Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Da martedì ONDATA di CALDO al sud, qualche pioggia al nord, specie a ridosso delle montagne

La prossima settimana saremo ai margini di una profonda circolazione depressionaria. Una situazione che per il centro-sud si tradurrà in un afflusso di correnti calde di origine africana. Il nord dovrebbe invece essere raggiunto a tratti da corpi nuvolosi e precipitazioni, ma segnatamente a ridosso dei rilievi.

La sfera di cristallo - 3 Aprile 2008, ore 16.06

L'arco alpino costituisce da sempre un baluardo invalicabile per le correnti fredde che si presentano da nord e, in una fase climatica come quella che stiamo vivendo negli ultimi 30 anni, sempre più avara di perturbazioni atlantiche in transito alle basse latitudini, per lunghi tratti durante l'anno tutte le chances di pioggia sono affidate agli scambi meridiani. I risultati però finiscono per non soddisfare le esigenze pluviometriche della nazione: il nord-ovest infatti assiste per molti giorni a giornate assolate stile tropico, in cui la vivacità dell'atmosfera gli viene quasi negata, se non fosse per la veemenza dei venti di foehn, mentre il resto del Paese vive di una piacevole variabilità fatta anche di rovesci abbondanti, di qualche temporale e di un clima decisamente più fresco e frizzante. Ora stiamo vivendo una di questi fasi ma siamo quasi alla vigilia di una nuova disposizione delle correnti, non necessariamente positiva eh? Anche in questo caso infatti si affida il pesante fardello di distribuire le piogge primaverili ad un ulteriore scambo termico lungo i meridiani, favorito da un vistoso "addormentamento" del vortice polare e da un indice NAO moderatamente negativo. In un simile contesto le masse d'aria fredda scorazzano un po' a casaccio e finiscono per essere attratte da vortici depressionari presenti alle basse latitudini fino a siglare con essi un patto di solidarietà. Allora magari succede che piove abbondantemente e fa freddo su una certa zona del Continente, come succederà la prossima settimana tra Iberia e Francia, mentre sull'Italia, lungo il ramo ascendente della saccatura che raccoglie la depressione, si instaurino correnti calde africane e SCOPPI L'ESTATE anticipata. Solo al nord queste correnti saranno probabilmente in grado di produrre precipitazioni di un certo rilievo e, perdonate il gioco di parole, proprio a ridosso delle montagne. La spinta delle correnti da sud infatti spingerà tutta l'umidità contro le Alpi: è già qualcosa per carità ma non è certo quello che ci si attende da aprile. Accontentiamoci comunque, con scambi di calore tanto accentuati e in assenza di un vigile che diriga il traffico come il vortice polare, può anche succedere di peggio. Del resto non possiamo indirizzare le correnti a nostro piacimento per avere la pioggia a comando. SINTESI PREVISIONALE SINO A GIOVEDI 10 APRILE 2008 Venerdì 4 aprile: ancora tempo molto instabile sul medio-Adriatico, sulla Sicilia e al sud con rovesci e temporali sparsi in parziale sconfinamento durante le ore pomeridiane verso il basso Lazio. Tempo buono sulle altre regioni e ancora un po' ventoso. Temperature in diminuzione nei valori minimi, al sud e in Adriatico anche in quelli massimi. Sabato 5 aprile: bel tempo ovunque salvo una residua instabilità nelle prime ore della giornata al sud con isolati rovesci su Puglia, Calabria e Siclia orientale, tendenza a miglioramento. Temperature in aumento. Domenica 6 aprile: tempo moderatamente instabile al nord con qualche rovescio in trasferimento da Lombardia e Appennino ligure verso il Triveneto con neve oltre i 1200m. Sul resto del nord generalmente asciutto. Bel tempo al centro-sud. Temperature in calo al nord. Lunedì 7 aprile: al nord e sulla Toscana nuvolosità variabile con qualche rovescio pomeridiano soprattutto sul Triveneto, nevoso oltre i 1300m. Su tutte le altre regioni tempo buono. Temperature stazionarie al nord, in lieve aumento al centro-sud. Martedì 8 aprile: al nord nuvoloso con piogge intermittenti specie nottetempo e al mattino e più persistenti sui rilievi con limite della neve in rialzo sin verso i 1800-2000m. Anche sulla Toscana qualche pioggia possibile, nuvolaglia sul resto del centro e sulla Sardegna ma senza piogge, sereno o velato al sud dove è previsto un forte rialzo termico per venti meridionali. Mercoledì 9 aprile: al nord temporaneamente perturbato con piogge anche intense sulla fascia alpina e prealpina, più sporadiche altrove, quota neve in rialzo oltre i 2000m. Al centro nuvolosità irregolare con qualche rovescio sull'alta Toscana, per il resto asciutto, al sud poco nuvoloso e caldo per la stagione. Giovedì 10 aprile: al nord incerto con qualche rovescio sui monti, al centro nubi stratiformi innocue, al sud velato o poco nuvoloso e decisamente caldo con punte anche superiori ai 30°C sulla Sicilia, la Calabria e la Puglia.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum