Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dicembre dà spettacolo: dopo il freddo arriva qualche giornata più mite, poi nuove nubi, piogge e la neve subito dietro l'angolo

Si procede verso il Natale con tempo sottosopra: dopo la neve, subentra ora qualche giorno mite, poi lunedì 17 nuovo peggioramento al centro-sud, con calo graduale delle temperature, cui seguirà una nuova breve pausa tra mercoledì 19 e giovedì 20. Il 21 poi forse si rinnoverà la "tradizione" del venerdì in bianco su alcune regioni del nord.

La sfera di cristallo - 14 Dicembre 2012, ore 15.36

 Il "venerdì bianco": sull'onda delle riuscitissime notti bianche organizzate da molti comuni, quella del venerdì bianco sembra prospettarsi quale simpatica ricorrenza alternativa, con tema principale quello della neve su diverse regioni del nord Italia. Dopo la neve di Sant'Ambrogio (venerdì 7) è arrivata quella di Santa Lucia (giovedì 13 e venerdì 14) e dopo?

Beh, intanto facciamo attenzione perchè dal week-end l'aria decisamente più mite in arrivo dall'Atlantico stopperà temporaneamente l'irruenza dell'inverno. Il rialzo termico, in parte già galoppante al centro e al sud, toccherà il suo apice domenica 16, quando la colonnina di mercurio balzerà sopra le medie fino a 3-4°C. Attesi fino a 20 gradi al sud.

Sarà una scaldata repentina quanto fugace, poichè già tra lunedì 17 e martedì 18 una nuova onda depressionaria in arrivo dall'Atlantico si dirigerà verso l'Italia, dove andrà a scavare un bel minimo di pressione, con tanto di perturbazione al seguito. Quest'ultima andrà a concentrarsi soprattutto sulle nostre regioni centrali e meridionali, dove inizierà a risucchiare aria via via più fredda dalla regione balcanica, tanto che martedì le temperature tornerammo ovunque frettolosamente entro la media del periodo, non solo. Anche la neve ricomparirà a quote basse lungo l'Appennino, specie in Adriatico.

Tra mercoledì 19 e giovedì 20 altra breve pausa di raccoglimento, con un lieve rialzo della pressione e i cieli puliti dalla nuvolosità che avvieranno il consolidamento di un cuscino freddo nuovo di zecca nelle nostre valli e sulle nostre pianure. Ecco poi una nuova perturbazione avvicinarsi minacciosamente dall'Atlantico. Avrà come obiettivo il golfo Ligure. Siamo a venerdì 21.

Beh, non c'è due senza tre: ricordate quanto abbiamo detto sul "venerdì bianco"? Se tutto funzionasse a dovere, così come possiamo al momento apprezzare sulla carta, questa potrebbe diventare l'occasione per il terzo venerdì di neve filato su diverse regioni del nostro settentrione. Per ora rimanga solo un'ipotesi (65% di probabilità), ma intanto ve lo abbiamo detto... anche questa volta.

SINTESI PREVISIONALE FINO A VENERDI 21 DICEMBRE 2012

SABATO 15: ultime precipitazioni al nord in mattinata, con quota neve in rialzo a livelli montani a fine episodio, poi cessazione dei fenomeni ma dalla sera rischio gelate per rasserenamenti notturni. Al centro, al sud e sulla Sardegna instabile, con rovesci soprattutto sui settori tirrenici fino alla Campania e sull'ovest dell'Isola. Più asciutto sulle regioni estreme e in Sicilia. Temperature in rialzo ovunque, punte fino a 20 gradi al sud.

DOMENICA 16: una nuova perturbazione raggiungerà le Alpi senza riuscire a scavalcarle. La neve si fermerà pertanto sui settori di confine scendendo fin verso gli 800-1000 metri. Sul resto del Paese tempo buono o discreto, con ultimi annuvolamenti in particolare al sud, comunque in via di dissolvimento. Mite, soprattutto al centro e al sud.

LUNEDI 17: nuovo peggioramento atteso in giornata sulle nostre regioni centrali e meridionali, con piogge e neve in montagna. Più asciutto ma in un contesto di variabilità al nord. Mite, ma con nuovo incipiente calo delle temperature a partire dai versanti orientali del Paese.

MARTEDI 18: instabilità residua al sud, con qualche nevicata in Appennino. Bel tempo altrove, a parte addensamenti e qualche spruzzata di neve in quota lungo le Alpi di confine. Temperature in graduale diminuzione.

MERCOLEDI 19: giornata per gran parte soleggiata. Freddo, soprattutto al mattino, con qualche formazione nebbiosa in val Padana.

GIOVEDI 20: nubi in aumento al nord, ma tempo asciutto. Sul resto del Paese inizialmente discreto, ma con nubi in graduale aumento a partire dal centro. Temperature massime in ulteriore calo al nord, stazionarie altrove.

VENERDI 21. nuovo possibile peggioramento, con tendenza a precipitazioni sparse, nevose anche a quote basse, se non addirittura in pianura al nord-ovest. Peggiora anche al centro ma con rovesci piovosi, soprattutto su Toscana e Lazio. Temperature in lieve rialzo al sud, stazionarie altrove. Freddo umido al nord.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum