Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Giugno si congeda tra schiarite e colpi di tuono

Ancora prospettive moderatamente instabili per la nostra Penisola fino alla fine del mese. Nei primi giorni di luglio dovrebbe invece subentrare un tempo relativamente più stabile e con caldo nella norma.

La sfera di cristallo - 26 Giugno 2013, ore 13.51

L'abbiamo battezzato "l'anticiclone delle Azzorre dalla coperta troppo corta". Lo slancio dell'alta pressione verso levante è presente, ma la figura stabilizzante si fa spesso sorprendere da aria fresca in discesa da latitudini più settentrionali, che a fasi alterne investe il settore centro-orientale del Continente, Italia compresa.

La presenza di nuclei di aria più fresca che scendono da nord rinnovano le condizioni di instabilità presenti sul nostro Paese. Non si tratta di vere e proprie perturbazioni, ma di disturbi che si manifestano soprattutto alle quote superiori.

Un primo nucleo è in azione quest'oggi sui settori orientali italiani e nelle zone interne. Un secondo elemento instabile arriverà tra la serata di giovedì e la mattinata di venerdì, aggravando nuovamente il quadro meteorologico sullo Stivale.

La cartina che vedete poco sopra si riferisce appunto alle ore centrali della giornata di venerdì 28 giugno. Con una situazione siffatta, il tempo sull'Italia non può assolutamente essere a posto. Notate l'alta pressione delle Azzorre che si gonfierà come un pavone sui settori occidentali europei, ma lascerà scoperta l'Europa centro-orientale e l'Italia, zone che resteranno sotto il giogo delle correnti fresche ed instabili.

Nel fine settimana, specie domenica, anche questo nucleo fresco evolverà a levante e la pressione tornerà ad aumentare da ovest, per merito della spinta dell'anticiclone atlantico verso di noi.

I primi giorni di luglio, di conseguenza, trascorreranno sotto un tipo di tempo più stabile e con caldo nella norma. L'alta pressione sarà ben salda al suolo, molto meno alle quote superiori.

La seconda cartina che vi presentiamo si riferisce alle ore centrali della giornata di lunedì 1 luglio. Come vedete, in quota permarrà una debole circolazione depressionaria da nord-ovest; niente di grave, ma qualche temporale nelle zone interne di pomeriggio non sarà escluso. Non avremo quindi una stabilità assoluta sull'Italia, come le recenti estati africane ci avevano abituato.

Sul fronte del caldo, fino a domenica avremo temperature nella norma o anche al di sotto dove i fenomeni si presenteranno più intensi e continuativi.

Da lunedì 1 luglio le temperature tenderanno invece ad alzarsi, ma non sono attese ondate di caldo pesanti sulla nostra Penisola.

Se analizziamo l'indice di disagio da caldo atteso per la giornata di martedì 2 luglio, notiamo che solo su limitate aree dello Stivale (quelle segnalate in rosso) il caldo potrebbe essere un po' fastidioso, ma comunque sopportabile.

Su tutte le altre regioni avremo invece temperature assolutamente sopportabili e vicine alle medie del periodo.

Se volete allungare il collo e sbirciare nelle maglie del lungo termine, vi invitiamo a leggere la rubrica Fantameteo qui di seguito riportata. Intanto, ecco la possibile linea di tendenza del tempo in Italia per i prossimi sette giorni.

Giovedi 27 giugno: al mattino instabile in Adriatico, con temporali. Bel tempo altrove, ma con nubi in aumento al nord e nelle zone interne centro-meridionali, con qualche temporale nel pomeriggio. In serata temporali diffusi al nord, specie al nord-ovest. Clima gradevole, se non fresco sotto le precipitazioni.

Venerdì 28 giugno: tempo instabile su tutta l'Italia, con rovesci o temporali più probabili sul nord-est e al centro-sud, specie le zone interne. Tempo migliore al nord-ovest e sulla Sardegna. Temperature in calo e clima ventoso.

Sabato 29 giugno: ancora instabile al sud, sul versante adriatico e nel pomeriggio su tutte le zone interne peninsulari, con rischio di temporali. Nubi sparse al nord, ma con basso rischio di pioggia. Clima sempre abbastanza fresco.

Domenica 30 giugno: ultimi fenomeni al mattino al sud ed in Abruzzo, in via di attenuazione. Qualche temporale nel pomeriggio sui settori centro-orientali alpini, per il resto bel tempo o con poche nubi sparse. Lieve aumento termico al nord e sul Tirreno, ventoso al sud.

Da lunedì 1 a mercoledì 3 luglio: soleggiato ovunque al mattino. Nel pomeriggio sviluppo di nubi cumuliformi su Alpi, dorsale appenninica e zone interne in genere, dove sarà possibile qualche temporale, in attenuazione in serata. Temperature in aumento, ma caldo quasi ovunque sopportabile.

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum