Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fiammata anticiclonica di fine ottobre, ma sarà un fuoco di paglia

Netta rimonta dell'anticiclone subtropicale sull'Europa e sull'Italia, con ripristino di condizioni climatiche miti e in prevalenza soleggiate. Con la fine del mese però si farà sotto una nuova irruzione fredda di matrice russa.

La sfera di cristallo - 23 Ottobre 2009, ore 15.53

Ottobre finirà così come era iniziato, con l'alta pressione e il clima mite. Certo, nel mezzo però ci sono stati fenomeni anche intensi, abbiamo inanellato una prima irruzione artica degna dei migliori inverni. Insomma ottobre non è stato un mese piatto e amorfo. Quello che è stato in questo primo scorcio stagionale prelude senz'altro ad un prosieguo d'autunno su questa sintonia d'onda, con una certa dinamicità e il fattore sorpresa sempre dietro l'angolo. Ce lo confermano anche gli indici teleconnettivi tra i quali la QBO (l'oscillazione biennale dei venti stratosferici), la quale assumerà sempre più importanza, ora che si va verso l'inverno. Lassù infatti, i campi di vento orientali che ci accompagneranno in questa stagione, caratterizzata anche da un cocciuto minimo solare, favoriranno una circolazione propensa agli scambi meridiani, dunque a frequenti sbalzi di umore del tempo. Se ottobre finirà con un robusto anticiclone, novembre potrebbe infatti partire con una nuova irruzione fredda di matrice continentale. Perchè? Il motivo è da ricercare proprio nell'eccesso di zelo del nostro campanone subtropicale. La sua irruenza lo porterà a guadagnare le latitudini scandinave, promuovendo sul nostro Continente la classica figura ad "omega", nella quale due saccature polari scenderanno ad est e ad ovest destabilizzando il flusso complessivo delle onde atmosferiche a livello planetario. La mossa successiva, attesa per la fine del mese, contemplerà poi una chiusura a tenaglia di questa omega, per la contromossa delle due saccature che scenderanno a cingerle i fianchi fino a strozzarla. Al momento sul comparto euro-mediterraneo pare maggiormente probabile l'intervento della saccatura orientale, quella continentale appunto, la quale spingerà un cuneo anche verso l'Italia allo scadere del mese, inviando i primi refoli freddi da est, che si faranno carico di apportare un nuovo colpo di scena nella storia di questa variegata stagione autunnale. RIASSUNTO PREVISIONALE FINO A VENERDI 30 OTTOBRE SABATO, 24 OTTOBRE 2009 Instabile al sud e sulle centrali adriatiche, con rovesci sparsi in lenta attenuazione. Un po' di nuvole anche al nord-est, sulla Romagna e sul basso Lazio, ma senza fenomeni e con tendenza a miglioramento. Sugli altri settori del nord, Toscana, Umbria e nord Lazio prevalenza di sole, con stratificazioni in arrivo da ovest al settentrione dopo mezzogiorno, ma senza disturbi. Temperature stazionarie, clima non freddo e ancora abbastanza ventoso al sud. DOMENICA, 25 OTTOBRE 2009 Al primo mattino ultimi occasionali rovesci sulla Calabria. Per il resto in prevalenza soleggiato, con qualche addensamento innocuo a ridosso della dorsale appenninica e locali banchi di nebbia notturni in pianura. Dal tardo pomeriggio nubi in parziale aumento su Alpi centro-occidentali, Piemonte e Ponente ligure, ma senza conseguenze. Clima diurno mite, con temperature in aumento, specie nei valori massimi. LUNEDI, 26 OTTOBRE 2009 Banchi nuvolosi sparsi in transito sulla Sardegna, senza fenomeni. Locali addensamenti anche lungo l'Appennino, ma in un contesto in prevalenza soleggiato. Bel tempo sul resto d'Italia, con temperature in ulteriore aumento anche in quota e clima mite ovunque. Possibili banchi di nebbia nottetempo e al primo mattino sulle zone di pianura. Tendenza per i giorni successivi: MARTEDI 27 e MERCOLEDI 28 OTTOBRE 2009 Condizioni di bel tempo su tutto il Paese, con temperature miti, soprattutto di giorno. Marcata escursione termica e possibili banchi di nebbia al mattino in pianura. GIOVEDI 29 e VENERDI 30 OTTOBRE 2009 Nubi in parziale aumento sulle Alpi e al settentrione, ma senza conseguenze. Bello altrove, salvo qualche nube bassa lungo le coste tirreniche, sarde e sicule. Sempre molto mite.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.29: A2 Autostrada del Mediterraneo

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 6,244 km prima di Svincolo S.Mango D'aquino (Km. 294,5) in direz..…

h 00.21: A7 Milano-Genova

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento A12 Genova-Rosigna..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum