Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Freddo? Solo una parentesi

A lungo termine si rivede il grande assente con una gran voglia di riportare quella stabilità che in molte regioni mancava da mesi

La sfera di cristallo - 11 Gennaio 2001, ore 15.15

Il freddo sarà "in cartellone" sulla Penisola solo per qualche giorno a partire dal pomeriggio di sabato. Si tratterrà di un'apparizione effimera, anche se al nord le temperature precipiteranno abbondantemente sotto zero durante la notte. L'afflusso freddo da est, generato dalla presenza della depressione "SELENE" sul meridione, provocherà qualche debole nevicata a basse quote sulle regioni settentrionali tra sabato pomeriggio e domenica mattina, per poi insistere maggiormente su Marche, Umbria orientale e parte dell'Abruzzo per gran parte della domenica. Sulle zone interne marchigiane potranno verificarsi anche BUFERE DI NEVE, in particolare nella zona di Fabriano. Sulle zone costiere si tratterà di nevischio e più si procederà verso sud più la pioggia prenderà il sopravvento, relegando la neve a quote superiori a 700 m sull'Appennino Sannita e attorno ai 1100 m su Lucania e Calabria. Le piogge saranno generose con il sud, mentre Lazio e Toscana risulteranno sottovento alla situazione con cielo generalmente poco nuvoloso ma vento freddo da NE. Domenica il tempo al nord sarà già decisamente migliorato ma farà decisamente più freddo. Al centro-sud ancora maltempo nelle zone indicate in graduale attenuazione dalla serata. Lunedì ecco l'alta pressione europea coricarsi maggiormente sulle nostre regioni: temporaneamente su tutta la Penisola vi sarà un'ulteriore generale flessione della temperatura, anche grazie alla cessazione del vento. Il cielo si manterrà sereno ovunque, con residui addensamenti su Puglia e Lucania, ove potrebbe ancora scapparci qualche rovescio. Anche martedì 16 sarà una giornata fredda ma senza sostanziali variazioni della circolazione atmosferica. Mercoledì 17 l'Atlantico sarebbe pronto ad intervenire inviando un bel nucleo perturbato verso il nord Italia, ma proprio mentre si appresterà a farlo, l'anticiclone delle Azzorre avrà preso la ferma e a quanto pare irrevocabile decisione di impossessarsi del Mediterraneo e dell'Italia, confermando la stabilità e provocando un graduale lieve rialzo delle temperature, soprattutto in montagna, mentre in pianura, con l'inversione termica, le temperature si manterranno relativamente basse con la concreta possibilità che sia la nebbia (almeno al nord) a diventare la protagonista. Fino a sabato 20 l'anticiclone delle Azzorre, che si fonderà con quello europeo, garantirà dunque una fase di stabilità che dallo Stivale mancava da tempo.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum