Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Feste di Pasqua tra acquazzoni, schiarite, vento e calo termico

Questa l'ipotesi più probabile (60%) con le mappe a disposizione. Se fino a venerdì trascorreremo giornate inaffidabili e dunque instabili con qualche acquazzone, proprio a ridosso della festività potrebbe scatenarsi la furia degli elementi con una depressione in formazione sul Mar Ligure e in scivolamento verso sud. Miglioramenti solo da martedì 10.

La sfera di cristallo - 3 Aprile 2012, ore 14.19

La sommatoria delle precipitazioni attese per domenica sull'Italia: picco sul basso Piemonte ma anche sull'alto Adriatico.

La fase moderatamente instabile che stiamo cominciando a vivere potrebbe sfociare in un un peggioramento più intenso proprio durante il fine settimana di Pasqua se davvero si andasse ad approfondire sul Mar Ligure quel minimo al suolo che manca ormai da molti mesi e che costituirebbe davvero una svolta importante nello stato del tempo.

E' la prima volta, dopo diverso tempo, che i modelli fiutano una soluzione diversa da quella della classica sventagliata da nord-ovest con fenomeni relegati in Adriatico e al sud, optando per una configurazione di maltempo più estesa in grado di attenuare almeno un po' il deficit idrico che grava su mezza Italia.

Di fianco i fenomeni attesi per la mattinata del giorno di Pasqua con le relative quote neve.
Per la verità non c'è ancora una convergenza assoluta su questo tipo di previsione che andrebbe certamente un po' a tagliare le gambe del turismo; sicuramente in molti si morderanno le mani pensando alle settimane assolate e quasi calde che abbiamo trascorso.

Il guasto si attiverebbe sabato con l'azione combinata di un fronte mediterraneo in risalita dalla Sardegna alle regioni centrali e con la contemporanea discesa di un fronte freddo a ridosso delle Alpi, pronto a scavare quel minimo pressorio a ridosso del Mar Ligure.

La notte su domenica sarebbe così caratterizzata da una fase di spiccato maltempo al nord in estensione poi alle regioni tirreniche, sotto lo sferzare dei venti di Libeccio. Contemporaneamente l'aria fredda comincerebbe a penetrare sia dalla valle del Rodano che dalla porta della Bora, dando luogo ad un graduale abbassamento del limite delle nevicate sul settentrione e ad un peggioramento sul medio Adriatico.

Le precipitazioni attese nel pomeriggio del giorno di Pasqua con le relative quote neve.
Nel pomeriggio-sera di Pasqua però il maltempo tenderà a liberare il nord, specie il nord-ovest, accentuandosi invece al centro-sud, specie sul medio Adriatico, grazie all'ingresso dell'aria fredda che insisterà per tutta la giornata di Pasquetta, rinnovando condizioni di instabilità al centro-sud e portando anche neve sui rilievi romagnoli, marchigiani ed abruzzesi sin sotto i 1000m, ma lasciando nord e medio Tirreno probabilmente all'asciutto, sia pure in un contesto quasi invernale. 

Il maltempo giocherà le sue ultime carte martedì 10 al sud, dando luogo a residua instabilità con acquazzoni e anche qualche grandinata. Subito dopo un cuneo anticiclonico ci proteggerà per un paio di giorni. L'impressione però è che finalmente qualcosa vada muovendosi. L'ammalato sembra sulla via della guarigione dall'anticiclonite acuta che l'ha debilitato per mesi.

SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 10 APRILE 2012:
mercoledì 4, giovedì 5 e venerdì 6 aprile: tempo instabile su tutto il Paese con nuvolosità variabile, spesso irregolare, più compatta e persistente al centro-nord, dove a tratti potranno verificarsi deboli precipitazioni, anche sottoforma di rovescio o breve temporale, specie nelle zone interne e nelle ore pomeridiane. Temperature complessivamente miti durante le ore diurne.

sabato 7 aprile: peggioramento sulla Sardegna in estensione a tutte le regioni centrali con piogge e rovesci, nubi e primi rovesci anche al nord, specie in montagna con neve in calo sino a 1500m. Al sud parzialmente nuvoloso ma con basso rischio di precipitazioni. Temperature in calo al centro-nord, ancora miti al sud.

domenica 8 aprile, Pasqua: maltempo al mattino al nord con piogge e rovesci, più intensi tra basso Piemonte, Appennino ligure, in graduale attenuazione nel corso della giornata a partire da nord, qualche nevicata su Alpi ed Appennino oltre i 1000-1200m. Al centro maltempo sulle regioni tirreniche con piogge e rovesci, peggiora in giornata anche sul medio Adriatico, piogge su ovest Sardegna, secco ad est. Al sud piogge e rovesci sulle regioni tirreniche, schiarite sul basso Adriatico e su Calabria jonica e sud Sicilia.  
Temperature in netto calo al nord, poi anche al centro entro sera.

lunedì 9 aprile, Pasquetta: al nord migliora ma nuvolaglia indotta dalle correnti orientali in mattinata e freddo quasi invernale. Al mattino possibili rovesci su Romagna con neve oltre i 900m ma con tendenza a miglioramento. Al centro schiarite sul Tirreno, ancora maltempo in Adriatico e neve sin sotto i 1000m su Marche ed Abruzzo, rovesci anche sul basso Tirreno, in estensione a tutto il meridione, sia pure non sempre estesi. Ulteriore calo termico e clima freddo per la stagione.

martedì 10 aprile: ultimi rovesci o temporali al sud, localmente anche grandinigeni, tempo buono altrove, ancora un po' freddo, specie al mattino, miglioramento al sud dal pomeriggio.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 15.49: A2 Autostrada del Mediterraneo

rallentamento

Traffico rallentato, traffico intenso a 98 m prima di Svincolo Cosenza Nord (Km. 253,3) in direzi..…

h 15.49: A1 Roma-Napoli

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Cassino (Km. 669,6) e San Vittore (Km. 678,6..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum