Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il tempo prende una piega perturbata, nubi e piogge protagoniste almeno sino al 20 aprile

Prima un vortice tutto made in Italy, poi altre pulsazioni depressionarie importate dagli altri Paesi europei o dal nord Africa terranno sotto scacco la primavera per almeno una settimana. Vento forte e nevicate in montagna saranno altri ingredienti importanti di questa turbolenta fase stagionale.

La sfera di cristallo - 13 Aprile 2012, ore 15.31

 La primavera non ha mezze misure? Non è certo una novità e sicuramente l'accezione risulta più corretta del celebre ma confutabile luogo comune che vede sparite le mezze stagioni. La primavera in effetti è proprio una mezza stagione, significando semplicemente che non ha caratteristiche a sè stanti ma che pesca talora dall'inverno che l'ha preceduta o dall'estate che la seguirà.

Questo perchè il freddo invernale che ancora staziona alle alte latitudini tenta la via di fuga verso quelle temperate andando così inevitabilmente a scontrarsi con le masse d'aria già riscaldate dal sole alto nel cielo che, dalle zone subtropicali, prendono invece la via del grande nord. 

Ora, la conseguenza più diretta e concreta di questo scontro tra titani è il parapiglia atmosferico che stiamo vivendo e che ancora vivremo nei prossimi giorni. Il Mediterraneo, quando non vessato dalle alte pressioni, diventa una vera e propria fucina di vortici e di perturbazioni. 

La settimana che ci porterà verso l'ultima decade di aprile non si sottrarrà a questa situazione delicata e le nostre giornate ne risentiranno anche pesantemente fin da subito e con particolare riferimento al fine settimana ormai imminente. Non sarà un weekend da trascorrere all'aria aperta o, per lo meno, lo sarà solamente per coloro che, amanti dei parossismi meteo, ne approfitteranno per corpirsi ed equipaggiarsi a dovere per poi documentare mareggiate, temporali nevosi, intense grandinate, oppure anche solo i cieli caotici che si accompagneranno a timide e temporanee schiarite.

Per contro lungo la nostra Penisola non farà molto freddo, se non sulle zone di montagna: le temperature si manterranno sui valori medi stagionali un po' su tutto il Paese, con una lieve tendenza al rialzo rispetto ai giorni precedenti per via della presenza di aria prodotta e miscelata in seno al Mare Nostrum.

Qualcuno già si chiede: "Quando finirà". Noi rispondiamo: "Non prima dell'ultima decade di aprile". Fino ad allora nubi e piogge prevarranno su sole e schiarite. Il contesto sarà dunque favorevole al rientro dalla preoccupante siccità che da mesi affliggeva diverse regioni italiane o, se la vogliamo mettere su un piano più ludico, potrà riscattare la stagione sciistica sulle Alpi, rimasta orfana dell'inverno.

Anche l'estate ora fa meno paura, pur nella consapevolezza che l'alta pressione, dovesse tornare in veste sfarzosa una volta esaurita questa fase, potrebbe vanificare in breve tempo gli sforzi che la primavera ha destinato per il benessere del nostro territorio. Ma anche questo fa parte dei giochi...

SINTESI PREVISIONALE FINO A VENERDI 20 APRILE 2012

WEEK-END: condizioni di variabilità sulle Isole Maggiori, con schiarite in estensione domenica anche alle regioni del medio e basso Tirreno. Per il resto tempo complessivamente perturbato con precipitazioni frequenti e locali temporali, sabato su Lazio, Campania, Calabria tirrenica e settori ionici della Puglia. Neve sulle Alpi intorno a 1600 metri, in Appennino sopra i 1800 metri.

LUNEDI 16 APRILE: generale instabilità con nubi ovunque, poche schiarite e occasione per precipitazioni sparse, anche sotto forma di rovescio. Fenomeni più probabili su bassa Padana e centro-sud. Temporali al meridione. Temperature in linea con le medie stagionali.

MARTEDI 17 APRILE: instabile al sud e sulle Isole Maggiori, con rovesci sparsi e qualche temporale, schiarite altrove ma con nuovo aumento della nuvolosità al nord in giornata. Lieve aumento delle temperature al centro e al nord.

MERCOLEDI 18 APRILE: nuova recrudescenza dell'instabilità al nord e al centro, con possibilità di temporali alternati a schiarite. Calo delle temperature diurne. Parziale miglioramento al sud, dove è atteso un lieve rialzo delle temperature.

GIOVEDI 19 e VENERDI 20 APRILE: persistono condizioni di generale instabilità atmosferica con schiarite alternate ad annuvolamenti e rovesci, questi ultimi più probabili e frequenti nelle ore pomeridiane e serali. Temperature stazionarie su valori intorno alla media stagionale.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.38: A14 Ancona-Pescara

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Roseto Degli Abruzzi (Km. 344) e Atri-Pineto (Km. 351,8) in dir..…

h 01.14: A14 Ancona-Pescara

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Roseto Degli Abruzzi (Km. 344) e Atri-Pineto (Km. 351,8) in dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum