Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il 2013 si conclude con un po' di MALTEMPO al sud poi migliora, ma nuove PIOGGE in arrivo dal 2

Tornerà anche la neve in montagna, anche a quote basse al nord giovedì 2 gennaio. Ulteriore giro di vite del maltempo tra il 4 e il 5. Fino all'Epifania niente gelo invernale.

La sfera di cristallo - 31 Dicembre 2013, ore 14.45

 Mentre la modellistica proiettata a scadenze siderali, insiste nel proporre una seria svolta verso l'inverno dopo la metà di gennaio, le più concrete carte deterministiche seguitano a sfornare scenari da fine autunno. Fin dopo l'Epifania infatti tutto sarà nelle mani dell'Atlantico, lanciato a tutta velocità con le sue correnti umide e temperate.

La grande ruota depressionaria islandese continuerà a riformarsi sul posto, forte degli apporti di vorticità assicurati dalla circolazione polare che sul Canada ha la sua punta di diamante. Entro questa ruota si incastreranno diversi ingranaggi depressionari che in concreto, corrispondono ad altrettante perturbazioni.

La prima, al momento sul nostro meridione, insisterà ancora per alcune ore su queste regioni, disturbando forse in parte anche i festeggiamenti per il Veglione di fine anno. Una seconda perturbazione (debole) è attesa sopraggiungere tra il 2 e il 3 gennaio e, come già approfondito in questo articolo, si renderà disponibile a recare qualche nevicata a bassa quota al nord. Altrove sono disturbi di passaggio e temperature che tenderanno a riportarsi ovunque su valori decisamente superiori alla norma.

Terza perturbazione (intensa): arriverà tra il 4 e il 5 gennaio. Anche in questo caso abbiamo ampiamente approfondito in questo articolo. Basti aggiungere che il maltempo si troverà ad imperversare su territori ancora piuttosto malmessi, sia dal punto di vista idrogeologico (in particolare la Liguria), sia da quello nivometrico. Sulle Alpi infatti cadrà altra neve e il rischio di valanghe tornerà rapidamente ad essere elevato. Neve anche in Appennino, pur se in quantitativi più moderati.

Per l'Epifania tregua di relativa tranquillità, caratterizzata da un po' instabilità residua al sud e a da nubi sparse in corsa sui cieli delle altre regioni, dove comunque il rischio di ulteriori precipitazioni si manterrà basso. Queste probabilmente riagguanteranno il nostro settentrione nei giorni a venire, a partire dal 7-8 gennaio, confermando anche a medio termine la latitanza del gelo invernale, la cui strada per l'Italia pare ancora lunga e difficile.

Questa la SINTESI PREVISIONALE FINO A MARTEDI 7 GENNAIO 2014

CAPODANNO residua instabilità al sud, ma con tendenza a schiarite. Altrove almeno in parte soleggiato, ma con nubi in aumento nel corso della giornata su Liguria e bassa Lombardia. Temperature prossime alla media del periodo.

GIOVEDI 2 una perturbazione attraverserà tutta l'Italia a partire dal nord, dove avremo anche qualche nevicata a bassa quota. Al centro e al sud fenomeni più frammentati e discontinui, con locali spruzzate di neve solo sulle cime appenniniche. Temperature in rialzo al centro e al sud, un po' freddo al nord.

VENERDI 3 nuvolaglia quasi ovunque, con qualche pioggia su Levante ligure, Venezie e regioni tirreniche fino al nord della Calabria. Ampie schiarite solo sulle Alpi. Temperature in rialzo al nord.

SABATO 4 peggiora al nord e sull'alta Toscana, con precipitazioni via via più estese. Neve in montagna, inizialmente anche a bassa quota sul nord-ovest. Altrove nuvoloso ma asciutto e con clima nuovamente più mite.

DOMENICA 5 maltempo su tutta l'Italia, con piogge diffuse e nevicate in montagna. Venti moderati o forti e temperature inizialmente miti, ma in calo nel corso della giornata.

LUNEDI 6 al sud residue condizioni di instabilità, con tendenza a graduale miglioramento. Altrove banchi nuvolosi di passaggio alternati a schiarite, talora ampie e durature. Precipitazioni nel complesso assenti o comunque poco probabili. Un po' di freddo al mattino, poi nuovo rialzo delle temperature a partire dal centro-nord.

MARTEDI 7 giornata discreta, caratterizzata da poche nubi di passaggio e da basso rischio di pioggia. In giornata tende a peggiorare su Alpi e nord-ovest con qualche nevicata sui settori alpini di confine con Francia e Svizzera. Clima mite per la stagione.

La Redazione di MeteoLive.it augura a tutti voi, carissimi lettori, un felice 2014!


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.52: A12 Genova-Rosignano

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Genova Est (Km. 4,2) e Allacciamento A7 Milano-..…

h 17.48: A51 Via Raffaele Rubattino incrocio Tangenziale Est Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Cologno Monzese: S.S.Giovanni..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum