Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dall'alluvione alla neve a quote basse?

La prossima settimana potrebbe aprirsi ancora con il maltempo ma con temperature in netto calo sul settentrione e su alcune zone del centro. Il limite delle nevicate potrà così scendere fino a quote collinari, scongiurando il rischio di nuovi episodi alluvionali.

La sfera di cristallo - 28 Novembre 2002, ore 15.36

Abituati alle temperature miti, allo Scirocco e agli stivaloni da palombaro? Dal week-end si cambierà musica: l'ombrello sarà sempre un fedele amico ma al posto dell'impermeabile e del giubbotto sarà opportuno pensare al cappotto o addirittura alla giacca a vento sul settentrione. Sta cambiando la configurazione barica sull'Europa: la perturbazione che sta arrivando favorirà la genesi un minimo depressionario sul meridione che condizionerà il tempo sull'Italia per molti giorni andando a confluire in un secondo minimo in arrivo per lunedì dal nord Europa. Il ponte anticiclonico tra l'anticiclone delle Azzorre e quello sulla Scandinavia ha nel suo punto centrale, una zona tecnicamente definita sella, un ponte debole che solitamente viene sfruttato dalle depressioni per mettersi in comunicazione tra loro. La depressione che ci ritroveremo sulle nostre teste sarà ben sviluppata a tutte le quote e favorirà il richiamo di aria artica marittima da una Scandinavia decisamente congelata, dove già oggi i valori stanno scendendo inesorabilmente e che nei prossimi giorni toccheranno valori al suolo compresi tra -7 e -30°C. Quest'aria raggiungerà, sia pure molto attenuata nei suoi rigori, anche l'Europa centrale e con tutta probabilità il nord e il centro della Penisola. Avremo così uno zero termico in calo dai 1700 sino ai 1200 m di quota con la neve che potrà localmente cadere sino a quote collinari e localmente anche sino al piano. La depressione insisterà almeno sino a giovedì 5 dicembre SINTESI PREVISIONALI: Fine settimana: instabile al centro-sud, Alto Adige, alto Veneto, alto Friuli con fenomeni più probabili sul medio Adriatico e sul meridione. Tempo discreto al nord-ovest. Più fresco ovunque con neve sulle Alpi oltre i 1200 m e sugli Appennini oltre i 1600-1800 m. LUNEDI 2 dicembre: la depressione si approfondisce risucchiando anche il minimo in discesa dai Paesi Bassi. Fenomeni ancora su medio-Adriatico e sud ma peggioramento anche al nord e sulle centrali tirreniche nel corso della giornata. Neve sin verso i 1200 m al nord e sui 1600-1800 m altrove. MARTEDI 3 dicembre: arriva l'aria fredda, maltempo ovunque, venti a circolazione ciclonica, temperatura in calo al nord e al centro, con limite delle nevicate sui 700 m al nord e sui 1000-1200 m al centro, sempre 1800-2000 al sud. MERCOLEDI 4 dicembre: la giornata peggiore con neve sino a quote collinari al nord e sugli 800-1000 m al centro, 1600-1700 al sud, temporali sparsi sul meridione. Ulteriore calo termico al nord. GIOVEDI 5 dicembre: ancora tempo instabile ma con schiarite al nord e rovesci al centro-sud e sulle isole, neve oltre i 1000 m su Appennino centro-settentrionale, 1500 al sud, tempo asciutto sulle Alpi.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.03: A7 Milano-Genova

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Ronco Scrivia (Km. 106,5) e Busalla (Km. 111,5) in direzione Ge..…

h 13.00: A7 Milano-Genova

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Isola Del Cantone (Km. 100,7) e Busalla (Km. 111,5)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum