Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

FREDDO: sei stato nominato!

Ora resta da capire se USCIRAI allo scoperto sulla Penisola o resterai confinato agli "arresti domiciliari" sulla Scandinavia e sui Timani. L'ipotesi della "sfera"

La sfera di cristallo - 26 Gennaio 2001, ore 15.45

Ormai non si può negare quello che da 48 ore è ormai sotto gli occhi di tutti gli appassionati: quel gigantesco "iceberg" d'aria fredda posizionato per i primi giorni di febbraio tra la Scandinavia, le Repubbliche baltiche e la Russia settentrionale. Raramente negli inverni più recenti c'era capitato di vedere dalle carte una tale concentrazione di freddo con punte localmente vicine a -35°C alla quota di 1500 m. Ma tutto quel freddo, "congelato" in naftalina ormai da diverso tempo, non sembra trovare per il momento i canali giusti per sfondare sull'Europa centrale e soprattutto sull'Italia. Due cose ci confortano oggi: il fatto che a tale freddo, molti modelli (tra cui Sembach, Ukmo, Mrf tedesco, NCEP, e altri)associno un'anticiclone termico del valore massimo di 1053 mb, e che ci sia la volontà dell'anticiclone delle Azzorre di unirsi a questo bestione per chiudere la strada dell'Atlantico e impedire al flusso atlantico di rovinare tutto. (Sembach 120 h) Ora il guastafeste sembra proprio lui, con le sue rapidissime, intense e miti correnti nord-occidentali, pronte a rintuzzare sul nascere ogni diversivo barico nel cuore del continente. Ai modelli probabilmente serve altro tempo per capire meglio come andranno le cose ma questa sera la "sfera" si vuole sbilanciare e prova a tracciare un ipotetico quadro da lunedì 29 a lunedì 5 febbraio: il 28 come sappiamo si formerà quella depressione sulla Sardegna che si muoverà gradualmente verso la Sicilia. Da NE verrà richiamata aria sempre più fredda e la quota neve sull'Appennino centro-settentrionale tenderà gradualmente ad abbassarsi fino a quote relativamente basse, soprattutto sul settore emiliano e marchigiano. Le precipitazioni comunque saranno trascurabili al nord, appena più importanti al centro, mentre risulteranno a tratti forti al sud. Da mercoledì 31 ulteriore calo della temperatura ma tempo in miglioramento. Al nord e localmente al centro ritorneranno le gelate. Giovedì 1°febbraio l'Atlantico torna alla carica con un'altra perturbazione che si muoverà in un rapido flusso nord-occidentale di aria più mite senza grossi effetti sul tempo. Venerdì 2 febbraio l'anticiclone delle Azzorre, stufo di stare ad ingrassarsi sull'Iberia, punterà verso nord, con la recondita speranza di chiudere la porta ai fronti oceanici e di dar via libera al grande progetto del freddo. Entro domenica 4 il BLOB, il fluido viscoso freddo potrebbe avviarsi alla conquista dell'Europa. Se non dovesse riuscirci in questa occasione, difficilmente potrà farlo nei giorni successivi, dato l'inesorabile avanzamento della stagione.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum