Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Importanti accumuli di pioggia e neve attesi sul nord Italia la prossima settimana (specie sul Triveneto)

Mercoledì svolta importante nello stato del tempo: Forti temporali probabili lungo il versante tirrenico. E' la prima seria perturbazione che ci fa visita da ottobre. Neve sino a quote medie sulle Alpi, poi anche sugli Appennini. Probabile bis per l'Immacolata con aria più fredda, poi tutto in discussione.

La sfera di cristallo - 1 Dicembre 2006, ore 16.27

Archiviato l'autunno, pensiamo all'inverno, che sembra destinato ad iniziare in modo del tutto simile a quello dello scorso anno, con una sola differenza. A fine novembre nel 2005 era penetrata una goccia fredda da est, che preparò il terreno a nevicate da addolcimento nei giorni successivi e a quella (abbondantissima e dannosa per la vegetazione) su Piemonte orientale ed ovest Lombardia della notte tra il 2 ed il 3 dicembre. Ora ci apprestiamo a vivere una situazione quasi analoga ma senza gocce fredde da est, ma con un fronte ben organizzato finalmente pronto ad entrare in scena nel Mediterraneo a metà della prossima settimana con tanto di minimo secondario in formazione sul Mar ligure ed in successivo rapido movimento verso levante. Con una saccatura tanto stretta e sufficientemente profonda non mancheranno forti piogge sui versanti esposti: in primis le Prealpi venete e friulane, dove potranno accumularsi oltre 120mm di pioggia in poco più di 24 ore, stando alle stime odierne. Temporali forti si avranno sulle regioni tirreniche, dalla Toscana alla Campania: la neve cadrà finalmente generosa sul settore alpino anche se ancora a quote relativamente basse solo sui versanti occidentali, un po' più alti altrove ed in Appennino. Del resto la perturbazione non è accompagnata da aria artica ma direi semplicemente seguita da aria polare marittima, decisamente meno fredda della prima. Solo se l'alta pressione spingesse un cuneo maggiormente verso nord sarebbe possibile una penetrazione più diretta dell'aria fredda, magari dalla Valle del Rodano, con conseguente abbassamento sostanziale del limite delle nevicate; cerchiamo però di non bruciare le tappe stagionali SEGUIAMO la tabella di marcia come abbiamo detto qualche giorno fa, vedete che fino ad ora i risultati ci stanno dando ragione, la stagione procede per gradi per ora, rispettiamoli. Una seconda incursione perturbata potrebbe verificarsi in coincidenza con l'Immacolata. L'anticiclone russo, anche se non propriamente l'orso in persona, come lo chiamano gli appassionati, frenerà la traslazione verso levante di questo secondo vortice, promuovendo a pieni voti la sua penetrazione mediterranea. Stretta in una tenaglia, cioè tra due anticicloni, è dunque probabile si scavi una via di fuga nel Mediterraneo, ma personalmente non ci metterei la mano sul fuoco. Nella seconda decade di dicembre vivremo forse un periodo interlocutorio con l'alta pressione sempre pronta a chiudere gli spazi, ma meglio non aggiungere altro, una soluzione la offre sempre il fantameteo (per chi vuole sognare). Buon week-end a tutti! SINTESI PREVISIONALE sino a VENERDI 8 DICEMBRE Sabato, 2 dicembre 2006 Dapprima bello ovunque ma con nubi basse in Valpadana, velature sulle Alpi occidentali, in serata peggiora su Ponente ligure ed Alpi Piemontesi e Valdostane con deboli precipitazioni sparse, nevose oltre i 1700m. Temperature ancora miti ma in calo al settentrione. Domenica, 3 dicembre 2006 NORD-OVEST Molto nuvoloso con deboli piogge, specie su Liguria e Lombardia, in serata possibili ovunque, neve oltre i 1500-1700m. Temperature in calo.. NORD-EST Nubi sparse, più intense sulle Prealpi ma con basso rischio di piogge, in serata peggioramento piovoso su tutti i settori. CENTRO Nuvolaglia su Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna con qualche pioggia lungo la fascia costiera. Altrove cielo velato o poco nuvoloso, in serata nubi in aumento e accentuazione delle piogge sulla Toscana. SUD Abbastanza soleggiato ma con tendenza ad aumento della nuvolosità su Sicilia, Calabria e Campania, ancora mite. Lunedì, 4 dicembre 2006 NORD-OVEST Molto nuvoloso con residue piogge mattutine, in attenuazione e tendenza a schiarite, specie in montagna e sul Piemonte. NORD-EST Coperto con deboli piogge sparse intermittenti, in esaurimento già dal mattino a partire da est Lombardia, asciutto sul Trentino Alto Adige. CENTRO Nuvoloso su tutti i settori con qualche piovasco, specie su Toscana, Umbria e costa laziale. Sulla Sardegna ampie schiarite. SUD Nubi sparse ma con ampie schiarite e basso rischio di pioggia. Martedì, 5 dicembre 2006 NORD-OVEST Tempo in peggioramento con il passare delle ore, a partire da Liguria, Piemonte e Valle d'Aosta con le prime piogge. NORD-EST Nubi sparse, senza fenomeni degni di nota. Mite. CENTRO Bel tempo, salvo nubi sulla Toscana. Mite SUD Bel tempo e clima mite. Mercoledì, 6 dicembre 2006 NORD-OVEST Coperto con piogge diffuse, neve fin verso i 1600-1700m ma con limite in rapido calo sin verso i 700m. Ombra pluviometrica su Cuneese. In serata schiarite su Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria di Ponente con ingresso del Foehn. Temperature in calo. NORD-EST Perturbato con piogge diffuse, in serata anche forti e limite delle nevicate in calo da 1700m fin sotto gli 800m, temperature in calo, ingresso della Bora. FENOMENI FORTI SULLE PREALPI VENETE. CENTRO Perturbato con piogge e temporali, specie sul versante tirrenico, sull'Abruzzo fenomeni meno probabili, neve oltre i 1700m, in abbassamento con il passare delle ore fin verso i 1200m, specie sulla Toscana. SUD Perturbato sulla Campania con piogge e rovesci temporaleschi, altrove nuvolosità irregolare, in intensificazione verso sera con rovesci a partire da Calabria e Basilicata. Giovedì, 7 dicembre 2006 NORD-OVEST Miglioramento e, grazie al Favonio, soleggiato ma piuttosto freddo, specie sui monti. NORD-EST Al mattino ancora coperto con le ultime nevicate sino a 800m in montagna e piovaschi al piano, tendenza a miglioramento dal pomeriggio. Freddo. CENTRO Moderatamente perturbato lungo il versante adriatico, migliora in Sardegna e sul Tirreno con venti settentrionali, neve sugli Appennini oltre i 1000m. Temperature in calo. SUD Tempo molto instabile con rovesci sparsi, anche temporaleschi, specie lungo il versante adriatico, temperature in calo, fenomeni meno probabili sulla Sicilia, temperature in calo, neve sin verso i 1300m in Appennino. Ventoso. Venerdì, 8 dicembre 2006 NORD-OVEST Cielo nuvoloso con possibili rovesci sparsi, nevosi oltre gli 800m, temperature in calo. Probabilmente asciutto su Piemonte e bassa Valle d'Aosta. NORD-EST Molto nuvoloso con possibili rovesci sparsi, nevosi oltre gli 800m, temperature in calo. Sull'Alto Adige fenomeni meno probabili. CENTRO Perturbato con piogge sparse e neve sull'Appennino oltre i 1000m, possibili temporali. Fresco. SUD Molto nuvoloso con possibili rovesci e temporali, neve sulle cime appenniniche. Fresco.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum