Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Da venerdì a domenica sussulto invernale sull'Italia, poi ancora instabilità

Incerezze però sulla traiettoria e la vera entità dell'avvezione di aria fredda prevista in arrivo dal nord Europa già alla fine di giovedì.

La sfera di cristallo - 2 Marzo 2010, ore 15.48

Teoricamente nulla osta alla discesa di aria fredda sino alle latitudini mediterranee paventata ormai da molti, forse troppi, giorni dai modelli previsionali. In pratica invece, a poco più di 48 ore dall'evento, non si sa nulla o quasi sulla vera entità di questo freddo, sulle conseguenze che porterà, sull'esatta traiettoria della colata, sulle concrete interazioni depressionarie in sede mediterranee, e con fatica si prova ad elaborare anche una linea di tendenza successiva. Vediamo allora di mettere qualche punto fermo: 1 nel breve è confermato l'arrivo della depressione che porterà vento e maltempo un po' su tutto il Paese, anche un po' di freddo al nord, dove la neve visiterà le Alpi a quote medio-basse. 2 appare anche confermato il primo afflusso d'aria fredda atteso per venerdì soprattutto sul Triveneto e lungo le regioni adriatiche con conseguenze anche nevose a bassa quota su Marche, Abruzzo, Molise e Gargano, ma con fenomendi di breve durata. Vediamo ora al punto cruciale: 3 un'altra irruzione di aria fredda potrebbe raggiungere l'Europa centrale, la Francia ed il nord Italia tra sabato sera e domenica, in seno ad un vortice depressionario in quota che poi si tufferebbe, pur attenuato sul Mediterraneo occidentale, provocando a tratti maltempo anche sull'Italia e, nella fase iniziale, anche qualche nevicata al nord, a tratti sino in pianura tra domenica e lunedì. Ci sono però 2 variabili rispetto a questo punto: A la colata non sfonda ad ovest e scivola sui Balcani, lasciando spazio ad un'improbabile zona anticiclonica B la colata sfonda troppo ad ovest e finisce per generare una depressione che a fatica si muoverebbe poi verso di noi, ma senza generare grossi fenomeni e ridimensionando complessivamente anche quest'ultima sortita invernale. Il passo successivo intende stabilire se seguirà poi finalmente una fase stabile: dagli indici e dalla disposizione delle figure bariche, anche concedendo qualche giorno ad una parentesi anticiclonica con sole e mitezza, la primavera tornerebbe a mostrare presto il suo volto più classico, tanto caro al suo DNA, quello capriccioso. SINTESI PREVISIONALE sino a MARTEDI 9 marzo: mercoledì 3 marzo: il tempo comincia a peggiorare da Ponente con piogge sulla Sardegna, nord-ovest, Toscana, poi entro sera su tutte le regioni tirreniche e forse anche sulla Campania, venti forti da ESE al centro-sud, da est sempre più freddi al nord, dove la neve cadrà sino a 800-1000m sulle Alpi. giovedì 4 marzo: fenomeni soprattutto al centro con rovesci sparsi e neve in Appennino oltre i 1200m-1400m. Nuvole e qualche fenomeno anche sul resto d'Italia, al nord ancora neve oltre i 700-900m. Dalla sera ingresso dell'aria fredda dalla porta della Bora. venerdì 5 marzo: freddo su Triveneto e versante adriatico, dove sono attesi anche brevi rovesci di neve sino a quote molto basse 300-400m. Fenomeni soprattutto tra Marche, Abruzzo, Molise e Gargano. Tempo migliore altrove, ma ventilato e piuttosto freddo. sabato 6 marzo: giornata incerta su Emilia-Romagna, rilievi toscani, basso Piemonte ed arco alpino ma con fenomeni solo sporadici ed isolati, nevosi sino in collina, asciutto e un po' di sole sul resto del nord e del centro, nuvolosità irregolare in attenuazione al sud. Temperature in lieve temporaneo aumento nei valori massimi. domenica 7 marzo: evoluzione scarsamente predicibile, ma probabile generale peggioramento con molta nuvolosità, rovesci sparsi al centro-sud e cieli nuvolosi con qualche nevicata sparsa al nord, a tratti sino in pianura. Da confermare... lunedì 8 e martedì 9 marzo: tempo moderatamente perturbato ovunque, al nord graduale rialzo del limite delle nevicate sino a 700m, ma ancora freddino, più mite al centro-sud. Da confermare...

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum