Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dopo il maltempo ci aspetta a braccia aperte l'alta pressione ma...

...Entro la prima decade di febbraio previsti nuovi cedimenti pressori nell'area mediterranea.

La sfera di cristallo - 23 Gennaio 2007, ore 15.36

L'alta pressione, profondamente offesa per l'affronto dell'inverno, medita vendetta e tornerà prepotentemente alla carica proprio in occasione dei giorni della merla che, secondo la tradizione, dovrebbero risultare i più freddi dell'anno. Invece riecco l'incubo di questo bizzarro inverno 2006-2007, l'alta pressione, che ormai ci tiene compagnia per quasi 10 mesi l'anno con il suo carico di temperature elevate, inversioni termiche, inquinamenti vari e scarsità di precipitazioni. Il Vortice Polare tornerà insomma a dare i numeri, in altre parole a correre veloce alle latitudini settentrionali. Non sarà però il razzo che abbiamo ammirato negli ultimi 2 mesi e prima o poi sarà costretto a rallentare ancora, inviando verso le nostre latitudini qualche saccatura in grado di farci ancora gridare: "l'inverno non è morto". Entro la prima decade del febbraio, ma probabilmente già intorno al 5, vivremo sicuramente una fase nuovamente più dinamica, non necessariamente fredda e nevosa, ma almeno piovosa e ventosa. Da NOTARE che l'aggiornamento delle previsioni STAGIONALI americane ha ancora una volta confermato per il mese di febbraio un'anomalia termica negativa sull'Italia e l'Europa centrale, mentre sull'est europeo dovrebbe continuare a fare troppo caldo per la stagione. Se i conti tornano le incursioni dell'aria fredda verso di noi non dovrebbero proprio mancare. Intanto gustiamoci fino in fondo quest'unica zampata del Generale inverno in un gennaio tra i più caldi che l'Europa ricordi nel recente passato. La neve sta cadendo in abbondanza in diverse località alpine e presto si farà viva anche in Appennino, questa è già una buona notizia. SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 30 GENNAIO: Mercoledì, 24 gennaio 2007 Nevicate residue sino a quote basse sul nord-ovest in rapido esaurimento, sul Triveneto e l'Emilia-Romagna ancora nevicate sparse sino a 200-300m e qualche fiocco anche al piano. Al centro molto nuvoloso con rovesci anche temporaleschi sul versante tirrenico e sull'Umbria e limite neve sui 300-400m sulla Toscana, sui 400-600m altrove. Sul versante adriatico generalmente asciutto. Nevicate anche in Sardegna oltre i 500-700m. Al sud perturbato sui versanti tirrenici ron rovesci, fiocchi in Appennino oltre i 900-1300m. Asciutto sulle regioni adriatiche. Temperature in generale calo. Giovedì, 25 gennaio 2007 Molto nuvoloso sulle regioni centrali tirreniche e nuvoloso sulle pianure del nord e le Prealpi con qualche rovescio nevoso sino in collina al centro (200-300m)con qualche sconfinamento al piano sulla Toscana, qualche fiocco in pianura anche al nord, specie sull'Emilia-Romagna, miglioramento verso sera. Al sud tempo incerto con rovesci sparsi, anche temporaleschi, ancora più probabili sul Tirreno, neve in Appennino oltre i 600-700m. Venerdì, 26 gennaio 2007 Peggiora su Sardegna, medio Adriatico e meridione con nevicate oltre i 700-900m, migliora su centrali tirreniche e settentrione, FREDDO al nord. Sabato, 27 gennaio 2007 Peggiora al centro-sud e sulle isole con piogge e nevicate in Appennino oltre i 900-1000m, al nord poco nuvoloso. I fenomeni tenderanno a concentrarsi sul meridione a fine giornata. Domenica, 28 gennaio 2007 NORD-OVEST Prevalenza di sole e clima secco in un contesto freddo e ventoso in montagna. Temperature in lieve ma ulteriore aumento. Gelate notturne anche in pianura. NORD-EST Sterili passaggi nuvolosi sul Triveneto; tempo comunque secco con freddo moderato. Vento ancora sostenuto in montagna. Gelate notturne. CENTRO Prevalenza di cielo sgombro da nubi ovunque sul Tirreno; nuvolosità irregolare sull'Adriatico ma tempo secco e clima invernale, con temperature minime al di sotto dello zero anche in pianura. Vento in attenuazione. SUD Nubi in fuga verso sud e spazio a schiarite sempre più ampie; addensamenti limitati al Molise, alla Basilicata e alla Puglia con locali rovesci nevosi oltre i 300m. Clima secco, freddo e ventoso. Tramontana forte ovunque, acuta sensazione di freddo. Lunedì, 29 gennaio 2007 NORD-OVEST Addensamenti sui crinali alpini di confine con nevicate sparse; altrove prevalenza di sole. Temperature in aumento. NORD-EST Addensamenti su Alpi con nevicate sparse sui crinali di confine dell'Alto Adige; altrove alternanza di sole e passaggi nuvolosi. Temperature in aumento e freddo moderato. CENTRO Nuvolosità variabile sull'Adiatico, sereno sul Tirreno. Temperature in aumento ma ancora freddo. SUD Nuvolosità variabile sull'Adriatico, sereno altrove, ma ancora freddo. Martedì, 30 gennaio 2007 Soleggiato quasi ovunque salvo comparsa di nebbia in banchi al piano di notte e al mattino. Sensibile inversione termica con clima mite sulle aree costiere e sulle zone di montagna.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum