Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

E' "GIALLO" (o bianco?) sul maltempo di domenica

Chi ne sarà coinvolto? Dove pioverà? A che quota nevicherà e dove? I modelli seguitano a riposizionare il minimo depressionario al suolo dal quale scaturirà il tutto, i previsori al lavoro senza sosta per sciogliere tutti i dubbi. Prossima settimana sospesa tra la variabilità ed un temporaneo miglioramento.

La sfera di cristallo - 5 Novembre 2009, ore 16.11

Depressione a largo respiro o subito localizzata e decentrata tra nord-est e regioni centrali e in successiva fuga verso il meridione? Sta tutto qui il dilemma del fine settimana e, credeteci, poco più di un centinaio di km la differenza la fanno. Non sono dettagli trascurabili. Depressione spostata più ad est e più a sud significa avvezione fredda più importante, ma anche ombra pluviometrica per il nord-ovest, soggetto ad una sorta di foehn grigio, poi sempre più chiaro, in un contesto cioè di cielo parzialmente nuvoloso per nubi alte, nel quale l'aria più umida presente nei bassi strati viene seccata dall'insorgenza di correnti più secche settentrionali, indotta su queste zone dalla disposizione penalizzante delle isobare. Per il nord-est invece significherebbe Bora scura con pioggia e neve a quote basse sulle Alpi. I fenomeni più intensi in questo caso riguarderebbero l'Emilia-Romagna, posta proprio sul punto di intersezione o di contatto tra la massa d'aria in arrivo da nord-est fredda e quella umida in risalita con lo Scirocco. La neve ovviamente non mancherebbe sul relativo Appennino. Più rapida, sospinta dalla corrente a getto, transiterebbe la coda del fronte, non ancora occlusa e pronta temporaneamente a liberare parte del centro-sud già domenica mattina. L'azione del vortice ciclonico penserebbe però subito a proporre nuova instabilità, con l'ausilio di un po' di Libeccio freddo in rientro dal Rodano e da Carcassona nella mattinata di domenica. Meno fredda, ma più perturbata, ma anche al momento meno probabile, la seconda ipotesi, che vede il minimo più democratico, abbracciare un po' tutte le regioni. In questo caso la quota neve sarebbe un po' più alta sia sulle Alpi che sugli Appennini, rientrerebbe in gioco il nord-ovest e anche al centro-sud tutto il passaggio perturbato risulterebbe più lento. In ogni caso sarà proprio al centro-sud che il maltempo insisterà anche nella giornata di lunedì, mentre è lì che la depressione andrà a morire, pur con estrema lentezza. Mercoledì infatti la ritroveremo ancora, ormai allo stremo delle forze, tra il medio Adriatico e le coste slave, con residui fenomeni, sul resto del centro-sud si andrà estendendo invece il miglioramento già presente sul settentrione. Da giovedì 12 a domenica 15 MeteoLive nelle ultime 24-36 ore ha ipotizzato una fase più stabile e mite, grazie ad un ponte anticiclonico tra Azzorre e Russia, in realtà le ultimissime emissioni, pur confermando il possibile patto, ci mettono in guardia sulla sua estrema fragilità. In altre parole una nuova saccatura potrebbe inserirsi dall'Atlantico sfruttando tradizionalmente proprio il settore centrale e traballante del ponticello e recando un nuovo peggioramento da venerdì 13, il tutto però in un contesto termico più mite e decisamente più autunnale che invernale. SINTESI PREVISIONALE sino a GIOVEDI 12 novembre 2009: venerdì 6 novembre 2009: maltempo al mattino quasi ovunque, ma migliora subito al nord-ovest e poi sul resto del nord, ancora rovesci invece al centro-sud, in attenuazione dal pomeriggio. Quota neve sulle Alpi sui 1200m, in Appennino sui 1400 a crescere procedendo verso sud. Temperature in lieve calo. sabato 7 novembre 2009: mattinata di tregua, poi ecco la nuova offensiva perturbata a partire da alto Tirreno, Liguria, Lombardia, fuori l'estremo nord-ovest, fenomeni in estensione nella notte verso il resto del nord e lungo tutto il versante tirrenico sino alla Sicilia. Neve sulle Alpi oltre i 1000-1200m, 1200m su nord Appennino, 1400-1500m su quello centrale. domenica 8 novembre 2009: parzialmente nuvoloso sul nord-ovest ma asciutto, freddo in quota, maltempo su Triveneto ed Emilia-Romagna con pioggia e neve oltre gli 800-900m sulle Alpi e sui 1000m su Appennino emiliano. Spiccata variabilità sul resto del Paese con rovesci soprattutto su Marche, basso Tirreno e poi in serata lungo tutto l'Adriatico. Quota neve sui 1200m su Appennino centrale, localmente anche più in basso. Temperature in diminuzione. lunedì 9 novembre 2009: miglioramento al nord, salvo residui addensamenti sul nord-est, maltempo moderato su basso Lazio, Campania, Molise, Basilicata, Calabria e nord Sicilia, asciutto su Toscana, Umbria, incerto su Marche ed Abruzzo. In serata nubi e fenomeni tenderanno a concentrarsi tra Marche e Puglia, miglioramento su Tirreno e Sardegna, salvo instabilità residua su Calabria tirrenica e nord Sicilia. Quota neve su Appennino centrale e meridionale tra 1100 e 1500m. Ancora piuttosto freddo ma valori in ripresa nelle massime al nord, specie in pianura. martedì 10 novembre 2009: ancora moderata instabilità sul medio Adriatico, con rovesci di neve oltre i 1000m, ma in esaurimento. In serata nuovo temporaneo peggioramento al sud con molti rovesci in movimento dalla Sicilia verso Calabria, Golfo di Taranto e Salento. Tempo buono altrove. Temperature in lieve aumento. mercoledì 11 novembre 2009: molti rovesci all'estremo sud, bello altrove ma con nubi in aumento sulle Alpi entro fine giornata con qualche fenomeno lungo i settori alpini di confine, nevoso però solo oltre i 1800-2000m. Solo un po' di nubi sul resto del nord ma secco. All'estremo sud migliora entro sera. Netto rialzo termico ovunque. giovedì 12 novembre 2009: al mattino nubi e fenomeni residui su arco alpino orientale con quota neve in calo a 1200m ma con tendenza a graduale miglioramento, altrove giornata finalmente soleggiata quasi ovunque. Temperature in lieve calo solo sulle Alpi orientali, stazionarie altrove, in aumento all'estremo sud grazie al ritorno del sole.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.46: A1 Milano-Bologna

coda

Code per 6 km causa traffico congestionato nel tratto compreso tra Parma (Km. 110,4) e Reggio Emil..…

h 07.42: SS1 Via Aurelia

incidente

Strada chiusa al traffico causa incidente a 1,897 km prima di Incrocio Monteroni in entrambe le d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum