Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dopo le piogge al settentrione e il rialzo termico al centro-sud, ci attendiamo il ritorno del FREDDO

Aumentano le possibilità di poter assistere ad una nuova offensiva dell'inverno a partire da lunedì prossimo su centro Europa ed Italia. Le temperature subirebbero un calo sensibile e al nord delle Alpi e sul versante adriatico dell'Appennino potrebbe tornare la neve.

La sfera di cristallo - 21 Novembre 2007, ore 15.48

Solo 24 ore orsono avevamo ventilato la possibile discesa di un nucleo di aria artica in direzione del comparto mediterraneo per l'ultima settimana di novembre, sottolineando che la situazione era tutt'altro che definita. Gli elementi di incertezza sono rivolti principalmente all'intensità che presenterà il Vortice polare canadese. Le due onde planetarie, una sul canada nord occidentale e una sull'oceano atlantico, tenteranno di isolare un Cut-Off ad ovest delle terre Groelandesi favorendo un meccanismo che permetterebbe la discesa di un nucleo di aria gelida in direzione dell'Europa, direttamente dall'artico Siberiano. L'impianto barico presenta però molte incertezze, che frenano la sua possibile realizzazione. Dobbiamo così procedere all'analisi degli indici PNA e NAO. Il PNA(Pacific North American)presenta dei clusters piuttosto uniti, sintomo di un discreto successo previsionale, che vedrebbero una discesa dell'indice proprio in concomitanza dell'evento descritto. In sintesi, il vortice canadese impossibilitato ad "allungarsi" verso sud, si troverebbe a dover forzare il blocking anticiclonico atlantico, con la tendenza ad una ripresa del flusso zonale. La NAO(North Atlantic Oscillation) è di lettura più difficile visto che i vari clusters si presentano piuttosto aperti, lasciando la previsione soggetta a notevoli variazioni interpretative. Molto difficile quindi sbilanciarsi. Tuttavia ad oggi la situazione più "credibile", è che la discesa fredda vada ad interessare il Sud Italia ed il versante adriatico con possibili precipitazioni nevose anche a bassa quota. Asciutto al Nord e alto medio-tirreno, con venti forti dai quadranti settentrionali e temperature in diminuzione. Facciamo un passo indietro e cominciamo con il raccogliere le piogge che la perturbazione sopraggiunta da ovest saprà dispensare alle nostre assetate regioni settentrionali e alla Toscana. Sabato un po' di instabilità interesserà anche le regioni centro-meridionali mentre per domenica è attesa una pausa di riflessione con ampie schiarite ovunque in attesa di capire se e dove colpirà la nuova corrente fredda in arrivo dall'artico. SINTESI PREVISIONALE SINO A MERCOLEDI 28 NOVEMBRE 2007 Giovedì 22 novembre e venerdì 23 novembre 2007 Piogge al nord e sulla Toscana, neve sulle Alpi oltre i 1500-2000m localmente a quote più basse. Estensione dei fenomeni venerdì anche a Sardegna, Lazio ed Umbria. Altrove ancora asciutto e temperature molto miti. Sabato 24 novembre 2007 Un po' di instabilità su tutto il Paese con qualche temporale lungo il Tirreno e piogge residue al nord, specie sul Triveneto. Lieve calo termico al centro-sud e attenuazione dello scirocco. Domenica, 25 novembre 2007 NORD-OVEST Generale variabilità su tutti i settori ma senza precipitazioni. Mite. In serata nubi in aumento lungo le Alpi. NORD-EST Generale variabilità su tutti i settori ma senza precipitazioni. Mite. In serata nubi in aumento lungo le Alpi. CENTRO Generale variabilità su tutti i settori ma senza precipitazioni. Mite SUD Generale variabilità su tutti i settori ma senza precipitazioni. Mite. Lunedì, 26 novembre 2007 NORD-OVEST In mattinata ultimi annuvolamenti poi ingresso del foehn con ampie schiarite, ancora neve sui crinali alpini di confine. Temperature in calo nelle Alpi, in temporaneo rialzo al piano. NORD-EST Mattinata perturbata con neve sino a 800m e temporali possibili sulle coste del Veneto e della Romagna. Miglioramento dal pomeriggio ma ventoso e freddo. CENTRO Peggioramento con piogge e nevicate in montagna oltre i 1000m. Temperature in diminuzione. SUD Qualche pioggia sulla Campania e sul Molise. Per il resto nubi sparse senza fenomeni. Mite. Peggioramento in serata. Martedì, 27 novembre 2007 NORD-OVEST Neve sulle Alpi, in sconfinamento da nord. Bello sulle pianure. Freddo e ventoso. NORD-EST Neve sulle Alpi, in sconfinamento da nord. Bello sulle pianure. Freddo e ventoso. CENTRO Neve su centro-est Appennino al di sopra dei 400-500 metri. Piogge sulle coste adriatiche. Freddo e ventoso. SUD Instabile, freddo e ventoso. Neve in Appennino sopra i 600 metri. Mercoledì, 28 novembre 2007 NORD-OVEST Bel tempo ma freddo con gelate notturne. NORD-EST Bel tempo ma freddo con gelate notturne. CENTRO Nubi sparse senza fenomeni sul Tirreno. Ancora addensamenti su medio Adriatico ed Umbria con qualche rovescio di neve possibili anche in pianura e sulla costa. Tendenza a miglioramento freddo. SUD Instabile e freddo. Qualche rovescio o temporale possibile su Molise e Puglia. Neve sui monti lucani e calabresi oltre i 500m, per il resto asciutto ma ventoso.

Autore : Filippo Casciani ed Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum