Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

E ora il freddo darà fondo alle ultime riserve, la primavera rimane ancora un miraggio

Ancora aria fredda e tempo spesso instabile sull'Italia, con le regioni adriatiche e quelle meridionali che verranno maggiormente bersagliate dagli eventi non proprio primaverili che si attarderanno almeno un'altra settimana.

La sfera di cristallo - 3 Marzo 2011, ore 15.33

C'è aria di sblocco all'orizzonte, ma è un orizzonte ancora molto lontano. L'inverno ha talmente tanta energia in corpo da dar del filo da torcere alla neonata primavera meteorologica, ancora troppo insicura per aver modo di dire la sua, almeno per tutta la prima decade di marzo.

Il "generale" infatti si avvarrà di due fidi alleati che si fonderanno per dar fondo alle ultime riserve di gelo invernale, quello risparmiato nelle lunghe e amorfe prime tre settimane di febbraio: da una parte il vortice polare, sbilanciato verso l'Europa, dall'altra l'aggancio depressionario fornito dalla giostra ciclonica tirrenica.

Tanto basterà per mantenere in vita condizioni di tempo molto instabile, a tratti anche perturbato e decisamente freddo per il periodo. Dopo un'irrisoria tregua di 24-36 ore a cavallo di domenica, un nuovo impulso sfornato dal grande nord sembra infatti propenso a seguire la traiettora dei precedenti tuffandosi tra lunedì 7 e martedì 8 sul Mediterraneo, onde rinnovare le condizioni di maltempo su diversi settori del territorio italiano già messi ultimamente a dura prova dai parossismi del maltempo.

Solo a partire dalla seconda metà della prossima settimana ecco proiettarsi all'orizzonte quello sblocco cui accennavamo all'inizio: una improvvisa accelerata della Corrente a Getto stirerà l'anticiclone atlantico lungo i paralleli europei calciando verso i confini orientali dell'Europa quel che rimarrà del freddo polare. Sarà tempo di miglioramento ma il tanto vituperato ritorno del sole non ci illuda: dal Canada una nuova figura depressionaria sarà pronta a scendere in campo, anche se questa volta troverà ormai la primavera a sedere in cabina dl regia nella stanza dei bottoni.

SINTESI PREVISIONALE FINO A GIOVEDI 10 MARZO

VENERDI, 4 MARZO 2011

Ampi rasserenamenti sul Triveneto. Per il resto cieli imbronciati e rischio di precipitazioni sparse, nevose sul Piemonte anche a sfiorare la pianura al mattino, intorno i 600-800 metri sul resto del nord, fino a 1200 sui monti del centro, oltre 1400-1500 su quelli del sud. Possibili isolati rovesci a sfondo temporalesco su Sicilia e bassa Calabria. Ancora ventoso al centro-sud, ma con vento in indebolimento. Freddo.

SABATO, 5 MARZO 2011

Maltempo al sud, con rovesci, qualche spunto temporalesco e nevicate tra 1000 e 1200 metri. Variabilità sul resto del Paese con tendenza a schiarite parziali al nord e sulla Sardegna. Si apre dal pomeriggio anche in Sicilia. Ventoso al sud.

DOMENICA, 6 MARZO 2011

Al mattino ancora qualche piovasco residuo su Campania e Calabria tirrenica, in esaurimento. Sul resto del centro e del sud nuvoloso, ma con tendenza ad aperture su Toscana, Umbria e Marche nel corso della giornata. Più soleggiato fin dal mattino al settentrione e sulla Sardegna. Temperature in lieve generale rialzo, più avvertibile al nord.

LUNEDI, 7 MARZO 2011

Al mattino nubi al nord-ovest  lungo le regioni adriatiche, con qualche fiocco fino a quote prossime al piano su Piemonte, Prealpi lombarde, su pedemontana Pavese, su quella abruzzese e molisana. Prevalenza di sole altrove. Nuovamente più freddo e ventoso ovunque.

MARTEDI, 8 MARZO 2011

Addensamenti su regioni adriatiche, ioniche e nord Sicilia, con qualche fiocco di neve non escluso fino in collina, specie tra Puglia, Lucania e nord Calabria. Bello ma freddo altrove. Alquanto ventoso al centro-sud.

MERCOLEDI, 9 MARZO 2011

Torna il bel tempo su tutta l'Italia. Clima ancora freddo al mattino, ma decisamente più mite e gradevole nelle ore centrali del giorno e al pomeriggio.

GIOVEDI, 10 MARZO 2011

Transito di velature e stratificazioni senza conseguenze, fatta eccezione per qualche fiocco lungo le creste alpine di confine. A tratti begli spazi soleggiati. Clima più primaverile.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.52: A30 Caserta-Salerno

incendio

Fumo causa incendio nel tratto compreso tra Nocera Pagani (Km. 40) e Castel S. Giorgio (Km. 44,4)..…

h 06.40: A30 Caserta-Salerno

incendio

Incendio nel tratto compreso tra Nocera Pagani (Km. 40) e Castel S. Giorgio (Km. 44,4) in direzio..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum