Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il tempo tenta di guarire, ma non sarà stabilità assoluta sull'Italia

Pressione in aumento nei prossimi giorni sull'Europa centro-orientale. La nostra Penisola, tuttavia, resterà esposta a correnti orientali che porteranno qualche pioggia prima sulle Isole e poi al sud. Incerta la progrosi per il fine settimana.

La sfera di cristallo - 12 Novembre 2012, ore 14.24

La perturbazione giunta al centro-nord durante lo scorso fine settimana, è rimasta incagliata nel Mediterraneo. Troppo tenace la resistenza dell'alta pressione, che per tutto il tempo è rimasta schierata più ad est.

I risultati sono sotto gli occhi di tutti. La perturbazione, invece di evolvere, è rimasta bloccata sul posto ed ha fatto insistere i fenomeni sulle medesime aree, con inevitabili conseguenze. E' una delle situazioni peggiori per la nostra Penisola; nel periodo autunnale, i blocchi anticiclonici ad est sono sempre forieri di piogge pericolose; quasi tutte le situazioni alluvionali che hanno colpito l'Italia in passato sono state causate da questo fattore.  

Fortunatamente, la struttura perturbata sta perdendo lentamente potenza, ma nelle prossime ore sarà ancora in grado di determinare temporali anche forti su parte delle regioni centrali. Domani, il sistema frontale perderà ulteriormente forza e con esso verrà meno la pericolosità precipitativa annessa.

Cosa accadrà nei prossimi giorni? La vasta saccatura che sta avvolgendo il Bacino del Mediterraneo evolverà in un minimo di pressione isolato ( in gergo "cut-off") che punterà verso le basse latitudini del Mare Nostrum. Contemporanemente, la pressione a nord delle Alpi subirà un aumento, scongiurando per qualche giorno l'ingresso di nuove perturbazioni sul Bel Paese. La cartina che vedete si riferisce alla giornata di venerdì 16 novembre e mostra la vasta zona anticiclonica che ricoprirà gran parte del Vecchio Continente.

Solo le due Isole maggiori e le estreme regioni meridionali risentiranno di qualche pioggia o rovescio talora intenso. Altrove il cielo non sarà del tutto sereno, ma la pioggia dovrebbe concedere una tregua a scapito magari di situazioni nebbiose che diveranno realtà sulle pianure del nord e nelle vallate interne del centro nelle ore più fredde.

Volendo spingerci oltre, la linea di tendenza per il prossimo fine settimana non è ancora del tutto chiara. La saccatura che vedete sulla sinistra della cartina in alto proverà a forzare il blocco. Il suo intento sarebbe quello di generare un nuovo peggioramento da ovest, ma secondo le ultime elaborazioni le eventuali precipitazioni si fermerebbero alle Isole Maggiori, graziando le altre regioni.

Il freddo? Per adesso non se ne parla. Qualcosa invece sembra cominci a muoversi a lungo termine. Se volete saperne di più, leggete la rubrica "Fantameteo" qui di seguito riportata. Per il momento, ecco la linea di tendenza del tempo per i prossimi sette giorni in Italia.

Martedì 13 novembre: ancora piogge al mattino al centro, ma in via di attenuazione. Qualche debole pioggia o pioviggine anche sulle pianure del nord. Per il resto nubi sparse e tempo asciutto, ma peggiora in serata sulla Sardegna. Mite e ventoso.

Mercoledì 14 novembre: piogge possibili sulla Sardegna e qualche rovescio sui settori meridionali. Su tutte le altre regioni nubi sparse, più intense sulle pianure del nord e il versante adriatico, dove sarà possibile qualche pioviggine. Ventoso e non freddo.

Giovedì 15 novembre: ultime piogge sulla Sardegna, in attenuazione. Piogge e rovesci più convinti sulla Sicilia e la bassa Calabria. Ancora qualche pioviggine in Adriatico ed ampie schiarite altrove. Ventoso, ma poco freddo.

Venerdì 16 novembre: ultime piogge sulle estreme regioni meridionali e la Sicilia, in attenuazione. Per il resto nubi sparse, con schiarite e situazioni nebbiose sulle pianure del nord e nelle valli interne del centro. Poco freddo.

Sabato 17 novembre: qualche pioggia in arrivo sulla Sardegna e al nord-ovest. Per il resto ampie schiarite e tempo asciutto. Ventoso e poco freddo.

Domenica 18 e lunedì 19 novembre: piogge sulle Isole ed in mare aperto sul Tirreno (senza avanzare oltre). Nubi sparse altrove, con nebbie al mattino ed assenza di fenomeni. Sempre poco freddo.

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum