Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dopo l'Immacolata, all'improvviso...l'inverno?

Sino all'Immacolata tempo a tratti perturbato e poco freddo, con neve solo sulle Alpi. Entro metà dicembre un afflusso di aria polare continentale di notevole crudezza potrebbe stringere d'assedio tutto l'est europeo, cercando di estendere la sua influenza, almeno parziale, anche al nostro Paese. Che probabilità ci sono che l'inverno possa finalmente bussare alla nostra porta?

La sfera di cristallo - 1 Dicembre 2009, ore 15.31

Grande gelo in arrivo? E' quello che si stanno domandando in molti, esperti e non, osservando in queste ore le emissioni a lungo termine dei principali modelli matematici. Per la verità da qualche giorno si era notato un accumulo di freddo notevole (sino a -35°C a 1500m) raggiungere il Mar Bianco e la Penisola di Kanin, ma mancava la miccia che potesse innescare una discesa verso sud e una retrogressione dell'aria fredda in direzione dell'Europa centrale e balcanica fino a sfiorare, o raggiungere almeno in parte, il Mediterraneo centrale. Sono sempre molto affascinanti queste situazioni, ma non mancano di deludere le aspettative, perchè gli elementi che le consentono di verificarsi non si incastrano a dovere. Qui l'elemento determinante sarà certamente la spinta verso nord dell'anticiclone subtropicale. Solo lui sarà infatti in grado di fare da muro al flusso incessante delle miti correnti atlantiche e di fondersi con l'anticiclone scandinavo, innescando così quella reazione a catena favorevole all'arrivo del freddo alle porte di casa. La massa d'aria gelida dovrebbe presentarsi al cospetto dell'est europeo subito dopo l'Immacolata, mentre per noi qualche risvolto potrebbe esserci intorno a Santa Lucia. Fino all'Immacolata comunque saremo ancora alle prese con alcuni passaggi perturbati che dispenseranno altra neve in quota sulle Alpi, mediamente oltre i 1000m, altre piogge sul resto d'Italia, con quota neve elevata in Appennino, a causa della persistenza di correnti miti meridionali, e temperature relativamente miti, specie al centro-sud. Poi ci si attende la svolta, che passerà comunque da una temporanea stabilizzazione del tempo, assicurata dalla rimonta di un cuneo anticlonico subtropicale, cioè di quell'elemento a cui abbiamo fatto riferimento sopra e che dovrebbe far segnare una svolta barica importante nella storia di questa mitissima stagione 2009. SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 8 DICEMBRE 2009: mercoledì 2 dicembre: finalmente una giornata di tregua su tutta la Penisola, anche un po' di freddo moderato al mattino al nord, prevalenza di sole, salvo residui addensamenti al sud e sull'estremo nord-est. giovedì 3 dicembre: nuovo peggioramento a partire da ovest, con precipitazioni dal tardo mattino a partire da Liguria, Toscana, Sardegna, basso Piemonte, Lombardia, in estensione a tutto il centro-nord e alla Campania entro sera, nubi in aumento anche sul resto del sud entro fine giornata. Neve al nord sin verso i 700m, ma nella notte su venerdì anche a quote collinari e localmente sin nei fondovalle nelle Alpi. Qualche fiocco non escluso sin su Torino e soprattutto su Cuneo. Temperature massime in calo. venerdì 4 dicembre: al mattino ancora perturbato su Lombardia e nord-est (neve a 600m), l'Emilia-Romagna (neve a 900-1000m), nuvoloso con rovesci anche al centro-sud, miglioramento al nord-ovest e in Sardegna. Nel pomeriggio migliora ovunque. Un po' più freddo al nord. sabato 5 dicembre: altra giornata di tregua ma con possibile presenza di nubi medio-basse sulle regioni tirreniche e la Liguria. Venti occidentali. Al nord un po' freddo, più mite altrove. domenica 6 dicembre: passaggio piovoso moderato al centro-sud, al nord generalmente asciutto con passaggi nuvolosi irregolari. Temperature miti al centro-sud, più fresche al settentrione. lunedì 7 dicembre: peggiora ovunque per l'arrivo dell'ennesimo sistema frontale. Al nord nelle prime ore neve sino in collina, poi sopra i 1000m ed anche più su sul nord Appennino, al centro e sulla Campania rovesci e temporali ma clima mite, altrove nuvoloso e un po' di pioggia intermittente, asciutto sul Salento. martedì 8 dicembre; moderato maltempo ovunque, alto il limite della neve ovunque, clima mite, in giornata attenuazione dei fenomeni al nord.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum