Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fase moderatamente perturbata in arrivo sull'Italia ma gli episodi invernali sono ben altra cosa

Dicembre sta entrando nel vivo ma ancora non si profilano all'orizzonte fenomeni nevosi sino in pianura e condizioni prettamente invernali. Le correnti occidentali sono infatti troppo tese e trasportano verso di noi aria mite oceanica, in più c'è sempre l'anticiclone in agguato che probabilmente stabilizzerà anche il tempo della Penisola tra l'11 e la metà del mese.

La sfera di cristallo - 5 Dicembre 2007, ore 15.51

Sono giorni in cui si ha l'impressione che le correnti occidentali non debbano fermarsi mai e che l'alta pressione abbia sette vite come i gatti e voglia stroncare la nostra sete di inverno. In realtà arrivano i primi cenni di rallentamento della corrente a getto quale risultato di un graduale indebolimento del vortice polare. Inoltre anche l'indice NAO finalmente mostra la volontà di voler tendere al ribasso nella seconda decade del mese. Se a tutto questo sommiamo la concreta possibilità che sulla Scandinavia, sempre dal 10-12 in poi possa formarsi un anticiclone ibrido (in parte a cuore freddo e in parte a cuore caldo), ecco che da una stagione mite ancora chiaramente di chiaro stampo autunnale, potremmo quasi improvvisamente fare i conti con l'inverno. Attenzione però: di mezzo c'è sempre lui l'anticiclone subtropicale. Non dobbiamo però vederlo solo come un ostacolo. Prendiamo ad esempio in esame ciò che è avvenuto nel 1997. In quel dicembre la quasi biennale oscillazione era in fase positiva (+8.22 per la cronaca) mentre ora siamo a -27.61, valore superato solo nel 2005 quando si registrò l'eccezionale -29.55. Resta comunque un buon valore e sappiamo quanto venti orientali nella stratosfera tropicale possano non solo influenzare il Vortice Polare stratosferico ma anche favorire circolazioni antizonali. Nel dicembre del 1997 l'indice era positivo eppure in 3 giorni successe l'impossibile perchè i motivi di quegli avvenimenti vanno ricercati altrove. Per alcuni frangenti a cavallo del 10 del mese sull'Europa centrale (proprio come ora) fluttuavano le correnti atlantiche con un anticiclone sull'Iberia sempre pronto a respingere verso nord il trenino dei cicloni extratropicali atlantici. Più a nord però sulla Scandinavia andava maturando un anticiclone termico. Di colpo un poderoso e profondo vortice depressionario in Atlantico spinse l'anticiclone subtropicale ad ergersi verso nord fino a legarsi con la figura scandinava sormontandola con aria calda fino a bloccare il flusso perturbato atlantico. Quel blocco promosse poi la discesa verso di noi di una corrente di aria fredda che colpì però in particolar modo il versante adriatico anche con rovesci nevosi a quote basse. A Mosca il 16 dicembre si registrarono -28°C sotto zero, il valore più basso registrato negli ultimi 110 anni. Il 17 quando l'atlantico riuscì a farsi strada alle basse latitudini mediterranee spingendo i primi corpi nuvolosi verso di noi al nord nevicò sino in pianura. Con questo voglio dire che basta veramente poco per stravolgere una configurazione barica ma questo non vuol dire che succederà anche stavolta, il tempo non si ripete mai in modo identico. L'inverno intanto però non sta facendo l'inverno e ci spiace che qualche nostro lettore si risenta per queste affermazioni solo perchè ha vissuto un autunno abbastanza dinamico e fresco. E' vero è andata meglio dell'anno scorso sotto il profilo termico ma, come sottolineato più volte, poi qualcosa si è rotto e i peggioramenti attesi per il Ponte dell'Immacolata non assomigliano all'inverno ma ancora all'autunno. Forse qualcuno dimentica che in passato si sono verificate diverse nevicate autunnali al piano anche con questo tipo di situazioni: nel 96 Aosta era già stata sepolta dalla neve, nel dicembre del 90 nevicò in pianura su tutto il nord-ovest senza contare i molti episodi nevosi a bassissima quota o in pianura su diverse zon del centro-sud negli autunni del passato. Dunque questa fase per noi è da Atlantico mite, non fresco e non riteniamo sia stato scandaloso affermare questo. Qualche volta ci lasciamo andare a qualche giudizio personale in questa rubrica? Beh, cosa c'è di male visto che la meteorologia è anche emozione e non solo razionalità; dirci preoccupati per l'invadenza dell'anticiclone subtropicale non ci sembra scandaloso e anche oggi ribadiamo che almeno sino al 17 del mese sarà lui a negarci l'inverno vero, poi magari potrebbe anche portarcelo, come descritto sopra, ma fino ad allora la sua presenza è da considerarsi ingombrante. SINTESI PREVISIONALE SINO A GIOVEDI 13 DICEMBRE 2007 Giovedì, 6 dicembre 2007 Transito di un fronte modesto sull'Europa centrale con scarso coinvolgimento del nostro Paese: nuvolaglia irregolare medio-alta disturberà a tratti il soleggiamento. Un po' di nubi basse invece su Liguria e Toscana ma senza fenomeni di rilievo. Temperature stazionarie. Venerdì, 7 dicembre 2007 Peggioramento moderato nel corso della giornata al nord con qualche pioggia su Liguria, bassa Lombardia ed Emilia-Romagna e brevi nevicate serali e notturne lungo l'arco alpino oltre i 1400-1500m. Altrove nubi in aumento sulla Toscana, il Lazio, l'Umbria e la Sardegna con le prime piogge dalla sera. Nubi basse anche sulla Campania ma tempo secco. Altrove graduale aumento della nuvolosità stratiforme a partire da ovest e ancora un po' di sole. Temperature in calo al nord nei valori massimi, stazionarie o in lieve aumento altrove. Sabato, 8 dicembre 2007 Giornata perturbata su centro-sud ed Emilia-Romagna con piogge, qualche temporale sulle coste e nevicate in Appennino sin verso i 1400-1500m. Sul resto del Paese nuvolosità irregolare con qualche nevicata sui crinali alpini di confine e un po' di vento da nord sulla Valpadana occidentale. Temperature in calo al centro-sud. Ventilazione a rotazione ciclonica. Domenica, 9 dicembre 2007 NORD-OVEST Moderata nuvolosità con piogge possibili sulla Liguria e qualche nevicata sulle creste alpine di confine, altrove fenomeni per lo più sporadici o assenti. Temperature stazionarie NORD-EST Nubi intense associate a piogge sparse. Neve sulle Alpi sopra i 1200 metri. Fenomeni più probabili sull'Emilia-Romagna e i settori alpini di confine. Un po' di freddo umido. CENTRO Perturbato con piogge e rovesci temporaleschi, neve in Appennino fin verso i 1500m. Temperature in calo e venti a rotazione ciclonica. SUD Perturbato con piogge e rovesci temporaleschi, neve in Appennino fin verso i 1600-1700m. Temperature in lieve calo e venti meridionali. Lunedì, 10 dicembre 2007 NORD-OVEST Ancora nubi irregolari, più intense sulle Alpi, ma con basso rischio di fenomeni. Fresco. NORD-EST Ancora nubi irregolari, più intense sulle Alpi, ma con basso rischio di fenomeni. Fresco. CENTRO Qualche pioggia su Abruzzo in attenuazione. Per il resto nubi sparse senza fenomeni. Fresco e ventoso. SUD Piogge possibili su Molise, Calabria tirrenica e Puglia, altrove nuvoloso ma asciutto. Ventoso. Martedì, 11 dicembre 2007 NORD-OVEST Nuvolosità variabile con ampie schiarite, tendenza a rasserenamento. Un po' di freddo, specie nelle Alpi. NORD-EST Nuvolosità variabile con ampie schiarite, tendenza a rasserenamento. Un po' di freddo, specie nelle Alpi. CENTRO Qualche disturbo su Abruzzo e Molise ma senza precipitazioni di rilievo. Per il resto bel tempo. Temperature in calo specie in montagna, venti settentrionali. SUD Nubi irregolari ma senza fenomeni di rilievo. Fresco per venti settentrionali. Mercoledì, 12 dicembre 2007 NORD-OVEST Generali condizioni di tempo buono. Possibili nebbie notturne sulla bassa padana. Freddo al mattino. NORD-EST Tempo buono, salvo addensamenti in Romagna. Banchi di nebbia notturni al piano. Freddo al mattino, specie nelle Alpi. CENTRO Passaggi nuvolosi in Adriatico, per il resto soleggiato, freddo al mattino con gelate nelle zone interne. SUD Nuvolosità irregolare con ampie schiarite, basso il rischio di fenomeni. Temperature in ulteriore flessione e un po' di freddo al mattino.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.03: A7 Milano-Genova

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Ronco Scrivia (Km. 106,5) e Busalla (Km. 111,5) in direzione Ge..…

h 13.00: A7 Milano-Genova

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Isola Del Cantone (Km. 100,7) e Busalla (Km. 111,5)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum