Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dopo i primi freddi, probabile arrivo delle piogge autunnali

Week-end ancora instabile al centro-sud, con freddo moderato al settentrione. Da lunedì si cambia direttore d'orchestra e questa volta sarà il nord in pole-position per le precipitazioni, con una configurazione barica potenzialmente un po' a rischio. Netto rialzo termico, segnatamente al centro-sud.

La sfera di cristallo - 15 Ottobre 2009, ore 14.55

Le prime prove generali d'inverno stanno per concludersi. Ci sarà ancora un'appendice nel fine settimana sui settori alpini confinali e sull'Appennino centrale, poi potremmo definire concluso questa sortita delle correnti fredde giunte dalla regione artica. La neve caduta fonderà rapidamente, ma per i ghiacciai la situazione è comunque migliorata e, se le termiche non saliranno eccessivamente, nel corso della prossima settimana il sud delle Alpi oltre i 2000-2300m farà il pieno, con apporti molto significativi. L'alta pressione pare dunque in parziale ritirata. Solo il freddo sembra in grado di tenerla in piedi, e limitatamente al suolo, il contributo dinamico in quota va perdendo importanza e un ricollocamento dei suoi massimi è prossimo. Così, dopo la penetrazione nell'area mediterranea di un ultimo impulso freddo, con puntuale ciclogenesi al centro-sud, non troveremo più alcun anticiclone ad ovest a chiudere le porte al tempo perturbato; ecco presentarsi dunque una profonda depressione in arrivo dall'Atlantico. Questa volta l'abbassamento del flusso zonale consentirà anche all'Italia e soprattutto al nord, rimasto fino ad ora quasi all'asciutto, di ricevere la sua razione di piogge autunnali. Naturalmente l'inserimento di una saccatura così incisiva comporterà l'attivazione di correnti meridionali miti sulla Penisola. Al centro-sud dunque da martedì 20 i termometri schizzeranno verso l'alto. Al nord si conserverà inizialmente uno strato d'aria più fresco, che consentirà piogge moderate diffuse anche da fronte caldo, le prime della stagione da questo tipo di fronte, con neve sino alle quote medie. Naturalmente l'intenso impatto delle correnti da sud sul versante sudalpino genererà una ricaduta favonica sui versanti esteri delle Alpi, con la neve caduta in questi giorni pronta a salutarli in tutta fretta. Quando lo scirocco scalzerà lo primo sottile cuscino padano stagionale, sarà necessario l'ingresso di un fronte a carattere freddo per provocare nuovamente fenomeni di rilievo. A quanto sembra tutto questo però sembra possibile: sarà infatti un trenino di perturbazioni a fare il suo ingresso sul Mediterraneo centrale, non un fronte isolato. Blanda dovrebbe risultare comunque la resistenza della modesta area di alta pressione sull'est europeo, anche se in questi casi non è mai da sottovalutare. Ne deriverebbe infatti una situazione potenzialmente pericolosa per l'estremo nord-ovest, con i fronti in rallentamento e i fenomeni ad insistere nelle zone soggette ad imbuto geografico. Infine l'isolamento di una cella di alta pressione sulla Scandinavia, potrebbe anche determinare la strozzatura della saccatura, isolando su di noi un minimo depressionario, in grado di muoversi verso il centro-sud verso il finire della prossima settimana (24-25 ottobre). Comunque la giriamo si tratta sempre di una prognosi votata al tempo piovoso. SINTESI SINO A GIOVEDI 22 OTTOBRE 2009 venerdì 16 ottobre: maltempo sulla Sicilia con temporali anche forti sul sud e il sud est dell'isola, rovesci sulla Calabria, tempo migliore altrove con tendenza ad aumento della nuvolosità al nord a fine giornata. In serata nevicate sulle Alpi di confine. sabato 17 ottobre: al nord passaggi nuvolosi ma asciutto, salvo deboli nevicate sui crinali di confine, ma con tempo in miglioramento. Al centro rapido passaggio di nubi e piogge, ma con rapido miglioramento sulla Toscana già in mattinata e sul Lazio nel pomeriggio. Sarà al sud e sul medio Adriatico che andranno dunque a localizzarsi tutti i fenomeni, con nevicate in serata sull'Appennino centrale sino ai 1300m, poi in calo anche fin verso i 1000m. Episodio di foehn al nord, ma in esaurimento entro il pomeriggio. Temperature in calo, al nord solo dalla sera. domenica 18 ottobre: moderato maltempo sul medio Adriatico con piogge e nevicate oltre i 1000-1200m, incerto sul resto del centro e sulla Romagna ma con tempo generalmente asciutto, poco nuvoloso o velato al nord, poco nuvoloso sulla Sardegna, instabile al sud con rovesci anche temporaleschi, specie sul basso Tirreno. Ancora moderatamente freddo per la stagione. lunedì 19 ottobre: temporaneo miglioramento, salvo residui addensamenti sul medio ed il basso Adriatico. Temperature in aumento nei valori massimi. martedì 20 ottobre: peggiora sul nord-ovest con piogge sparse e qualche rovescio in Liguria. Altrove ancora bel tempo. Più mite, fresco umido solo al nord. mercoledì 21 ottobre: al nord, sulla Toscana cielo molto nuvoloso con piogge moderate diffuse e qualche rovescio, limite neve sui 1300m sulle Alpi occidentali, 1800m altrove. Peggiora anche sul nord Sardegna con rovesci, variabile ma secco sul resto del centro, bello al sud, venti meridionali e rialzo termico, soprattutto al centro-sud. giovedì 22 ottobre: perturbato al nord e al centro con piogge e rovesci, intensi a ridosso dei rilievi alpini e prealpini, limite neve in ulteriore rialzo oltre i 2000m. Al sud incerto ma secco. Temperature in aumento.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.31: SS195 Sulcitana

rallentamento

Traffico rallentato, straripamenti nel tratto compreso tra 3,24 km dopo Incrocio Cagliari (Km. 0,2)..…

h 23.28: A24 Roma-Teramo

fog

Nebbia nel tratto compreso tra Carsoli-Oricola (Km. 50,5) e Valle Del Salto (Km. 75,2) in entramb..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum