Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Inizio anno sotto il segno della stabilità

L'alta pressione diverrà sempre più "ingombrante" a partire dalla giornata di venerdì prossimo. Dopo un temporaneo calo delle temperature, il clima potrebbe presentarsi particolarmente mite proprio a partire dai primi giorni dell'anno.

La sfera di cristallo - 27 Dicembre 2004, ore 16.20

Alta pressione in grande spolvero sull'Italia! Non subito, ma a partire dai primi giorni del mese di gennaio. Come al solito ogni volta che questa figura barica viene a farci visita nel periodo invernale evoca brutti ricordi; ricordi di smog, nebbie ed inquinamento. Subito ci torna in mente il "mostro anticiclonico" del 1990, che dettò legge sul Continente europeo per ben 100 giorni! Di conseguenza si materializzano le preoccupazioni per una persistenza ad oltranza dell'alta pressione sulla nostra Penisola. A parte il fatto che per alcune regioni italiane una "pausa" del maltempo a questo punto è auspicata, prima di lasciarsi andare a facili preoccupazioni è bene analizzare bene la situazione che si verrà a creare a partire da Capodanno. In effetti la posizione dell'alta pressione è quella classica dei lunghi soggiorni in area mediterranea. Geopotenziali più alti ad ovest della Penisola, flusso atlantico che lambisce l'Europa centrale e tende a distorcersi in corrispondenza dell'arco alpino. Questa "distorsione" delle correnti aeree, di solito, è alla base di aumenti termici sensibili sul nostro Paese. Tuttavia se si analizza la struttura alle quote superiori, si nota che essa non sembra essere poi così forte. Già sull'Europa centrale è presente un flusso di correnti da ovest-nord-ovest, che trasporta sistemi nuvolosi deboli ed in rapida sequenza. Di conseguenza la pressione risulta alta solo in area Mediterranea e non sul Continente. Questo fatto potrebbe rendere il nostro anticiclone vulnerabile da nord, con tutte le conseguenze del caso. Ci saranno novità dopo il giorno 5? Consultate la rubrica "Fantameteo" e lo scoprirete. SINTESI PREVISIONALE Martedì 28 dicembre: ancora tempo instabile sul nord est e al centro, con possibili piogge e locali temporali. Probabilmente asciutto sul nord-ovest e all'estremo sud. Quota neve sugli 800-1000 metri al nord, 1000-1200 metri al centro. Venti sostenuti ovunque. Mercoledì 29 dicembre: ultimi addensamenti al nord. Qualche nevicata al mattino sull'Appennino Emiliano al di sopra dei 500-600 metri, ma in attenuazione. Nel pomeriggio schiarite decise su tutto il settentrione. Al centro e al sud ancora cielo molto nuvoloso, con piogge più intense su Marche e Abruzzo. Quota neve in calo fino a 600 metri sull'Appennino centrale nel pomeriggio. In giornata migliora su Toscana e Lazio, peggiora su tutto il sud. Venti sostenuti ovunque. Temperature in diminuzione. Giovedì 30 dicembre: bello al nord, regioni tirreniche e Sardegna. Nubi sul medio adriatico e al sud. Quache nevicata sull'Abruzzo al di sopra dei 500 metri. Piogge sulla Calabria e sulla Sicilia. Temperature in netto calo, specie al nord. Venti forti settentrionali. Venerdì 31 dicembre: nubi al sud e sull'Abruzzo. Qualche pioggia su Sicilia e Calabria. Per il resto bel tempo, ma freddo di notte al nord e nelle zone interne del centro. Venti ancora settentrionali moderati. Sabato 1, domenica 2 e lunedì 3 gennaio: bel tempo su tutta la Penisola, salvo nubi al sud sabato e su Alpi e Liguria lunedì. Intensificazione delle foschie, con nebbie notturne al nord e nelle valli del centro a partire da lunedì. Peggioramento della qualità dell'aria al centro-nord. Temperature in vistoso aumento ad iniziare dalla giornata di domenica, ad iniziare dalle quote superiori. Venti in indebolimento. Martedì 4 gennaio: nubi in transito al nord e sul Tirreno, senza fenomeni. Invariato altrove. Temperature stazionarie.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum