Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fase di transizione in attesa di un probabile peggioramento

Fino alla giornata di sabato non sono attesi grossi "scossoni atmosferici" sulla nostra Penisola. Qualche precipitazione sarà presente sulle due Isole Maggiori e al sud. Da domenica pomeriggio probabile peggioramento per l'arrivo di una massa d'aria fredda dall'Europa centro-orientale.

La sfera di cristallo - 11 Ottobre 2005, ore 15.47

Dopo la fase perturbata legata alla depressione Boris, la nostra Penisola usufruisce di un periodo di relativa tregua: c'è qualche addensamento, magari associato a brevi rovesci o temporali, ma su molte regioni il sole è presente, con temperature massime molto gradevoli. L'alta pressione che da giorni campeggia sull'Europa centro-orientale fa buona guardia sull'Italia e impedirà l'entrata di un fronte nuvoloso piuttosto compatto proveniente da ovest. Già in queste ore un peggioramento abbastanza intenso è in atto sulla Penisola Iberica, sulle Isole Britanniche e sulla Francia occidentale. Questa perturbazione avrà modo di fare ancora qualche passo in avanti nei prossimi giorni, ma alla fine rimarrà "arenata" tra le Baleari e il Golfo del Leone, non interessandoci per il momento. L'alta pressione, quindi, reggerà almeno fino alla giornata di sabato, garantendo temperature sempre gradevoli e diverse ore soleggiate su molte regioni della nostra Penisola. Questa situazione, tuttavia, non sarà destinata a durare a lungo. Già domenica l'anticiclone tenderà a migrare verso nord-ovest, con un massimo che si isolerà tra il Mare del Nord e la Scandinavia. Sul suo bordo meridionale inizierà a "scivolare" aria fredda da est, proveniente da una depressione con centro tra il Baltico e la Polonia. Tali correnti fredde "agganceranno" quello che resta del fronte atlantico sopra citato, che nel frattempo si sarà isolato sul Golfo del Leone, con caratteristiche di "goccia fredda". La spiccata curvatura ciclonica che le correnti assumeranno sulla nostra Penisola porterà la suddetta goccia fredda in direzione delle regioni di nord-ovest a partire dalla serata domenicale. Questo sarà l'inizio di una nuova fase di maltempo, che avrà il suo culmine probabilmente tra lunedì e martedì. Si formerà un minimo di pressione sul Mare Nostrum, ma al momento risulta assai difficile stabilire dove. Logicamente la diversa posizione del minimo barico cambierebbe le carte in tavola, sia dal punto di vista termico che fenomenologico sulla Penisola. Tralasciando tutti i particolari possiamo affermare, con i dati oggi in nostro possesso, che il tempo si "guasterà" nuovamente sull'Italia all'inizio della settimana prossima e che questa volta avremo a che fare quasi certamente con un discreto calo delle temperature. Per il momento fermiamoci qui! SINTESI PREVISIONALE Mercoledì 12 e giovedì 13 ottobre: nubi sparse sulla Penisola, alternate ad ampie zone di cielo sereno, specie sul nord-est. Qualche pioggia sarà possibile sulla Sardegna orientale, sulla Sicilia, sulla Calabria ionica e centro-sud Appennino nelle ore del pomeriggio. In tutti i casi si tratterà di fenomeni locali, alternati a lunghe pause asciutte. Temperature stazionarie, su valori molto gradevoli nel pomeriggio. Venti in genere orientali, con rinforzi sulle due Isole Maggiori. Banchi di nebbia al mattino sulle pianure e nelle valli interne, in rapido dissolvimento. Venerdì 14 e sabato 15 ottobre: l'alta pressione ci interesserà direttamente, con condizioni di bel tempo ovunque. Qualche nube solo sulla Sicilia, la Sardegna e la Calabria ionica, senza fenomeni. Temperature in lieve aumento ovunque, venti deboli. Nebbie al nord e nelle valli del centro di notte e al primo mattino. Domenica 16 ottobre: inizialmente bel tempo ovunque, poi peggiora in giornata sul nord-ovest, con precipitazioni sparse. Nella notte i fenomeni si estenderanno a gran parte del nord e del centro. Temperature stazionarie. Lunedì 17 e martedì 18 ottobre: tempo instabile o perturbato su tutta la nostra Penisola. Fenomeni meno frequenti sul nord-est. Temperature in calo e venti in rinforzo ovunque.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum