Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il Vortice Polare pronto ad un nuovo assalto sull'Europa centro-orientale, Italia in bilico ma in parte protetta dall'alta pressione

Si gioca davvero sul filo dei kilometri la partita tra inverno e primi tepori primaverili. La partita del freddo probabilmente la vincerà il vortice polare, quanto a maltempo e neve parte nettamente favorito l'est europeo ma anche Adriatico e il meridione non staranno a guardare. Resta ancora possibile, sia pure con percentuali modeste, un coinvolgimento del resto del Paese.

La sfera di cristallo - 9 Febbraio 2005, ore 15.40

Davvero una lotta all'ultima isobara quella tra l'anticiclone delle Azzorre e il Vortice Polare che proverà ad affondare da sabato sull'Europa centro-orientale con il suo carico di precipitazioni e venti forti. L'arco alpino si presenta ancora come un ostacolo davvero scomodo per le masse d'aria, le quali sono costretti a veri e propri contorsionismi per valicarlo. Comunque sia la "sfera" vi propone due scenari e due evoluzioni successive, cercando di farvi comprendere con semplicità la situazione: 1 c'è un minimo depressionario in movimento da ovest verso est sull'Europa centrale atteso per sabato; se traslasse nel modo indicato non ci sarebbe speranza di neve per il sud delle Alpi ma al suo seguito si attiverebbe una forte corrente fredda che investirebbe soprattutto le regioni adriatiche e il meridione, provocando nuove nevicate sull'Appennino meridionale e su parte di quello centrale adriatico. (probabilità medio-alta) EVOLUZIONE conseguente: graduale nuova affermazione dell'alta pressione ma senza garanzie di stabilità. (probabilità media) 2 se il minimo virasse un pò più a sud favorirebbe un peggioramento anche sul Tirreno e temporaneamente persino al nord con neve probabile a quote basse tra domenica e soprattutto lunedì, con fenomeni però in rapido spostamento verso il centro-sud. (probabilità bassa) EVOLUZIONE conseguente un secondo minimo tra martedì e mercoledì verrebbe ad inserirsi un po' più ad ovest con l'idea di tuffarsi nel Mediterraneo e provocare una profonda modifica della circolazione con maltempo diffuso in progressione dal settore nord del Tirreno verso il meridione. (probabilità bassa). Avete già capito che lo scenario più probabile è quello con l'Italia sempre divisa in due: nord e regioni centrali tirreniche con il sole per farla breve, e medio Adriatico e meridione con instabilità e rovesci di neve in quota. Si tratta però di una situazione molto evolutiva, che sarà più chiara solo da giovedì pomeriggio o addirittura da venerdì. Dunque è la parola d'ordine è: aggiornarsi! SINTESI PREVISIONALE sino a mercoledì 16 febbraio: giovedì 10 febbraio: ultimi rovesci sulla Sicilia ma in miglioramento, bel tempo sul resto del Paese, salvo addensamenti locali sul medio Adriatico. Temperature in lieve aumento. venerdì 11 febbraio: nubi in aumento su Liguria e Toscana, velature lungo l'arco alpino in diffusione anche in Valpadana, per il resto bel tempo. Sempre più mite. sabato 12 febbraio: nuvolaglia sulle regioni tirreniche, piovaschi sulla Liguria e l'alta Toscana, nubi sparse medio-alte sulla Penisola, un po' di garbino sui versanti adriatici dell'Appennino con temperature in netto aumento. domenica 13 febbraio: irrompono le correnti da nord, neve sui crinali alpini di confine, sereno ma ventoso sul resto del settentrione, instabile al centro-sud con rovesci sparsi, specie al meridione e sul medio Adriatico, migliora sulle centrali tirreniche, in serata nevicate sull'Appennino marchigiano, molisano ed abruzzese. Temperature in calo con il passare delle ore. lunedì 14 febbraio: maltempo al meridione e sull'Abruzzo con rovesci, nevosi a quote sempre più basse ma mediamente intorno ai 500m, al nord, le regioni centrali tirreniche e l'Umbria in gran parte soleggiato, passaggi nuvolosi ma tempo asciutto sulle Marche, neve sui crinali alpini di confine, freddo e ventoso ovunque. martedì 15 febbraio: ancora neve al mattino sull'Appennino meridionale, rovesci di pioggia mista a neve sulla Puglia, tempo in miglioramento con il passare delle ore ma sulle Alpi ancora passaggi nuvolosi con fiocchi di neve portati da nord sui crinali di confine, temperature stazionarie. mercoledì 16 febbraio: possibile nuovo peggioramento con coinvolgimento anche del settentrione (aggiornarsi).

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.42: A32 Torino-Bardonecchia

blocco incendio

Tratto chiuso causa incendio nel tratto compreso tra Svincolo Avigliana Ovest (Km. 8,7) e Svincolo..…

h 02.20: A90-GRA Aurelia-Salaria

problema sdrucciolevole

Entrata chiusa causa fondo stradale scivoloso a Svincolo 1: SS1 Via Aurelia in direzione Salaria..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum