Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dopo le turbolenze del fine settimana ancora freddo sull'Italia sino a mercoledì

Temperature molto rigide sulle Alpi con punte fin sotto i -15°C. Da giovedì ripresa parziale del flusso zonale, variabilità e temperature più miti.

La sfera di cristallo - 27 Febbraio 2004, ore 15.57

Gli uccellini che cinguettano, le gemme, le prime foglioline, le forsizie, quei segnali che magari vorremmo vedere per liberarci gradualmente dell'abbigliamento invernale, stentano ancora al nord e su parte del centro, sono invece ben visibili nelle altre zone del Paese, dove negli ultimi 10 giorni febbraio ha davvero giocato a mostrare la primavera inoltrata, specie sulla Sicilia. Ora la natura sta per rimettere le cose a posto e l'inverno tornerà anche nel meridione. Tutti sotto il dominio del Generale allora, almeno sino a mercoledì, poi il "blocking", quella particolare configurazione barica che impedisce l'arrivo delle masse d'aria più miti dall'Atlantico, si smaterializzerà e lascerà spazio lentamente alle correnti da ovest. Non ci aspetta comunque la stabilità, anzi giungeranno nuove perturbazioni che manterranno una spiccata variabilità sul bacino del Mediterraneo. SINTESI PREVISIONALE sino a venerdì 5 marzo: sabato 28 febbraio: perturbato al centro-sud con neve sino a quote collinari al centro, al nord nuvolosità irregolare con sporadiche nevicate sparse possibili su Liguria e basso Piemonte, intense su Emilia-Romagna, basso Veneto, basso Friuli e Venezia Giulia ma in graduale esaurimento a partire da ovest verso sera. Forti temporali possibili su basso Lazio, Campania e Calabria tirrenica. Temperature in netta diminuzione. domenica 29 febbraio: al nord abbastanza soleggiato ma con sviluppo di qualche cumulo a base elevata nel pomeriggio con isolati rovesci di neve specie sull'Emilia e sul veneto, al centro-sud instabile con rovesci al sud possibili per tutta la giornata, al centro più probabili nelle ore pomeridiane con neve oltre i 300-400m, al sud oltre i 600-700m. Ventoso e freddo. lunedì 1° marzo e martedì 2 marzo: flusso di correnti settentrionali con tempo soleggiato ma freddo, gelido in montagna, al centro-sud a tratti ancora instabile con rovesci nevosi, in particolare sul medio e basso Adriatico con neve sin verso i 300-500m. mercoledì 3 marzo: passaggio a tempo abbastanza soleggiato anche al centro-sud, temperature in aumento. giovedì 4 marzo: arrivo di una debole perturbazione atlantica in serata a partire dalle regioni nord-occidentali dove peraltro non si verificheranno precipitazioni di rilievo; il fronte sarà preceduto da deboli correnti di Libeccio che provocheranno qualche debole pioggia su Liguria di Levante, Toscana e alto Lazio. venerdì 5 marzo: la perturbazione correrà velcoe lungo la Penisola portando piogge sparse e qualche rovescio, neve sulle Alpi centro-orientali e l'Appennino centro-settentrionale oltre i 700-1000m, oltre i 1200m su quello meridionale; al nord-ovest schiarite e tempo asciutto. In serata migliora ovunque, temperature in lieve calo.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum