Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Depressione parigina sul ponte del primo maggio?

Una depressione ostinata sembra persistere più giorni sull'esagono francese, coinvolgendo le nostre regioni settentrionali ed il versante tirrenico. La "sfera" vi svelerà oggi tutti i retroscena dell'evento.

La sfera di cristallo - 24 Aprile 2001, ore 13.54

Il tempo non dà tregua agli italiani e si scatena nuovamente, proponendoci una configurazione barica davvero interessante ma dalla prognosi palesamente sfavorevole per il nord Italia e parte del versante tirrenico. Come mai c'è una depressione così tenace sulla Francia proprio nel giorno della festa dei lavoratori? Colpa come al solito dell'anticiclone delle Azzorre che invece di protendersi verso l'Italia punta addirittura a riconquistare la Scandinavia e la Carelia costruendo un ponte lunghissimo e piazzando un massimo barico di 1020 mb sui Timani. Nella prima fase della sua peregrinazione, (29 aprile-1°maggio), l'anticiclone favorirà una discesa di aria fredda sulla Penisola Iberica, che farà avanzare verso il nord Italia e l'alto-medio Tirreno due sistemi perturbati connessi al minimo di 996 mb che andrà scavandosi sul Canale della Manica. Questo minimo depressionario però non avrà vita facile nella sua traslazione verso levante, perchè un'altra cellula anticiclonica di matrice sub-tropicale (1016 mb), si eleverà a paladina del nostro meridione e del medio versante adriatico, inibendo l'avanzamento del sistema. L'ulteriore crescita pressoria sull'Europa centro-orientale, grazie al famoso ponte di cui abbiamo parlato, finirà per isolare il minimo barico sull'Ile de France. Non più alimentato dall'aria fredda, il rotore esaurirà le sue energie, colmandosi lentamente sul posto e risultando sempre meno importante sul tempo del nostro Paese a partire dal 2 amggio. Ma vediamo nel dettaglio la previsione: Week-end 28-29 aprile: l'Italia immersa in una "palude" barometrica, cioè in una zona a scarso gradiente barico con instabilità nelle ore pomeridiane, più marcata al nord, dove dovrebbe transitare anche un debole fronte perturbato, e alcune schiarite principalmente nella mattinata e sul mare. Lunedì 30 tendenza a graduale peggioramento sul nord Italia e su Toscana, Sardegna, Umbria e Lazio con correnti di Libeccio e piogge sparse dalla serata. Foehn appenninico sul medio versante adriatico e sull'Emilia-Romagna, poco nuvoloso al sud. Martedì primo maggio: pioggia al nord, Toscana, Umbria e Lazio, instabile sulla Sardegna, nuvoloso ma asciutto sull'Emilia-Romagna Nella seconda parte della giornata cessano le precipitazioni sul versante tirrenico e sulle nord-orientali per l'estensione di una zona anticiclonica dal nord Africa verso il centro Italia. Piove ancora sul settore nord-occidentale, specie su Alpi, Prealpi e alta pianura lombarda e piemontese. Tempo mite al centro-sud, freschino al nord. Mercoledì 2 maggio: le precipitazioni si ritirano sulle zone alpine e e sulla Valle d'Aosta, migliora il tempo sul resto d'Italia.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum