Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il volto più gradevole dell'estate mediterranea

Un impulso instabile interesserà il centro-nord tra domenica e lunedì. A seguire avremo un tempo abbastanza stabile e termicamente gradevole.

La sfera di cristallo - 21 Giugno 2013, ore 14.17

Il primo mese dell'estate meteorologica si avvia verso una degna conclusione. Niente caldo atroce all'orizzonte, ma una situazione complessivamente gradevole, sotto l'egida di correnti nord-occidentali a tratti anche abbastanza fresche.

Merito di un reddivivo anticiclone delle Azzorre, che dopo essere stato umiliato negli ultimi anni dal collega africano, quest'anno sembra aver rialzato la testa, almeno per il momento.

Il suo dominio non sarà immediato. In una prima fase la sua coperta stabilizzante sarà troppo corta è ciò determinerà fenomeni instabili su alcune zone del centro-nord. Successivamente ( indicativamente da metà settimana) la figura stabilizzante atlantica proverà a slanciarsi verso l'Europa centro-occidentale e il Bacino del Mediterraneo, confinando l'instabilità sulla Penisola Balcanica.

Lo "strappo" nel tessuto anticiclonico che avverrà tra domenica e lunedì determinerà probabilmente un'ondata temporalesca che si farà sentire maggiormente sulle regioni nord-orientali, le zone interne del centro e l'alto-medio Adriatico. A ciò si accompagnerà un rinforzo della ventilazione settentrionale ed un conseguente calo delle temperature.

Sui versanti occidentali, le Isole e le regioni meridionali, gli effetti di questo calo pressorio saranno trascurabili ed avvertibili solo con un rinforzo del vento e qualche grado in meno.

La spinta indotta dal braccio orientale dell'alta pressione delle Azzorre farà evolvere abbastanza velocemente l'instabilità a levante, mettendo la nostra Penisola sotto un regime di relativa stabilità da mercoledì in poi.

Le correnti di matrice nord-occidentale conterranno l'euforia dei termometri e garantiranno ancora qualche disturbo lungo i rilievi alpini ed appenninici. Si tratterà dei classici "temporali di stagione".

Sul finire della settimana (la cartina si riferisce alla giornata di venerdì 28), l'estate sembra imporsi alla vecchia maniera, con un bell'allungo dell'alta atlantica in direzione del nostro Continente e l' instabilità confinata più ad est, sull'Europa Orientale.

Come potete vedere da questa cartina, l'alta pressione africana verrà tenuta a bada e per il momento non avrà influenza diretta sulla nostra Penisola.

Insomma, il mese di giugno si chiuderà con un clima complessivamente gradevole e abbastanza stabile. Quanto durerà questa situazione? Se volete scrutare nelle maglie del lungo termine vi invitiamo a leggere la rubrica "Fantameteo" di qui seguito riportata. Per il momento, ecco la linea di tendenza per i prossimi sette giorni in Italia.

Sabato 22 giugno: nubi in aumento sulla Sardegna, con qualche pioggia sul settore meridionale. Nubi anche al nord, con qualche temporale sulle Alpi e sul Piemonte. Per il resto bel tempo a parte qualche temporale di calore nelle zone interne e velature sul Tirreno a fine giornata. Ultime vampate di caldo all'estremo sud, per il resto temperature accettabili.

Domenica 23 giugno: nubi al sud con qualche pioggia in Sicilia, ma con tendenza a miglioramento. Bello al centro-nord, ma in serata peggiora al nord con temporali che dalle Alpi sconfineranno sulle pianure. Caldo ovunque sopportabile.

Lunedì 24 giugno: ondata temporalesca sul nord-est, in trasferimento verso le zone interne del centro e il versante adriatico. Più marginali gli effetti al nord-ovest e sul Tirreno, nulli al sud e sulle Isole. Fresco sotto le precipitazioni più intense e vento da nord in intensificazione.

Martedì 25 giugno: ancora qualche temporale sul medio Adriatico, sul nord-est e le zone interne appenniniche, specie nel pomeriggio. Per il resto bel tempo, ma con temperature nella norma per via di correnti nord-occidentali.

Da mercoledì 26 a venerdì 28 giugno: bel tempo su tutta l'Italia. Disturbi saranno possibili solo su Alpi e Appennini nelle ore più calde, con qualche temporale di stagione. Caldo assolutamente normale per il periodo.

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum