Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Depressione nord-europea protagonista?

La prossima settimana l’anticiclone delle Azzorre potrebbe rimanere a guardare, lasciando “strada libera” a qualsiasi perturbazione voglia attaccare l’Europa.

La sfera di cristallo - 5 Luglio 2002, ore 16.21

La previsione per i prossimi giorni sembra ormai delinearsi con una certa chiarezza, almeno nella linea di tendenza. Gli ultimi aggiornamenti sono infatti pressoché coerenti fra loro e mostrano la possibilità che anche la prossima settimana il tempo non sia poi così stabile come potesse sembrare fino a martedì scorso. Infatti, dopo il passaggio della piccola ma insidiosa perturbazione di domani al centro-nord con maggiori effetti verso la serata sul nord-est, si svilupperà temporaneamente un promontorio di alta pressione che porterà un graduale miglioramento su buona parte della Penisola fra domenica e lunedì. Successivamente, appare assai probabile un affondo della depressione nord-europea sul medio atlantico, fino ad alcune centinaia di chilometri al largo dell’Irlanda, verso sud-ovest. Ciò provocherà il richiamo di correnti fredde dai mari attorno alla Groenlandia verso sud e oltretutto, sarà attendibile un ”aggancio” di un sistema frontale che transitava verso est in direzione dell’Islanda. Sul nostro Paese quindi, come risposta a questo affondo, si verificherà un ulteriore ma temporaneo aumento di pressione e temperatura nella giornata di martedì. Si tratterà però di una situazione poco duratura, in quanto la depressione ha tutta l’intenzione di cercare rifornimenti sull’Europa centrale e perciò, non trovando resistenze da un anticiclone delle Azzorre poco degno della sua fama, invierà un altro impulso freddo mercoledì dall’Islanda verso sud fino ad arrivare sulla Francia. Fra il Golfo di Guascogna e le coste francesi atlantiche allora si scaverà un minimo secondario che dirigerà l’aria fredda verso l’Europa centrale e l’Italia nella seconda parte della settimana , con correnti non troppo tese ma efficaci. Attualmente non ci è dato sapere dove le piogge e i fenomeni in genere colpiranno, dato che bisogna verificare ancora se la perturbazione di domani si comporterà come previsto; se così non fosse le carte a nostra disposizione cambierebbero nella sostanza la previsione a lungo termine. L’ipotesi più probabile è un coinvolgimento delle regioni settentrionali con precipitazioni più consistenti sull’arco alpino in estensione temporanea alle zone di pianura; il problema più difficile rimane capire se parte dell’aria fredda riuscirà ad entrare sul Mediterraneo. Quindi, riassumendo, possiamo dire che l’inizio della prossima settimana sarà con tutta probabilità discreto se non buono, con temperature piuttosto elevate ma entro i limiti della norma; le gite al mare dei vacanzieri sono quindi favorite. Successivamente, però, l’entità del peggioramento dovrà essere ben pesata e valutata; nel prossimo appuntamento con la Sfera, lunedì, avremo sicuramente le idee più chiare a riguardo e potremo tentare una previsione molto più dettagliata.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.51: A27 Mestre-Belluno

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Vittorio Veneto Nord (Km. 58,9) e Barriera Di Belluno (Km. 75..…

h 22.49: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Svincolo Pontedera Ovest-Ponsacco (Km. 55) e Firenze in dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum