Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dal Santo Stefano periodo freddo su gran parte del Paese, neve a quote basse tra centro Italia e nord-est

Generalmente asciutto al nord-ovest. Perturbato anche al meridione ma con neve solo in Appennino.

La sfera di cristallo - 22 Dicembre 2005, ore 15.10

Il tira e molla tra l'anticiclone e un intenso vortice freddo in movimento dal nord Europa verso l'Italia è il tormentone natalizio per coloro che seguono la meteorologia con una vera passione, per tutti gli altri si traduce nell'ansia di sapere se dovranno partire sotto la pioggia, la neve o il vento e se dovranno prepararsi a sciare nella bufera o con un bel sole. In effetti l'aria fredda non sa ancora esattamente che direzione prendere. E' chiaro che se arrivasse per direttissima da nord lascerebbe il medio Adriatico e il sud sotto la neve e tutti gli altri all'asciutto, ma sarà frenata nel suo movimento verso sud dalla formazione di una depressione al suolo centrata tra il nord e il centro Italia. E qui cominceranno i problemi, perchè la massa d'aria gelida, costretta a frenare, potrebbe in parte dirigersi verso il Mediterraneo occidentale, agganciando ed alimentando altre figure depressionarie, i cui corpi nuvolosi si muoverebbero poi in direzione dell'Italia. L'ipotesi che al momento resta comunque più credibile e sulla quale MeteoLive punta il dito è quella che vede il minimo al suolo quasi stazionario sul medio Adriatico, le correnti in quota mediamente occidentali e il punto di incontro tra masse d'aria proprio sul centro Italia con neve a bassa quota possibile anche sul Tirreno. Il sud vedrà neve solo in Appennino, il nord-est sarà interessato in parte dall'influenza della depressione sul medio Adriatico con neve forse anche in pianura tra Emilia-Romagna, pianura veneta e forse il Friuli Venezia Giulia. In concomitanza con il Capodanno l'azione del vortice freddo andrà affievolendosi, giacchè non più alimentato da aria fredda e il tempo migliorerà. SINTESI PREVISIONALE (AGGIORNATISSIMA) sino a giovedì 29 dicembre: venerdì 23 dicembre: al sud qualche debole precipitazione possibile su Molise, Puglia e nord Sicilia, sul resto del Paese passaggi nuvolosi in un contesto abbastanza soleggiato o velato. Temperature senza grandi variazioni. sabato 24 dicembre: residui addensamenti al meridione, nubi in aumento sulla Liguria, altrove dapprima soleggiato o velato, in seguito nubi in aumento anche su Toscana, Emilia ed arco alpino, per il resto il sole resisterà sino a sera. Temperature stazionarie. domenica 25 dicembre: nuvoloso al nord e sulla Toscana con qualche pioggia tra Liguria, Versilia, Apuane e sporadiche nevicate sull'Appennino emiliano, pioviggini sulla Lombardia meridionale. Altrove dapprima soleggiato, in seguito aumento della nuvolosità sul Lazio ma senza precipitazioni. Temperature in lieve aumento nei valori minimi, specie al nord. Massime in calo al settentrione. lunedì 26 dicembre: molto nuvoloso al nord, al centro e sulla Campania con piogge sparse, su Piemonte, ovest Lombardia e Valle d'Aosta generalmente asciutto. Nevicate sull'Appennino centro-settentrionale a quote sempre più basse, anche in pianura dalla sera su Emilia e basso Veneto e in nottata fino ai fondovalle su Umbria e Marche. Sul resto del sud nuvolosità irregolare ma generalmente asciutto. Temperature in calo. martedì 27 dicembre: molto nuvoloso con qualche nevicata su Emilia-Romagna, basso Veneto e basso Friuli, nubi sparse ma asciutto sul resto del nord, su tutte le altre regioni molto nuvoloso con precipitazioni che al centro risulteranno nevose sin verso i 200-300m e localmente anche su pianure e litorali, specie su Marche e Toscana. Al sud fiocchi solo oltre i 500-600m su Campania e Molise, oltre i 900m sulle restanti zone. Temperature in forte calo al nord e al centro, stazionarie al meridione. Venti moderati a circolazione ciclonica, foehn freddo su Piemonte ed ovest Lombardia. mercoledì 28 dicembre: al nord miglioramento con schiarite sempre più ampie ma molto freddo, al centro-sud ancora tempo instabile, a tratti perturbato con ulteriori nevicate sino a bassa quota su Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio interno, tra i 400 e i 700m al meridione. Ventoso. Temperature in lieve calo al sud, stazionarie altrove. giovedì 29 dicembre: ancora tempo instabile su medio Adriatico e meridione con neve sino a quote collinari, altrove prevalenza di schiarite. Temperature stazionarie o in lieve aumento. (Attendibilità media 55%).

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum