Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il tempo si agiterà nuovamente nel fine settimana

L'instabilità metterà nuovamente radici a partire da venerdì e a cominciare dal nord Italia. Su molte regioni i rovesci potrebbero attardarsi anche per la prima parte della prossima settimana.

La sfera di cristallo - 17 Aprile 2002, ore 16.05

La primavera, contrariamente all'inverno, non è una stagione statica e si diverte a darci l'ennesima prova della sua vivacità. Una nuova, piccola, ma insidiosa zona depressionaria, tenderà ad investire l'Italia a partire da venerdì, agendo prima con circospezione, poi con sempre maggiore irruenza, visitando un po' tutte le regioni da nord a sud. Non trattandosi di un sistema frontale ma di un vortice depressionario a cui sarà associata aria fredda, non avremo fenomeni continui o generalizzati ma a "macchia di leopardo". Questo significa che in alcune zone potrebbe anche non piovere senza che si possa dire che la previsione non era corretta. Per questo è importante leggere con attenzione, ed eventualmente rileggere, quanto viene scritto dai previsori. Dunque si comincerà con il nord Italia VENERDI, quando su Lombardia, Piemonte, Trentino-Adige, Appennino Ligure e Veneto si attiveranno i primi rovesci, fino a sfociare in veri e propri temporali. Al centro si cominceranno a notare i primi annuvolamenti, al sud resisterà temporaneamente il sole. SABATO la depressione guadagnerà spazio verso sud, coinvolgendo ancora il settentrione con rovesci su basso Piemonte, bassa Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna e Triveneto ma anche il centro conoscerà annuvolamenti intermittenti ed improvvisi acquazzoni, specie su Marche, rilievi toscani e Lazio. Su Valle d'Aosta, alto Piemonte e alta Lombardia cominceranno a farsi largo le schiarite, mentre peggiorerà il tempo sulla Campania e si annuvolerà sul resto del meridione. Farà freschino al centro-nord, il tempo si manterrà ancora mite al sud. DOMENICA 21 invece il nord si libererà ulteriormente del fardello depressionario e nubi e fenomeni saranno in azione al centro-sud con rovesci sparsi, soprattutto nelle ore pomeridiane. LUNEDI 22 la depressione si porterà dal basso Tirrenio allo Jonio ma contemporaneamente l'alta pressione si coricherà sull'Europa centrale favorendo l'afflusso di aria più fresca dai quadranti nord-orientali sulla nostra Penisola. Sarà proprio quest'aria fresca a mantenere viva l'instabilità nelle ore pomeridiane, specie lungo l'Appennino e sull'Adriatico. MARTEDI 23 MERCOLEDI 24 Nessuna ulteriore novità: seguiterà ad affuire aria fresca da NE che manterrà attive condizioni di instabilità con mattinate soleggiate ma sviluppo di cumuli nel pomeriggio e rischio di rovesci soprattutto sull'Appennino. Meno interessate le Alpi. GIOVEDI 25 APRILE Cesserà probabilmente l'afflusso fresco da est, sarà probabilmente l'alta pressione a dettar legge, assicurando maggiore stabilità, ma già dal giorno successivo vi sono molte incertezze legate ad un fronte in movimento dalla Spagna. Ne riparleremo ovviamente...

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum