Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il forno verrà spento da correnti meno calde da nord-ovest

L'alta pressione africana sta fortunatamente cedendo. Martedì i primi temporali al nord, da mercoledì aria meno calda da nord-ovest dovrebbe scacciare le correnti africane dall'Italia, accendendo anche qualche temporale.

La sfera di cristallo - 25 Maggio 2009, ore 15.21

La fase culminante dell'alta pressione africana sta passando in queste ore sull'Italia. Senza scomodare catastrofismi e quant'altro, le temperature sono di molto superiori alle medie attese per l'ultima decade di maggio. Al nord, al posto dei 25-26°, fioccano i 34-35°. In alcune città lo scostamento termico con la media si aggira attorno a 10°. Dai dati raccolti si può certamente affermare la quasi eccezionalità di questa ondata di caldo, che ha fatto piombare la nostra Penisola in pieno luglio. Come mai tutto questo caldo? Beh, diciamo che da oltre 2 settimane le correnti stavano (per così dire) "stuzzicando" il nord Africa. I reiterati affondi delle saccature in sede iberica hanno proiettato masse d'aria molto calde in direzione dell'Italia. Quando tali affondi avvengono per un numero elevato di giorni e recidivamente, il nord-Africa tende a scaldarsi in maniera eccessiva. Arrivati a questo punto, basta pochissimo per far piombare l'Italia nella canicola, data la nostra estrema vicinanza al Continente Nero. Per fortuna tutto sta passando! L'alta pressione delle Azzorre ci darà una grossa mano, facendo finalmente evolvere verso l'Europa centrale la "falla barica iberica" responsabile del caldo di questi giorni da noi. Già martedì i primi temporali (anche forti) saranno una realtà su alcune zone del nord. A seguire vi sarà il cambio di correnti: via i venti bollenti africani a scapito di aria meno calda di origine nord atlantica. Ci saranno anche dei fenomeni? Il contrasto tra le due masse d'aria potrebbe facilitare i moti convettivi dal basso. Il nord Italia se ne accorgerà già nel pomeriggio di martedì. A seguire qualche temporale potrebbe scoppiare anche sul resto d'Italia, anche se stabilire l'esatta posizione dello "scoppio" risulta al momento quasi impossibile. Ecco comunque la possibile linea di tendenza per i prossimi sette giorni in Italia. Martedì 26 maggio: temporali in arrivo su Alpi, Prealpi e settori di pianura a nord del Po. Qualcuno anche sull'Appennino calabrese nel pomeriggio. Per il resto soleggiato o velato, senza fenomeni. Cala la temperatura al nord a seguito dei temporali. Ancora caldo altrove. Mercoledì 27 maggio: temporali sul nord-est, est Lombardia, Appennino Ligure e Tosco Emiliano. Qualcuno nelle zone interne della Calabria. Per il resto soleggiato o con nubi in transito di poco conto. Meno caldo ovunque, con massime quasi ovunque sotto i 30°. Giovedì 28 e venerdì 29 maggio: tempo abbastanza buono e meno caldo su tutta la Penisola. Qualche temporale nel pomeriggio su Alpi e Appennini. Ventilato per venti da nord-ovest. Sabato 30 maggio: temporali più diffusi al nord e al centro per il passaggio di un nucleo freddo. Tempo in peggioramento anche al sud nel corso della giornata. Ulteriore calo termico ovunque. Domenica 31 maggio e lunedì 1° giugno: nubi al nord e al centro. Qualche temporale nelle zone interne nel pomeriggio. Più soleggiato al sud. Caldo sopportabile ovunque.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum