Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Da lunedì arriva la NEVE sulle ALPI

Un afflusso di aria artica interesserà la Francia favorendo la formazione di una depressione sul Golfo del Leone che originerà abbondanti nevicate sul versante meridionale delle Alpi e, forse, a tratti, anche su alcuni tratti pianeggianti del settentrione, al centro-sud pioggia e Scirocco. In seguito la depressione rimarrà a gironzolare in acque mediterranee.

La sfera di cristallo - 17 Gennaio 2007, ore 15.27

Qualcuno vede nel peggioramento atteso per la prossima settimana una replica della configurazione barica che portò alle forti nevicate in Valpadana del 26-27 gennaio scorso. In realtà non è così: intanto in quei giorni un'avvezione fredda aveva già interessato il nostro Paese e predisposto quel famoso cuscino di aria gelida utile al fine della neve al piano. Inoltre in quell'occasione, almeno per 24 ore, l'aria fredda riuscì a portarsi anche sulle Alpi prima di scivolare sulla Francia e la disposizione della saccatura era molto più spigolosa. Poi certo si attivò lo Scirocco e gradualmente si mangiò via tutta la neve. Qui invece saremo di fronte ad una saccatura meno spigolosa, già in partenza sbilanciata eccessivamente ad ovest (anche se esistono margini di miglioramento), non esiste un cuscino freddo in pianura, ma solo uno più modesto alle quote medie, e soprattutto lo Scirocco interverrà quasi subito e solo in una seconda fase, dopo aver compiuto un giro LARGO sulla Francia, MERCOLEDI 24 l'aria fredda riuscirà a conquistare il nostro settentrione, sia pure in modo non ancora chiaro. Geopotenziali pure abbastanza bassi segno tangibile dela presenza di -35°C a 5300m circa sulle Alpi occidentali, forse non saranno sufficiente a far scattare qualche nevicata anche in pianura, se l'isoterma dei -5°C a 1400m circa non riuscirà a scavalcare le Alpi. Se la situazione per il nord appare comunque incerta, al centro-sud diventa invece più difficile pensare ad un'evoluzione fredda, (salvo forse per la Toscana se il Rodano facesse il miracolo di avvettare un po' di Libeccio freddo). Almeno in una prima fase, al centro-sud sarà dunque lo Scirocco a prevalere con piogge importanti soprattutto lungo le regioni tirreniche e anche temporali intensi. La neve sull'Appennino si vedrà solo a quote elevate e solo nella seconda parte della settimana si degnerà di cadere a quelle più modeste. La depressione dovrebbe influenzare il tempo dell'Italia anche per la restante parte della prossima settimana e non è detto che proprio la sua presenza, accompagnata come un'ombra da una goccia di aria fredda in quota, che tenderà ad isolarsi dalla colata originaria, potrebbe essere l'esca per richiamare l'attenzione di nuove colate fredde dalle alte latitudini, sempre che Sua Maestà l'anticiclone lo consenta. SINTESI PREVISIONALE SINO A MERCOLEDI 24 Giovedì, 18 gennaio 2007 Ultimi annuvolamenti al nord ma con tendenza a schiarite, nuvolosità variabile al centro-sud con qualche locale piovasco lungo il basso Tirreno, forti venti da SW sulla Toscana, moderati altrove, ma in rotazione a nord-ovest. Foehn nelle vallate alpine, in estensione alle pianure in serata e temporaneo rialzo termico. Venerdì, 19 gennaio 2007 NORD-OVEST Bel tempo, venti di Foehn e aria primaverile. NORD-EST Bel tempo su tutte le regioni, mite. CENTRO Abbastanza soleggiato ma ventoso ovunque, mite, aria marzolina. SUD Nubi sparse sulle regioni tirreniche; qualche velatura altrove. Mite. Sabato, 20 gennaio 2007 NORD-OVEST In prevalenza soleggiato e abbastanza ventilato. Mite. NORD-EST Bella giornata di sole su tutte le regioni. Ventilazione moderata settentrionale e clima mite. Qualche nube sulle Alpi. CENTRO Passaggi nuvolosi sul settore tirrenico, ma in un contesto di bel tempo. Molto mite e ventoso. SUD Nubi sparse su Campania, Sicilia, Calabria tirrenica e Appennino, ma senza fenomeni di rilievo. Molto mite e ventoso. Domenica, 21 gennaio 2007 NORD-OVEST Nuvolosità in aumento su Liguria e Lombardia con locali pioviggini al piano e sulla costa, altrove cielo da sereno a parzialmente nuvoloso o velato. Più freddo. NORD-EST Nubi in aumento ma tempo ancora in parte soleggiato e mite. Dalla sera addensamenti compatti su Emilia, pianura veneta, Prealpi e Friuli Venezia Giulia. Più freddo. CENTRO Addensamenti sul settore tirrenico e a ridosso della fascia appenninica. Qualche pioviggine sulla Toscana; soleggiato altrove. Mite ma valori termici in calo. SUD In prevalenza soleggiato eccetto addensamenti sulla Sicilia e sulla Campania; ma senza fenomeni. Temperature ancora ampiamente sopra la media del periodo. Lunedì, 22 gennaio 2007 NORD-OVEST Nubi sparse, in intensificazione nel corso della giornata. con qualche pioggia possibile sulla Liguria. Più freddo. NORD-EST Nubi sparse, più intense su Romagna e Alpi, senza piogge. Abbastanza freddo. CENTRO Qualche pioggia su Toscana e Marche. Per il resto nubi irregolari, senza fenomeni degni di nota. Ancora mite. SUD Nubi in aumento lungo la fascia costiera tirrenica e la Sicilia occidentale per venti di Libeccio, altrove abbastanza soleggiato, in serata nubi in aumento anche lungo la fascia costiera per l'inserimento dello Scirocco con temperature in aumento. Martedì, 23 gennaio 2007 NORD-OVEST Perturbato. Piogge intense, neve sopra i 800-900 metri. Temporali sulla Liguria. Venti forti. Freddo. NORD-EST Perturbato. Piogge intense, neve sopra i 1100-1300 metri. Abbastanza freddo. CENTRO Perturbato sul Tirreno e sulla Sardegna, con piogge e temporali. Neve a quote elevate. Mite per forti venti di Scirocco. SUD Nubi intense con probabili piogge. Molto mite per forte Scirocco. Mercoledì, 24 gennaio 2007 NORD-OVEST Instabile. Temporali possibili sulla Liguria con occasionali grandinate. Qualche schiarita sul Piemonte occidentale. Neve al di sopra dei 600-700 metri. Libeccio freddo sul Ligure. NORD-EST Piogge sparse e neve al di sopra dei 700-800 metri. CENTRO Temporali sul Tirreno con grandinate possibili sulla Toscana. Neve al di sopra degli 800 metri sull'Appennino settentrionale, 1000-1200 metri su quello centrale. Più aperto il tempo lungo l'Adriatico e il Sardegna. Forte Libeccio. Temperature in calo. SUD Temporali sulla Campania, piogge sul Molise. Per il resto nubi sparse, con basso rischio di fenomeni. Ancora abbastanza mite.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum