggio che contempla tutte le opzioni possibili.

La sfera di cristallo - 11 Febbraio 2009, ore 15.32

La prima decade del mese di febbraio è trascorsa senza colpo ferire dal punto di vista del freddo. Le correnti atlantiche hanno imperversato sulla nostra Penisola portando molta pioggia, molta neve in montagna ma valori termici abbastanza miti, specie al centro ed al sud. Ora l'inverno proverà ad alzare la testa! Correnti settentrionali sono già attive a nord delle Alpi; rovesci di neve sono in atto in Baviera, sulla Svizzera e sull'Austria. L'arco alpino ci protegge, ma parte dell'aria fredda riuscirà comunque a "colare" verso il nostro centro-sud, portando un rinforzo del vento, molto freddo e rovesci anche nevosi specie sul medio-basso Adriatico e sulle Isole. Al nord è già in atto una fase favonica che dovrebbe perdurare, a fasi alterne, fino alla giornata di domenica. Un raffreddamento abbastanza marcato rispetto ai valori attuali sembra dunque confermato sull'Italia, ad iniziare dalla giornata di giovedì. Il tutto dovrebbe protrarsi fino all'inizio della settimana prossima, poi si apre un ventaglio di possibilità: neve al nord? Primavera? Ancora correnti settentrionali? Cerchiamo di analizzare bene tutti i punti. IPOTESI NEVE AL NORD: esaurita la prima colata fredda, l'alta pressione resta defilata ad ovest dell'Inghilterra, senza spanciare. Sul suo bordo orientale parte una seconda bordata fredda, ma molto più occidentale rispetto alla prima. L'Italia viene perciò interessata da correnti da sud "di ritorno", che scorrendo sul cuscino freddo presente al settentrione determina neve diffusa anche in pianura, ovviamente al nord. IPOTESI "PRIMAVERA": esaurita l'ondata fredda, l'alta pressione "spancia" sull'Europa e sull'Italia, chiudendo i "rubinetti" del freddo. Le temperature inevitabilmente aumentano e tutto ritorna come prima. IPOTESI CORRENTI DA NORD AD OLTRANZA: esaurita l'ondata fredda, ne parte una seconda con la stessa direttrice della prima: altra neve in arrivo per il centro-sud e nuove correnti favoniche al nord. Quale di queste 3 opzioni ha maggior probabilità di realizzo? E' davvero una bella domanda. In queste ultimissime ore c'è un lieve recupero dell'ipotesi nevosa al nord, ma le altre 2 non possono essere di certo scartare a priori. Da questo scenario si capisce benissimo come sia difficile fare previsioni a medio termine in questa circostanza. Probabilmente i modelli dovranno "digerire" la prima avvezione fredda, prima di emettere la sentenza definitiva. Quale? Lo scoprirete solo seguendo...MeteoLive! Ecco le previsioni per i prossimi 7 giorni in Italia. Giovedì 12 febbraio: bello al nord e lungo il Tirreno. Favonio sempre più freddo sulle pianure e neve sui settori alpini confinali. Instabile invece sul medio-basso Adriatico, al sud e sulle Isole. Neve sopra i 200-300 metri ( localmente sulle coste) tra Marche e Abruzzo. Neve sopra i 500-600 metri su Sardegna occidentale e Sicilia settentrionale. Venti molto forti da nord ovunque. Venerdì 13 e sabato 14 febbraio: bello, ma più freddo, al nord e lungo il Tirreno. Rovesci nevosi fin sulle coste tra Marche, Abruzzo, Puglia Garganica. Rovesci nevosi anche sul nord della Sardegna e della Sicilia, in qualche caso fin lungo le coste. Molto vento ovunque. Freddo specie in Appennino. Domenica 15 febbraio: ancora rovesci residui (anche nevosi) sulla Sicilia ed isolatamente sul medio adriatico e sulla Puglia. Bello, ventoso, secco e freddo altrove. Lunedì 16 febbraio: Possibile peggioramento sul Tirreno e sulla Sardegna. Neve localmente fino in pianura su bassa Toscana e Lazio (da confermare) , sopra i 600-700 metri su Sardegna, 900metri su Sicilia e Calabria. Ventoso e freddo ovunque. Martedi 17 febbraio: perturbato su Sicilia e Calabria, con pioggia e neve sopra gli 800-1000 metri, ma in miglioramento. Per il resto bel tempo. Ancora freddo e ventoso ovunque. Mercoledì 18 febbraio: possibile peggioramento al nord con nevicate ( da confermare). Nubi in aumento altrove, ma senza fenomeni. Freddo al nord, temperarture in ripresa al centro e al sud.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum